LA CITTÀ CHE NON CI PIACE / Che si fa dell'ecomostro incompiuto?

LA CITTÀ CHE NON CI PIACE / Che si fa dell'ecomostro incompiuto?

Ormai sono passati più di dieci anni e all'ingresso della nostra diga a Marina di Ravenna ci ritroviamo questo ecomostro incompiuto. Dal momento che è ben visibile anche dalla spiaggia, mi chiedo: è un bel biglietto da visita per noi ravennati e per i turisti? Assolutamente no considerando che la diga è un punto di forza per il nostro paese. Si può risolvere questo problema? Il comune deve intervenire. Chi è il proprietario? Non si può obbligarlo a completare l'opera e se non ne ha le possibilità a venderlo in modo da poter valorizzare questa zona? Oppure siamo destinati per altri dieci anni o più a vedere questo edificio incompiuto. 

F. F. 

11/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Chiedetelo a Mercatali e soci
11/02/2019 - Federico
Fosse solo quello!
11/02/2019 - sipi
al momento siamo molto impegnati per l apertura del Bar sul molo opposto....ma con calma...... dopo ci prenderemo cura pure di questa struttura!!
11/02/2019 - mauro morigi
Ormai ci abbiamo fatto l'occhio a questo scempio.Una vergogna
11/02/2019 - FEC
Prima che diventi rifugio di clandestini sarebbe bene demolire questo obbrobrio. Al suo posto vedrei bene un bar ristorante con noleggio di surf, biciclette e canne da pesca. Forse così si riuscirebbe ad attirare un po' più di turisti.
11/02/2019 - Giovanni lo scettico
Ci vorrebbe una scossa ai politici ravennati, hanno stravolto l'aspetto di Marina di Ravenna. Anni fa era frequentata tutto l'anno dai giovani per via di una discoteca ormai rasa al suolo. Dove c'erano locali con affaccio sull'acqua hanno costruito appartamenti occludendo la vista del porto a quanti fino a poco tempo prima ne avevano beneficiato. il rilancio della darsena di Ravenna nonostante i proclami resta un'ipotesi. I supermercati ed i centri commerciali, quelli si ......i turisti faranno la fila!!!
11/02/2019 - SF
Quella sarebbe dovuta essere la Club House di Marinara. La ditta costruttrice è fallita quindi l'unica soluzione sarebbe d mettere all'asta la struttura nella speranza che interessi a qualcuno. E detto sinceramente di potenziale, vista la posizione, ne avrebbe da vendere!
11/02/2019 - Alessandro Grammatico
ma no, non esiste nessun mostro e poi il calcetto su sabbia aveva la priorità!!!! (trollface)
11/02/2019 - D.M
A Marina di Ravenna più di qualcuno si è dato da fare per realizzare a mare un'infrastruttura portuale turistica che, in quanto tale, di per sè costituisce "attrazione" per i potenziali utenti (porto accessibile con qualsiasi condizione meteo marina). Altra cosa sono i "servizi" a terra. Non basta ovviamente, fare contenitori per attività commerciali o edilizia turistica + o - residenziale o genericamente polivalenti: sarebbe utile produrre anche attività in grado di attirare nuovi utenti, quelli che oggi non sono interessati a Marina di Ravenna.
11/02/2019 - alberto
A distruggere parcheggi, il paesaggio e le bellezze naturali sono insuperabili.
11/02/2019 - Ravèna
Se la ditta costruttrice è fallita perché non la mettono all'asta ? Sono passati più di dieci anni. visto la posizione deve avere sicuramente molto interesse, si pagano un po' di creditori e si valorizza la zona.però bisogna fare un po' di pressing per i tempi non si può aspettare ancora .
11/02/2019 - Fabio
State tutti molto attenti perché questo altro obbrobrio potrebbe essere oggetto di una petizione per lasciarlo lì dove si trova per "usi pubblici" come sta accadendo per il "baretto provvisorio" ... magari come mega gabinetto (come è già)
11/02/2019 - Emanuele
andrebbe abbattuta tutto il complesso di Marinara... completamente inutile.... ridateci il KonTiki !!
12/02/2019 - Luciano
Non e' l'unica schifezza purtroppo. Per non parlare di quell' orrore visivo di Porto Reno a Casalborsetti. Dove tutto andra' in malora
12/02/2019 - Ala
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.