Storia. Circoli repubblicani ravennati pubblicano volume per ricordare la Repubblica Romana

Il 9 febbraio 1849, esattamente 170 anni fa, l’Assemblea Costituente decretava la nascita della Repubblica Romana. Uno Stato moderno, civile, attento al rispetto non solo di un concetto di democrazia, a quel tempo ancora quasi sconosciuto, ma persino delle prerogative della Chiesa cattolica, che da secoli teneva in scacco il nostro Paese rendendone impossibile l’unificazione, pur finalmente nella separazione tra potere temporale e potere spirituale. A 170 anni da quei giorni grazie all’impegno dei Circoli repubblicani “Antonio Fratti” di Classe, “Goffredo Mameli” di Ravenna e “Epaminonda Farini” di Chiusa San Marco, è stato pubblicato - informa il Partito Repubblicano di Ravenna - un libro con la riproduzione anastatica di tutti i manifesti stampati dalla Repubblica Romana e rivolti ai Cittadini.

Manifesti della Collezione Mario e Paolo Guerrini, esposti per la prima volta a Roma nel 1980, dai quali emerge - continua la nota del Pri - davvero tutta la forza dirompente di un’idea moderna e profondamente giusta. Quella che per affermare davvero il progresso di un popolo non si possa prescindere dall’impegno civile, dall’educazione, da regole giuste e dal loro assoluto rispetto. Il volume è presentato da una brevissima prefazione firmata da quattro ex segretari della Federazione Giovanile Repubblicana a cavallo tra la fine degli anni 70 e la metà degli 80, e che hanno colto l’occasione per sottolineare quanto quei concetti che oggi sembrano astratti, nel mondo dei tweet e delle semplificazioni necessarie alla velocità dei social network, sono invece essenziali per assicurare ad una Società complessa, qual è una nazione, una corretta dinamica democratica ed una società più giusta per i cittadini.

In questi manifesti - aggiunge Pri - leggiamo la necessità di una corretta rappresentanza democratica e la possibilità di farne concreto strumento di governo, la correttezza della nostra cultura repubblicana e mazziniana, e la giustezza della nostra militanza politica e delle convinzioni personali e morali. Non esistono scorciatoie o facili sentieri: l’affermazione e la difesa della libertà e della democrazia richiedono impegno e sacrificio. La testimonianza della Repubblica Romana è un esempio che non va scordato. Mai.

Il volume, è prenotabile presso la Federazione Provinciale del PRI di Ravenna – info@pri-ravenna.it.

 

 

09/02/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.