Spiagge aperte ai cani. Presentato il Progetto regionale "Un mare anche per me"

Spiagge aperte ai cani. Presentato il Progetto regionale "Un mare anche per me"
Ex-Borsa di Ferrara durante la presentazione del Progetto regionale "Un mare anche per me"

Domenica 10 febbraio è stato presentato il Progetto regionale Emilia-Romagna "Un mare anche per me". "Partendo dalla petizione on-line lanciata da Giacomo Gelmi "Abolizione divieto dei cani in spiaggia in Emilia-Romagna" che ha raggiunto 5.000 firme in brevissimo tempo, a dimostrazione di come sia cambiata la sensibilità delle persone e come oggi il cane sia vissuto come membro importante della propria famiglia, si è arrivati alla definizione di una proposta legislativa da sottoporre in Regione" - spiegano gli organizzatori dell'incontro alla Ex-Borsa di Ferrara.

Il Progetto Un mare anche per me, di cui è promotore Luca Delli Gatti, ha il sostegno di moltissime associazioni animaliste, di associazioni turistiche del territorio, imprenditori balneari e albergatori, ma anche di avvocati, medici veterinari e professori universitari, che hanno dato il loro contributo professionale in questo team così eterogeneo. L'obiettivo è quello di rendere possibile, con una giusta regolamentazione l'accesso dei cani in spiaggia, come già avviene negli altri luoghi pubblici.

Molteplici sono i vantaggi che se ne trarrebbero: dalla lotta al randagismo, all'incremento di turisti che oggi, avendo animali al seguito, scelgono altre mete per le loro vacanze o weekend.

All'incontro hanno partecipato, oltre ai Referenti del Progetto Luca Delli Gatti e Giacomo Gelmi, gli avvocati Erika Delbianco e Francesca Bettocchi di Gaia Animali ed Ambiente ONLUS, oltre alla Dott.ssa Giovanna Marliani del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie DIMEVET UniBo. E' stato gradito ospite Edgar Meyer che ha introdotto la proposta di legge regionale, offrendone una panoramica acuta e puntuale.

Erano anche presenti referenti politici di PD, Lega, Movimento 5 Stelle e Forza Italia, sia dei Comuni di Ferrara e Rimini, sia della Regione: Alan Fabbri, Paolo Calvano, Giulia Gibertoni, Matteo Fornasini, Nicola Lodi, Andrea Maggi, Aldo Modonesi, Filippo Zilli.

 

