Turismo. Lido di Classe, ad aprile riapre il campeggio Bisanzio: i gestori incontrano il vicesindaco

Turismo. Lido di Classe, ad aprile riapre il campeggio Bisanzio: i gestori incontrano il vicesindaco
Fusignani al campeggio Lido di Classe

È prevista ad aprile la riapertura del campeggio Bisanzio a Lido di Classe. Il campeggio era stato al centro di vicende che ne avevano comportato la chiusura nel 2016. Christian Barbolini e Milena Ravasi sono i nuovi gestori che si sono aggiudicati la concessione tramite il bando emanato dalla Regione Carabinieri Forestale Emilia-Romagna lo scorso giugno e che hanno incontrato in questi giorni il vicesindaco Eugenio Fusignani per esporgli le linee guida del progetto e soprattutto confrontarsi sui temi legati alla sicurezza.

Con la chiusura del campeggio erano stati infatti paventati anche problemi di ordine pubblico. Tra le caratteristiche del progetto la più importante è quella relativa alla volontà di voler rilanciare lo spirito originario che è alla base della vacanza da campeggio; pertanto le piazzole saranno destinate a tende, roulotte e camper e non sono previste strutture del tipo casette o bungalow. Il vicesindaco Eugenio Fusignani si è dichiarato molto soddisfatto del progetto.

“E una grande soddisfazione – ha detto il vicesindaco – vedere riaprire un’attività così determinante per lo sviluppo turistico della località, ma ancora di più mi preme sottolineare l’importanza che la riapertura rivestirà nella rivitalizzazione di un’area di pregio che supera uno stato di abbandono, torna fruibile per la collettività e quindi guadagna in sicurezza anche se non mancheremo di essere presenti e vigilare con le nostre forze di polizia locale”. L’area in cui insiste il campeggio Bisanzio è infatti tra le più belle dal punto di vista naturalistico, si trova nel territorio compreso tra Lido di Classe e Lido di Dante ed è chiamata a svolgere un ruolo di equilibrio tra l’urbanizzazione, la pineta e la spiaggia.

01/02/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.