LA POSTA DEI LETTORI / A proposito di toilettes per passanti e turisti

LA POSTA DEI LETTORI / A proposito di toilettes per passanti e turisti

Sono stato a Milano e, con questa foto, volevo solo ricordare ai nostri amministratori (o a chi ci comanda) che non trovano dove posizionare le toilettes nella nostra piccola città, cosa esiste in quella grande città. Se guardate bene, sotto a quel monumento che è l'emblema di Milano ed è uno dei piu importanti e conosciuti d'Italia, ci sono le toilettes! Posizionate in bella vista, lì, pulite, ordinate (naturalmente a pagamento) e usate da migliaia di persone... e noi? 

A Ravenna città turistica, dove le guide non sanno dove accompagnare i turisti che hanno i loro "bisognini", non troviamo posti per le toilettes? Una zona come San Vitale e Galla Placidia ne è priva! Ma metterne una nel lungo piazzale dell'ex Caserma, no? Non ricordo S. Apollinare in Classe. A S. Apollinare Nuovo esistono? Non ricordo. Vicino a Piazza Kennedy c'è un posticino, vicino all'ex tribunale, che non dà fastidio a nessuno. Si porta via un posto auto? D'accordo, in ogni grande parcheggio, ne è posizionata una, ma chi non arriva in auto? Tornando in treno, ho visto la vergognosa situazione della toilette in piazzale A. Moro: ancora chiusa per vandalismi. Ma da quando è cosi? Da mesi! Ci vuole molto a sistemarla? In quel piazzale oltre che studenti, arrivano pullman di turisti! Niente: guasta! Signori: prendete questo esempio e posizionate queste sacrosante strutture nei posti strategici: eviteremo scene disgustose e profumi poco gradevoli lasciati in giro, purtroppo da persone che non sanno dove andare, e i turisti ci ringrazieranno, ancora di più.