11/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Se passa la legge, ma spero tanto di no, faranno la differenza quei bagni che vietano comunque l' ingresso ai cani. Dato per scontato che una parte dei padroni non rispettano le leggi ma neanche il vivere civile, oltre alla città piena di cacche avremo anche le spiagge sporche. Complimenti!
11/02/2019 - Luciano
Sarebbe logico e democratico aprire una raccolta di firme per vietare i cani in spiaggia, ci sono semplici ragioni igieniche che lo richiedono. E poi questa gente va fermata, non possono imporre al mondo i loro animali fregandosene di tutti gli altri.
11/02/2019 - Giovanni lo scettico
vediamo se riusciamo a fare più spiagge per gli animali che per i disabili. non ho niente contro i cani, anzi, credo però alle priorità.
11/02/2019 - ciccio
Io non metterò mai piede in una spiaggia dove i cani siano liberi di andare a pisciare liberamente d'estate. Credo che non sia piacevole camminarci a piedi nudi o farci giocare con la sabbia i bambini. Questi sono eccessi di esagitati che ormai non sanno più vivere senza il cane, e che spesso hanno invece problemi con le altre persone. Mi pare si stia veramente esagerando. Spero che le Istituzioni continuino a rappresentare la maggioranza che... non ne può più. ST
11/02/2019 - st
Io vorrei presentare una petizione per portare i cani al cinema....... sarebbe un successone !
11/02/2019 - Emanuele
Spero che i portatori di cani a spiaggia non siano come quelli che se ne fregano quando i loro "cari" fanno i loro gradevoli bisogni anche dentro la galleria dell'Esp.
11/02/2019 - Graziano
abbiamo strade distrutte, argini e ponti che crollano e persone che ci lasciano le penne per questo e lo 0,1 percento della popolazione della regione decide di impiegare la giunta per fare altre regole per portare i cani al mare ............... roba da matti. Abbiamo migliaia di regole e leggi che non siamo in grado di far rispettare, ci voleva proprio qualcosa di nuovo per i mitomani del cane onnipresente.
11/02/2019 - albert
Ottimo. Merda di cane anche sul bagnasciuga oltre che sui marciapiedi.
11/02/2019 - Alessandro
St "chemme frega "libero/a di andare dove ti pare!
11/02/2019 - Onofrio
Concordo con i commenti precedenti, sfavorevoli a questa proposta di legge. Una sola osservazione: è da vedere se una legge che permettesse completo e libero accesso dei cani alla spiaggia aumenti il numero dei turisti. Sono di più gli affezionati padroni che ora non vanno al mare perché non possono portare con loro il cane, oppure sono di più quelli che finora sono andati, ma che verrebbero dissuasi da una presenza a loro sgradita?
11/02/2019 - Maria
Quanta cattiveria ho letto .Vero che ci sono degli incivili anche con.i cani .ma quelli lo sono sempre e comunque facciano . Per quelle che raccolgono sempre non c'è speranza di avete meriti e poter andare accompagnati.dal loro pelisetto .
11/02/2019 - Paola
Le riportate 5000 persone che hanno espresso il loro parere favorevole sono una frazione infinitesimale della popolazione Emiliano-Romagnola. (4.49 M nel 2017). Tradotto: 1.1 persona su mille persone. Un totale insuccesso da cui trarre conclusioni definitive. Vogliamo passare ad altro argomento ?
11/02/2019 - E_S_
Bravo Emanuele.i padroni dei cani vengono sempre solo vessati di insulti e quant'altro.perche'non dicono anche alle loro care mogli di non fare urinare i bambini sotto l'ombrellone???alle care signore gli scocci alzare o togliere le chiappe dal calore del sole e così i piccoli la fanb9 sotto l'ombrellone.non hanno di meglio a cui pensare.si creano problemi inutili.vadano a prendersi il sole in mezzo a un campo di barbabietole.io sono convinta che dal momento che ci sia una normativa verrà rispettata.basta dare addosso a chi ha un cane.chi non ha un cane non sa cosa si perde.ti ama in modo incondizionato e ti protegge.tutti commenti sempre solo negativi.statevene a casa vostra.al mare ci andranno cani e padroni finalmente e come si dice che passi la normativa.faro'una gran festa in spiaggia
11/02/2019 - Carla
Ma che proposta demenziale, speriamo sia rispedita al mittente. Adesso anche al mare devo stare attento a non calpestare escrementi, come in tutti i marciapiedi di Ravenna. Speriamo nel buon senso delle autorità.
11/02/2019 - Obezio
quindi personaggi che arrivano da tutta Italia decidono se dobbiamo pestare merda in spiaggia a Marina? Invoco il federalismo defecale.
11/02/2019 - lucmal
Spero bene,se dovesse passare questa legge,che gli imprenditori balneari,che accettano i cani nel loro stabilimenti, espongano cartelli ben visibili,per far si che chi come me, possa evitarli accuratamente.Mi è capitato in un ristorane, dove il cartello non si notava perchè posto in modo subdolo e poco evidente ,di alzarmi ed andarmene, quando nel tavolo vicino al mio hanno fatto accomodare dei clienti con 3 cani.
11/02/2019 - pericle
Personalmente ho due cani,ma non li ho mai portati in spiaggia,d'altronde faccio a meno di andarci anch'io...credo che preferiscano una bella corsa in un prato all'ombra piuttosto che sul sabbione bollente... mi trovo a dar ragione ai commenti precedenti, finché c'è gente che ignora le semplici regole della convivenza, quando li porto in giro,ne vedo tanti senza guinzaglio ( "tanto sono buoni" dicono,ma per far cadere una bicicletta basta poco e ne ho visti diversi rischiare di farlo!) e quando raccolgo i bisogni dei miei, sentirmi dire "Bravo che almeno tu li raccogli!", mi fa sentire un po' a disagio...
