LA POSTA DEI LETTORI / A proposito della lettera recapitata al volo dentro un cortile

Il problema di riutilizzare ecologicamente i rifiuti, anziché farne montagne immonde di discariche o respirarli coi fumi degli inceneritori, passa attraverso raccolte differenziate organizzate bene. Su questo piano, Ravenna è “maglia nera” in Emilia-Romagna. Martedì scorso, il sindaco ed Hera hanno però annunciato che il 6 maggio partirà in quasi tutto il forese del nostro Comune la raccolta porta a porta dei rifiuti indifferenziati e di quelli organici, mentre carta, plastica, vetro e vegetali continueranno a dovere essere portati nelle isole ecologiche. 

Sistema zoppo dunque, ma un passo in avanti. Importante da subito è però che i cittadini siano bene informati su come comportarsi. Comune ed Hera dicono che “hanno inviato una lettera a tutti i cittadini per informarli sugli obiettivi da conseguire, le novità di servizio introdotte e invitarli ai numerosi incontri previsti sul territorio”.

È successo tuttavia che, quanto meno in diverse località del Consiglio territoriale di Ravenna Sud, la lettera è stata sì “inviata”, ma al volo, entro le aree cortilizie, sotto forma di lancio del disco da parte di un furgone in transito. Un cittadino di Madonna dell’Albero ne ha fatto un video https://youtu.be/a58fkxcTjgE, esploso sul web. Non è il modo corretto di informare, perché rischia di non andare a destinazione, vanificando e indebolendo l’iniziativa, e perché gettare della carta per terra, esponendola peraltro al vento e alla pioggia, è l’esatto contrario che preservare un territorio dai rifiuti, prima ancora che essere vietato dalla legge.

Non sappiamo quali direttive siano state date all’esercizio di tale attività, che oltretutto è un pubblico servizio. Di certo chi ne porta la responsabilità, dai vertici alla base, è da richiamare. Ma, ancora prima, Comune ed Hera, coautori della lettera, dovrebbero sapere che, essendo decisivo per il successo del porta a porta il coinvolgimento responsabile dei cittadini, le informazioni rivolte a loro devono arrivare con certezza a destinazione nel migliore dei modi, anche spendendo qualche soldo in più, ché tanto paghiamo noi con la TARI.

Nel caso, si stampano nomi e indirizzi sulla busta, facilissimo coi sistemi informatici, e se ne consegnano i pacchi al servizio postale, che per grossi volumi costa anche poco. Quale consigliere territoriale di Ravenna Sud, chiedo dunque al sindaco le spiegazioni e i chiarimenti del caso, possibilmente in buchetta.