Orano Zacchi

14/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Tempo fa a Brunico c'era un bar che faceva usare il bagno (comodo e pulito) facendo pagare € 0,50 a chi non consumava.
14/02/2019 - Giovanna F.
ORANO ...facciamo buon uso della memoria..si ricorda magari il casino inenarrabile per la "toilette" nella nuova Piazza Kennedy alzato dal solito vecchio postatore perché deturpava la vista...quei cessi sono sotto il Duomo di Milano...mica pizza e fichi.
14/02/2019 - L.S.
A St. Moritz ho visto in varie zone del centro bagni pulitissimi, gratuiti, talmente 'belli' da sembrare locali di intrattenimento: luci, immagini..tutto gradevole alla vista. Qua invece non c'è nulla da vedere, nè bello nè brutto, i servizi igienici pubblici sono tendenti a zero.
14/02/2019 - luisa
esatto .. per p.zza Kennedy solita figura da spazzacamini fatta dalla nostra Amministrazione
14/02/2019 - Munez
Posto una parte di sonetto di Olindo Guerrini che fa capire quanto gli amministratori ravennati tengano in conto le toilette e l'accoglienza turistica. Ch' l'inglesa ch'a strabghé dmenga matena In zir cun la pariglia d'e' Murett L'ha dett: «Paese sucido», l'ha dett, Parchè un s'trova nè un bagn nè una latrena. E mè ai ho arspost: «In quant ai bagn, babena, Un i' è nisson paes ch'as staga impett E s'un basta e' canel d'e' Mulinett Ui è tott e' Cangian fen a marena. Quant'a latren us chega da par tott Mo caso mai s'an vò mustré la fazza Ui n'è ona dal Scol ch'ui chega tott. Mancano le latrine? Un cazz t'amazza Che dal volt ch'us agioda un pó e' cundott Us sent e' fiè d' la merda fena in piazza.
14/02/2019 - sipi
Le toilette posizione inpiazza Kennedy 2/3 anni fa erano praticamente uguali alla struttura posta davanti al Duomo di Milano, ma i ravennati organizzarono addirittura manifestazioni in quanto deturpavano il paesaggio. Quindi i turisti andranno in giro con i sacchettini per i bisognini, come gli animali domestici e bottiglietta di acqua e detersivo per i liquidi
14/02/2019 - VALENTINA
Come rilevo (Sic! La memoria!) da soli 2 post qui sopra, tempo fa le toilette erano state installate in Piazza Kennedy ma per tanti ravennati la location, non era consona, non era adeguata per Piazza Kennedy e dopo aver fatto le solite strumentalizzazioni su tutto , l'amministrazione (io dico purtroppo) decise di ascoltare il "dissenso" di alcuni cittadini ...un polso un po' più energico non sarebbe stato male . Oggi avremmo bagni in piazza Kennedy e se proprio vi fossero sembrati più orrendi di quelli di Milano, si potevano "ingentilire" con del verde...ah no! Quello no! Ai ravennati il verde non piace! Infatti davanti ai negozi dove dovrebbero esserci piante loro ci spengono le sigarette! Vi lamentate ma ognuno dovrebbe fare la propria parte!
14/02/2019 - Viola
le toilette nella foto sono sul fianco del Duomo, quelle di Piazza Kennedy erano nel bel mezzo di una piazza deserta, difficili da non notare e la polemica scaturì, primo per la cifra assurda che ci sono costate, secondo per lo stile completamente stridente con l'architettura globale della piazza e dei palazzi che vi si affacciano, possibile che a Ravenna non si riesca a fare qualcosa di bello?
14/02/2019 - Hypersthene
@Hypersthene....forse non ricordo bene, ma mi pare che tale struttura ravennate, poi rimossa, avrebbe dovuto fare anche da pensilina per la fermata dell'autobus, per cui, era naturale installarla in quella zona. Hanno ragione Viola e Valentina: i ravennati attuali (a rileggere i commenti del passato, personaggi sia di destra che di sinistra) avrebbero avuto da ridire anche sulla costruzione di San Vitale.
14/02/2019 - Paolo
Che strano mondo, mi tocca essere d'accordo con quanto detto da Viola! Robe da matti.
14/02/2019 - Sylar Surfer
Sinceramente non mi piace una fila di bagni pubblici a fianco di un monumento milanese così bello. Così come un casermone grigio/nero vicino ai nostri monumenti. Già che esternamente non rendono molto (rispetto all'interno) se dobbiamo pure piazzarci il bagno pubblico a fianco peggioreremmo le cose. Meglio in qualche stradina/vicolo limitrofi per un minor impatto.
14/02/2019 - Dario
Ah che buffi questi ravegnani ! Pensano pure che il lato del Duomo sia meno visibile di un lato di piazza Kennedy. Che pena. I bagni c'erano ma la vs fighetteria lì ha fatto togliere . Memoria corta !
14/02/2019 - Giovanna Montanari
@hypersthene...- scusi, Lei dice che sono sul fianco del Duomo..e allora ?? cosa cambia??? anche quelle di Piazza Kennedy erano sul fianco della Piazza.- Lei ritiene che il fianco del Duomo non sia importante, come il davanti??Ma Lei c'è mai stato a Milano??quelle posizionate, che Lei dice sul fianco, sono in bella vista dall'entrata di Palazzo Reale....dunque ??? perche' non le mettiamo SUL FIANCO di San Vitale ? Ci sara' pure anche a Milano una Soprintendenza che ha dato l'ok !!!??? quella di Ravenna sarebbe d'accordo ???
14/02/2019 - armando
Secondo me i cessi accanto al Duomo sono ancor più brutti di quelli che per fortuna sono stati rimossi da piazza Kennedy, però ammetto di non avere adeguate competenze artistiche.
14/02/2019 - Alessandro
70 anni di demenza come hanno ridotto questa citta'!! vergogna!
14/02/2019 - italo
Sipi complimenti....ben venga Argia Sbolenfi. Italo come non darti ragione
14/02/2019 - Alan
Chiedo scusa: ma quel cubo che è rimasto in Piazza Kennedy, a cosa serve??? non potevano essere toelettes???? cambiava qualcosa ??? perche' non lo tolgono ??? questo non deturpa, come scrive Hypers...????.è nel bel mezzo della piazza.-
14/02/2019 - bilancia
Purtroppo le discussioni che hanno più seguito sono quelle di critica... l'Italia è piena di persone che sostengono che i treni arrivano in ritardo... purtroppo nessun italiano è ancora riuscito a proporre un modo reale di farli arrivare in orario. La proposta non paga politicamente; la critica si. Nel merito dei servizi igienici, se politicamente la necessità fosse condivisa, la soluzione tecnica si troverebbe. Il confronto va fatto prima, non dopo.
14/02/2019 - alberto
tranquillo Allessandro siamo in due in questo caso a non avere competenze artistiche
15/02/2019 - franco
Scusate ..ma se mettono in bella vista i cessi a Milano vuol forse dire che hanno fatto una cosa decorosa? Come si sa i milanesi hanno senso pratico ( in questo caso i cessi!) ma non hanno molto spirito "artistico" e poco rispetto per il duomo che tutto il mondo apprezza!
15/02/2019 - maria teresa
Secondo me a Milano hanno fatto bene a fornire "subito" il servizio che serve "adesso". Certamente a Milano, come probabilmente in tutte le città italiane piene di monumenti e strapiene di turisti, le uniche soluzioni possibili di risposta ai picchi di frequenze sono quelle standard e provvisorie. All'estero ho trovato chiese con i servizi igienici... è così improponibile? spazio credo ce ne sia per non dare nell'occhio. Ma, purtroppo, è il sindaco che deve fornire i servizi, e nulla può su una proprietà extra territoriale.
15/02/2019 - alberto
le toilette in piazza Kennedy erano orribili e visto che si faceva una cosa ex novo si sarebbe potuta fare in maniera esteticamente piu rispettosa della piazza, che poi l'amminstrazione abbia deciso, dopo le legittime proteste dei cittadini,di rimuoverne solo una parte, la dice lunga sulla capacitadella stessa.di operare scelte sensate. Il fatto che a Milano abbiano deciso di mettere su delle toilettes dello stesso tipo non rende piu presentabili quelle che erano in piazza Kennedy.
16/02/2019 - Anna M
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.