11/02/2019 - Andrea
Se facciamo le spiagge per cani perderemo tutti i turisti con bambini e anche i locali.Io non andrò mai in un bagno dove ci sono i cani. Mi sembra un'imposizione sbagliata,spero che i bagnini non aderiscano altrimenti avranno solo cani e i loro padroni. Con tutti i problemi che ci sono una ragione deve occuparsi di questi maniaci dell'animale.
11/02/2019 - Lisetta
contrario alla legge per rispetto ed amore verso gli animali i quali non gradiscono di certo il sole, il caldo, la sabbia, l'acqua del mare a meno che non siano cani per salvataggio, allora ok vicino al bagnino. Si sta esagerando per gli animali, chi non ha spazio o giardino/recinto esterno non prenda cani, costretti alla passeggiata in centro o a rimanere per ore sotto al tavolo di qualche locale, quanto starebbero meglio in cortile, in un recinto. Nella foto alla presentazione del progetto si vede tra gli altri un walmarainer cane da caccia....se potesse parlare.....non sarà mai andato a caccia, lasciamolo ai cacciatori. Grazie, riflettete.
11/02/2019 - eddaie
Perché non proporre anche una raccolte firme per i matrimoni con i cani ...Siano avanti un bel po'
12/02/2019 - robi
Posto che condivido il post di Emanuele (potrei averlo scritto io), si potrebbe anche approdare un bel progetto "una fioriera del centro anche per me", così finalmente piscio e miasmi saranno legali.
12/02/2019 - Emanuele (quello vero)
Non ho niente contro i cani...... ma credo che qualche volta dovrebbero ricordarsi di non lasciare certi padroni abbandonati sui marciapiedi.
12/02/2019 - Graziano
@Carla: il problema non sono i suoi cani, ma la loro padrona........ Chi fa urinare il bambino lo farebbe anche se avesse un cane.......... qui si critica l'incivilta,' se ci sono cacche di cane in giro ci sono padroni incivili, per questo devo stare a casa io??????
12/02/2019 - elio62
Non capisco tanta cattiveria ma dove sta il problema?se un esercente decide di permettere ai suoi clienti di andare con il cane!un altro esercente può vietare l'ingresso al cane!Quindi siete tutti liberi di andare dove volete.Torno a scrivere che di cattiveria ce ne sia tanta e qui si stia usando la scusa dei padroni perché si odiano i cani in generale.Ho il cane è non lo porterei mai al mare"non vorrei mai che si bruciasse con un mozzicone di sigaretta "
12/02/2019 - Giusy
@Paola e Carla .Vi consiglierei caldamente un corso di grammatica italiana.I Per rimanere in tema,è il caso di dire che:"Scrivete da cani"..!
12/02/2019 - Gianni
@elio62# parli dei padroni a casa?!?!
12/02/2019 - Dog
Gentile Giusy, la scusa degli "odiatori di cani" è usata spessissimo dai padroni maleducati che non sanno più cosa dire. Spero che lei non appartenga a questa categoria.
12/02/2019 - Giovanni lo scettico
Caro Gianni sono Carla e le rispondo che sono onorata di scrivere da cani in quanto li amo .la mia grammatica come dice lei è legata che ci vedo poco e le lettere nella tastiera sono piccole.per fortuna che abbiamo gente come lei che è così perfetto.io sono inoltre un padrone di un cane come ci definite e andiamo ancora bene che oltre a definirsi dei zozzoni per colpa dei nostri cani a me è la sinora Paola siamo state definite delle somare in grammatica.impegni il suo scrivere e il suo tempo diversamente.ta ne un ca...da fe
12/02/2019 - Carla
@Giovanni lo sciettico - lei come fa ad essere cosi sicuro che qui non ci sia chi odia cani?spero tanto che lei non sia tra quelli che usano i padroni per dare contro ai cani.
13/02/2019 - Sergio
Gentilissimo e amatissimo Giovanni lo sciettico-visto il suo commento direi che qui chi non sa più cosa dire sia lei!pensi ad evitare i nuovi autovelox!
13/02/2019 - Stefano
@Giusy: la convivenza nelle societa' civili si basa su regole non su amore/odio. @tutti: cerchiamo di interrompere la spirale dei ristorante/bar che accolgono - anche in modo subdolo - i padroni con cani. La scorsa estate mi viene assegnato un tavolo vicino 2 tavoli (2!!!) con cani. Dopo aver immediatamente fatto cambiare il tavolo alla cassa ho chiesto di essere avvertito PREVENTIVAMENTE ogni qual volta che ci siano cani nei tavoli vicini. Cosi' posso cambiare tavolo e molto piu' volentieri eventualmente ristorante.
13/02/2019 - E_S_
@E_S- Fai bene a cambiare ristorante o tavolo!farei la stessa cosa pure io se incontrarsi persone non gradite e poco coerenti! 5000 persone ecc....Passiamo ad altro!
13/02/2019 - Fracis
E _S _ Se c'è cartello che invita anche i cani ad entrare perché entri?Da esercente ti dico"prima di entrare leggi e se non ti va bene! Prosegui a gambe lunghe e ben distese!
13/02/2019 - Giuseppe
Gentili Sergio e Stefano, sono costretto un'altra volta a spiegare la mia opinione e mi scuso per la ripetizione: alcuni proprietari di cani sono maleducati e altri no. Quelli maleducati li detesto, gli altri no. Questa volta è più chiaro?
13/02/2019 - Giovanni lo scettico
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.