Gianluca Benzoni

Capogruppo di Lista per Ravenna nell’area di Ravenna Sud

24/02/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Sono sempre piuttosto critico con questa amministrazione comunale e con certi atteggiamenti di Hera, ma francamente tutta questa sollevazione popolare per la lettera lanciata a terra è davvero troppo. Troppo.
24/02/2019 - Emanuele
Scrivo per segnalare che a me la lettera non è arrivata, neppure 'al volo' e la riunione ralativa alla mia zona sarà a Castiglione giovedì prossimo 27 febbraio. Da quanto mi risulta non sono un caso isolato.
24/02/2019 - Luisa
Concordo pienamente! Pago le profumate tasse e merito almeno di ricevere la corrispondenza dentro la cassetta postale!
24/02/2019 - Lidia
Sono anche io critico con l' attuale amministrazione e con Hera che a me sembra una multinazionale che lascia molto a desiderare. Il gesto della lettera gettata così in malo modo fa' riflettere. Oramai oggigiorno in giro si vede poca professionalità e gentilezza, e il tutto provoca profonda tristezza nei rapporti tra persone!!
24/02/2019 - Giancarlo
Rimango basita nel leggere che c'è chi si stupisce della sollevazione popolare per la lettera lanciata a terra. Forse qualcuno non riflette che lanciarla significa probabilmente non farla giungere al destinatario, infatti basta un'auto che passi per la strada a spostare aria quanta ne basta per far fare un nuovo volo alla busta, al di fuori del confine della proprietà. Al tempo in cui i mezzi informatici imperano, se da un lato non si può utilizzarli in via esclusiva perché non tutti i cittadini se ne servono, dall'altro credo che siamo tutti ben consapevoli che quello NON è un mezzo di comunicazione sicuro. E mi pare evidente che qualcuno ha mancato nell'adempimento del dovere per il quale era pagato con i nostri soldi.
25/02/2019 - Lara
Come minimo HERA dovrebbe comunicare con i suoi utenti via messaggio sui telefonini..altro che stampare carta e appaltare la distribuzione chiunque non sia delle Poste. La lettera lanciata dal furgone sinceramente mi sembra una fake news.. ma ditemi se oggi uno sta alla finestra pronto a filmare proprio mentre passa il furgone, per piacere dai va là
25/02/2019 - Marta
ESPLOSO = 200 visualizzazioni ... Anziché lamentare una consegna sbagliata, il Dott. Benzoni, dovrebbe chiedersi quale entità di risparmio abbiano i cittadini, nel momento in cui danno ad Hera un prodotto pronto da commercializzare, in quanto già separato.
25/02/2019 - Sandro
Solo per segnalare che jl contenitore dell'olio usato di fronte alla Coop straripa. Possible che non lo veda nessuno degli addetti?.
25/02/2019 - giorgio
Non posso che condividere questo articolo. Vergogna!!!
25/02/2019 - Marisa
....SANTA PAZIENZA !!! mi spiegate cosa centra l'amministrazione comunale?? perchè buttare sempre sulla politica? mi sembrate avvoltoi in attesa della carcassa ! il video in questione era da mandare a HERA in modo da informarla a quale agenzia affida la sua corrispondenza! vedere i PELI e non i PALI ....che tristezza !!
25/02/2019 - monica
@Monica: Leggere bene l'articolo, mai!! "Comune ed Hera, coautori della lettera" cito il testo, naturalmente.
25/02/2019 - Marisa
Cara Marta, se osserva bene non è una persona che sta alla finestra a filmare, ma una videocamera di sorveglianza. Magari bisognerebbe osservare meglio, invece di fermarsi all'apparenza.
25/02/2019 - S
Monica, che tristezza. Il servizio rifiuti è del Comune, che l’ha appaltato ad Hera, che gli risponde. La distribuzione di queste lettere è stata appaltata da Hera ad una società terza, che le risponde. Il cittadino paga la tassa rifiuti (TARI) al Comune, che gli risponde. L’annuncio della lettera è stata data in conferenza stampa dal sindaco insieme ad Hera. Dal comunicato stampa si ricava che la firma è congiunta. Giustamente, perché anche questa spesa è pagata dai cittadini con la TARI. I consigli territoriali sono del Comune di Ravenna. I consiglieri territoriali (come i consiglieri comunali) per i servizi del Comune, comunque siano appaltati dal Comune a società e coop di sua fiducia politica, si rivolgono a chi rappresenta il Comune (almeno fino al 2021). La politica non c’entra niente? Lei non difende politicamente nessuno?
25/02/2019 - Alvaro Ancisi
Sandro, http://www.ravennanotizie.it/articoli/2019/02/22/la-posta-dei-lettori-guardate-come-hera-mi-ha-lasciato-la-lettera-sulla-raccolta-differenziata.html : 365 condivisioni su un solo sito, non succede spesso. E comunque, l’uso del verbo “esplosa” non mi sembra centrale in questo articolo. Cordialmente.
25/02/2019 - Alvaro Ancisi
buongiorno sig. Ancisi, il mio non è un difendere nessuno, il sig. Benzoni poteva commentare il primo articolo senza bisogno di crearne un altro, questo è il mio pensiero.
25/02/2019 - monica
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.