CMC diffida Il Sole 24 Ore dal diffondere notizie "distorte" e "fuorvianti": nessuna bancarotta

CMC diffida Il Sole 24 Ore dal diffondere notizie "distorte" e "fuorvianti": nessuna bancarotta

"In relazione a notizie diffuse oggi da un quotidiano economico (Il Sole 24 Ore, ndr), CMC precisa che quanto riportato è frutto di una ricostruzione distorta e fuorviante della realtà, quando non fondata su dati del tutto inveritieri. - così recita una nota della grande cooperativa ravennate - La società non è mai stata in bancarotta ma, come noto, ha avviato una procedura di concordato in continuità, ammesso con decreto del Tribunale di Ravenna. È al momento in fase conclusiva l'elaborazione del piano previsto per il concordato, piano che sarà a breve approvato e presentato nelle prossime settimane." 

"Fra i molti errori contenuti nell'articolo, vale la pena di precisare in particolare che i lavori in Kenya sono stati aggiudicati ad una joint venturetra CMC e ITINERA e al momento non è stata formalizzata alcuna accusa alla società per i reati menzionati nell'articolo. - continua la nota CMC - Inoltre, nessun dipendente o collaboratore è mai stato messo agli arresti domiciliari per i fatti ipotizzati e nessuna richiesta di liquidazione è mai stata presentata per rimborsare investitori e fornitori. Vale la pena precisare anche che CMC non è sotto inchiesta in Sud Africa in relazione ad alcuno dei suoi progetti, contrariamente a quanto falsamente riportato, e che per quanto riguarda le attività della società in Nepal uno dei due contratti è stato terminato da parte della stessa CMC a fine 2018 mentre l’altro non è mai partito in quanto non è mai stato versato a CMC l’anticipo contrattualmente previsto."

"Per quanto detto, CMC si riserva il diritto di adire le opportune sedi a tutela della propria immagine e per il risarcimento dei danni procurati dalla diffusione di notizie così lontane dal vero. Si diffida pertanto chiunque dal riprendere o diffondere gli elementi falsi e diffamatori contenuti nell'articolo" conclude CMC.

14/03/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.