VOLLEY / Consar Ravenna non sfigura di fronte ai campioni del mondo di Trento

VOLLEY / Consar Ravenna non sfigura di fronte ai campioni del mondo di Trento
Rychlicki cerca il punto

Come contro Perugia, anche contro Trento la Consar deve farsi bastare gli applausi e i complimenti. Goi e compagni ripetono per atteggiamento, intensità, mentalità e qualità del proprio gioco, la prova di domenica scorsa, con un Verhees in grande spolvero (10 punti, con 3 muri e un 50% in attacco), un Raffaelli molto positivo (10 punti anche per lui, con 2 muri) e un Rychlicki sempre pronto a colpire (14 punti per lui e un 48% in attacco), costringendo i campioni del mondo ad attingere al loro ampio serbatoio di qualità e forza per aggiudicarsi il match. 

Finisce 3-0 ma per quanto si è visto e per quanto ha fatto in campo, Ravenna avrebbe meritato molto di più.

I sestetti. Ancora senza Lavia, Graziosi si affida al sestetto tipo. Non cambia sestetto nemmeno Lorenzetti che si affida a Giannelli in regia, Vettori opposto, Candellaro-Codarin al centro, Kovacevic-Russell schiacciatori e Grebennikov libero. La cronaca della partita Si esce dal punto a punto iniziale grazie a Verhees e a Raffaelli che firmano il primo +2 della partita (4-6), subito annullato dall’Itas. Si prosegue con grande equilibrio, con sorpassi e controsorpassi, e con scambi spettacolari, a conferma che la Consar ha iniziato col piglio giusto e con grande personalità questo match. La seconda accelerata del set è dell’Itas con un punto di Codarin e un errore Consar per il 17-15 Trento e per il time-out di Graziosi. È un gran muro di Verhees su Russell a fissare la nuova parità a quota 19.

Nuovo allungo Itas sul +3 (23-20) ma la Consar è strepitosa nel trovare la parità con Rychlicki, Verhees e Raffaelli. È Russell a togliere le castagne dal fuoco a Trento firmando i due punti che valgono il set. Ravenna non demorde e comincia molto bene anche il secondo set, rispondendo colpo su colpo all’Itas e alle bordate di Kovacevic al servizio. Si arriva al 7-6 quando l’Itas piazza un break di 3 punti che costringe Graziosi a rifugiarsi nel time-out. Trento non concede però margini di recupero questa volta e mantiene il +4 domando i tentativi della Consar. Un ace di Vettori spedisce Trento a +6 (18-12), quello di Russell a + 8 (21-13). Vettori mette giù il pallone del 25-17.

La Consar non si arrende e non si abbatte e nel terzo set piazza l’accelerata che la porta al +3 (4-7) e con cui smuove l’equilibrio iniziale. Trento annulla il tentativo trovando la parità a quota 8 e il vantaggio (9-8) con un gran muro di Codarin su Raffaelli. Che si riscatta con un positivo turno di battuta, condito da un ace, che fa volare la Consar al +4 (9-13) grazie anche al muro di Russo e a un attacco di Poglajen. Ma Trento non vuole fare concessioni e arriva al nuovo pareggio a quota 16 con un attacco dal centro di Kovacevic. Ma Ravenna vuole il set a tutti i costi e piazza un altro break di tre punti (17-20) con Rychlicki e due punti di Raffaelli. Niente da fare neanche in questo frangente.

Trento si avventa sulla Consar e si riporta in parità. Nel finale la spunta Trento, anche con un videocheck contestato, mortificando la Consar che almeno un set lo avrebbe proprio meritato.

Il commento del coach: “Dispiace perché anche oggi abbiamo fatto una buona prova; abbiamo tenuto testa all’Itas in casa sua, però torniamo a mani vuote. C’è rammarico, prendiamo la buona prestazione – spiega Gianluca Graziosi - e cerchiamo di riproporla domenica in casa contro Padova. Ce la siamo giocata alla pari in quasi tutti i fondamentali; non siamo stati alla pari nel contrattacco su palla alta dove sono stati più bravi, noi forse abbiamo creato anche più occasioni di loro e a pallavolo logicamente vince chi la palla la mette per terra, e al servizio dove il computo battute vincenti-battute sbagliate è a vantaggio loro. Abbiamo provato anche a cambiare qualcosa con un po’ più di salto flot e nel terzo set ci eravamo anche riusciti, però merito a Trento che come all’andata non ci ha regalato niente”.

Prevendita per Padova. Da oggi lunedì 11 marzo, alle 12 aperta sul circuito vivaticket la prevendita per la partita di domenica prossima al Pala De Andrè contro Padova. La prevendita sarà attiva fino alle 12 di domenica prossima.

 

Trento - Ravenna 3-0 (25-23, 25-17, 25-22)

ITAS TRENTINO: Giannelli 2, Vettori 9, Codarin 9, Candellaro 4, Kovacevic 16, Russell 13, Grebennikov (lib.), Van Garderen 1, Nelli 1, Cavuto. Ne: Daldello, De Angelis (lib.), Acuti. All.: Lorenzetti.

CONSAR RAVENNA: Saitta, Rychlicki 15, Russo 6, Verhees 10, Raffaelli 10, Poglajen 7, Goi (lib.), Di Tommaso, Argenta, Marchini. Ne: Elia, Smidl. All.: Graziosi.

ARBITRI: Puecher di Padova e Lot di Santa Lucia di Piave.

NOTE: Durata set: 30’, 29’, 35’ tot. 94’. Trento (6 bv, 9 bs, 9 muri, 5 errori), Ravenna (2 bv, 13 bs, 8 muri, 7 errori). Spettatori: 2880 per un incasso di 21723 euro, MVP: Kovacevic.

11/03/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Con gli applausi ed i complimenti delle grandi squadre non si va da nessuna parte. E' stato sbagliata la gara, forse, più importante della stagione, quella contro Sora che ci avrebbe permesso, vincendo Domenica prossima con Padova, di nuovo forse, di entrare nelle 8 dei play off...
11/03/2019 - C.
Ad ogni modo non saremo andati ai play off anche coi 3 punti contro Sora; gli abbiamo lasciati per strada prima, una volta fatti quasi subito15 punti e salvezza quasi in ghiaccio con conseguente rilassatezza mentale. Da quel momento sono rimasto un po’ deluso.
11/03/2019 - Gio
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.