Rotary Club Galla Placidia dona 1.115 Euro a Linea Rosa, per i desideri dei bimbi nelle case rifugio

Rotary Club Galla Placidia dona 1.115 Euro a Linea Rosa, per i desideri dei bimbi nelle case rifugio

Il concerto benefico Rotary&Music, promosso dalle consorti del Rotary Club Ravenna Galla Placidia a favore di Linea Rosa, si è concluso con la consegna di 1.115 euro all'associazione in difesa delle donne vittime di violenza. I fondi raccolti saranno destinati al progetto Un desiderio da esaudire, rivolto ai bambini delle case rifugio gestite dalle volontarie di Linea Rosa. 

In quell’occasione, nella cornice della Sala Corelli del Teatro Alighieri, è stato presentato da Emanuela Laghi un concerto per fagotto e pianoforte con Edoardo Casali, Giulia Contaldo e Luca Nannini. La serata è stata arricchita dalla lettura di alcuni brani letti dagli studenti del Liceo Scientifico Oriani di Ravenna e tratti dal volume Dante Esule realizzato da Giampiero Corelli e Monica Vodarich sul tema della violenza sulle donne.
Lo scopo perseguito dalle organizzatrici guidate da Antonella Gatta era contribuire a finanziare il progetto solidale "Un desiderio da esaudire" dedicato ai bambini delle case rifugio gestite dalle volontarie di Linea Rosa.
L’impegno di questa associazione che ogni giorno, da quasi 30 anni, si batte per la tutela delle donne in difficoltà è riconosciuto da tutti, e le consorti del Rotary Galla Placidia hanno lavorato a sostegno dei valori della solidarietà espressi nel tempo dalle volontarie che riescono a gestire situazioni molto complesse con impegno e determinazione.
Nel 2018 sono state ospitate e assistite da Linea Rosa 22 donne coi loro 22 bambini di età compresa tra i 2 e i 14 anni. Si tratta di persone che sono state costrette, per sottrarsi a violenze e soprusi, a cambiare il loro luogo di residenza, ad abbandonare gli amici, la scuola, i luoghi di riferimento.
Il progetto Un desiderio da esaudire è in continua evoluzione e prevede il sostegno alle azioni rivolte ai bambini ospiti delle case rifugio per permettere loro di svolgere alcune attività sportive, di partecipare ai CRE estivi, di viaggiare sui mezzi pubblici per raggiungere la piscina o il mare. Soprattutto il sostegno alle attività estive permette di tenere impegnati i bambini in attività educative e di socializzazione permettendo alle mamme di continuare a lavorare. Si tratta di attività inclusive che possono sembrare banali, ma sono indispensabili per dare un po’ di serenità agli ospiti delle case e per poterli avviare ad un percorso di rinascita.
La Presidente di Linea Rosa Alessandra Bagnara, nel ringraziare del contributo a nome delle mamme e dei bambini che usufruiranno delle attività, ricorda che purtroppo a volte è stato necessario dire dei no alle richieste dei bimbi, proprio per scarsità di fondi.
Il Presidente rotariano Paolo Bassi ha sottolineato come il Rotary persegua tra i suoi scopi la protezione delle madri e dei bambini nel quadro del sostegno alle nuove generazioni e ha mostrato ancora una volta grande apprezzamento per il lavoro delle consorti, sempre rivolto al bene comune.

07/03/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.