Verdi: Aderiamo allo sciopero per il clima e chiediamo coerenza a chi vuole partecipare

I verdi aderiscono allo sciopero globale per il clima indetto in tutto il mondo per venerdì 15 marzo, dopo aver partecipato, in questi mesi,in molte città italiane e dell'emilia romagna ai venerdì per il futuro. Il cambiamento climatico bussa alla nostra porta e la sfonda: è esperienza diffusa vivere siccità, alluvioni. bombe d'acqua, venti fortissimi, trombe d'aria.. caldo infernale.

Indetto su iniziativa della ragazzina svedese Greta Thunberg che da mesi sciopera ogni venerdì e sostenuto in Italia anche dal climatologo Luca Mercalli, che ha invitato gli studenti a mobilitarsi, è una occasione per porre tutti di fronte alla gravità del cambiamento climatico che mette a rischio la stessa sopravvivenza della specie umana.

Secondo gli scienziati restano solo dodici anni per poter agire in modo da ridurre l'impatto negativo del cambiamento climatico. Ma si può fare, se verranno prese le giuste decisioni. Ridurre del 50% le emissioni di CO2. Questo comporta l'abbandono dei combustibili fossili e l'uso di energie rinnovabili. Papa Francesco nell'enciclica "Laudato si' " lo aveva scritto. Il Dalai Lama lo dice da anni.

Si impone un cambiamento delle abitudini dannose che ognuno di noi pratica quotidianamente. E quindi un cambiamento vero delle scelte politiche. Oggi nel nostro Paese prive di consapevolezza della gravità della situazione. Ma con Agricoltura Biologica, trasporti su ferro,economia verde e circolare che crea posti di lavoro,conversione ecologica, potremmo farcela.

Occorre però abbandonare il vecchio modello . Aderire allo sciopero globale per il clima e sostenere trivelle e autostrade è una truffa che rende poco credibile questa occasione importante. Occorre scegliere da che parte stare. Il passato fossile o il futuro rinnovabile. Gli amministratori che vogliono autostrade e trivelle stiano a casa loro a difendere l'economia fossile che ci ha portati al disastro.

Benvenuti invece coloro che vogliono intraprendere strade nuove. I Verdi ci saranno con la coerenza dei loro programmi che non ha bisogno di proclami o di bandiere.

Paolo Galletti co portavoce Federazione Verdi Emilia Romagna

11/03/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Le trivelle servono per produrre a costi più bassi l'energia che ci serve. Altrimenti non è che non si consuma, semplicemente si consumano idrocarburi nella stessa quantità, ma a costi infinitamente più alti. La vera coerenza che dovete chiedere ai vostri "marciatori" è quella di tenere i riscaldamenti a 20°, di usare bici, mezzi pubblici e car sharing, di non sprecare o abusare di cibo, acqua, carta, imballaggi, ecc, di riciclare tutto, di non comprare auto caccarone, di usare prodotti a km zero... Questo è l'impegno che il Pianeta chiede. Non la scelta di una piazza! L'economia fossile è la scelta dei popoli, non quella di pochi cattivoni.
11/03/2019 - Marco O.
Sto con Marco.- Ma loro arriveranno sicuramente alla manifestazione con i loro SUV e cercheranno di parcheggiare il piu vicino possibile alla Piazza.- Io ci saro' e chiedero' a qualcuno di loro, in casa con che cosa si riscaldano.- L'acqua calda con che cosa la producono.- se hanno il caminetto a legna.- con che cosa cucinano le braciole.......ecc.ecc. ecc...
11/03/2019 - bilancia
E quindi io che sabato sarò in piazza a Ravemna per difendere il mio posto di lavoro ...non posso partecipare e credere in un mondo più sostenibile?? Io che da 30 anni uso l’auto a metano, io che ho speso anni fa tanti soldi per convertire il riscaldamento del condomino da gasolio a metano, io che con uno sforzo economico sovraumano (con sacrifici) ho costruito la mia nuova casa in classe A (affiancando i pannelli alla caldaia superefficiente a metano).... Quindi io non sarei legittimanto a partecipare alle manifestazioni per l’ambiente??? Poi si capisce perché i vedi in Germania (favorevoli alle ferrovie e ai termovalorozzatori e tante altre cose qui da noi tabù.... ) sono in salute e qui in Italia si sono ridotti allo zero virgola .... Secondo me se continuate con questa ideologoa sparisce anche il decimale che vi è rimasto. Cordiali saluti
11/03/2019 - Portuale
L' uomo è il maggior responsabile della desertificazione del pianeta e del cambiamento climatico e piú siamo e peggio sarà, quando riusciremo a capirlo sarà troppo tardi.
11/03/2019 - Ravèna
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.