Sciopero per il clima. Piazza del Popolo piena di studenti per manifestazione a favore dell'ambiente

Sciopero per il clima. Piazza del Popolo piena di studenti per manifestazione a favore dell'ambiente

Tanti i giovani che anche a Ravenna hanno aderito alla chiamata per l'ambiente, contro i cambiamenti climatici: piazza del Popolo questa mattina, venerdì 15 marzo, brulicava di studenti "armati" di cartelli, per lo sciopero studentesco #globalstrikeforfuture, lanciato dall'iniziativa di Greta Thunberg, la 16enne svedese, recentemente proposta anche per il premio Nobel.

Da una stima approssimativa, si può dire che le aspettative di adesione degli organizzatori siano state ampiamente superate: in piazza tra le 9 e le 10 della mattina, erano presenti almeno 500 giovani, anche giovanissimi delle elementari accompagnati dai genitori, ma prevalentemente studenti delle scuole superiori di Ravenna, oltre al gruppo degli universitari, le cui fila andavano ad ingrossarsi con lo scorrere del tempo.

"Noi dovremo restare qui ancora per molto e bisogna che il pianeta resista. Ci aspettiamo di essere ascoltati dalle istituzioni, dal livello locale, fino al Governo", dicono un gruppo di ragazze di IV Liceo Classico - inidirizzo scienze umane.

"Io penso che questa manifestazione sia un'occasione per farci sentire - dice un'altra giovanissima del Liceo linguistico -. Gli adulti dicono sempre che noi giovani non ci interessiamo alle cose, che ci escludiamo da soli. Questa è stata un'occasione - mossa anche da una ragazzina come noi - per far sì che gli adulti, che hanno modo di parlare con chi conta, ci possano ascoltare e far cambiare le cose".

"Questo genere di mobilitazioni attrae un sacco di gente - aggiunge un'altra studentessa - e può aiutarci ad essere sempre di più. Più siamo, meglio è, per arrivare all'apice del potere e far sì che quello che facciamo abbia un senso".

Nel resto della mattinata, si alterneranno flash mob e altre iniziative per animare il presidio in piazza.

 

Anche Art.1 Movimento Democratici Progressisti Ravenna è “ dalla parte dei ragazzi e ragazze oggi hanno manifestato oggi in piazza del Popolo per chiedere risposte serie e concrete rispetto al tema del #cambiamentoclimatico. Una generazione additata per troppo tempo di essere disinteressata sta dimostrando di avere coscienza di sé e del mondo, di essere tutto fuorché disinteressata, d'essere pronta ad assumersi la responsabilità del cambiamento che serve attuare. A tutte quelle persone, giovani e meno giovani, che combattono per un futuro migliore, per un mondo più pulito, contro il cambiamento climatico e che credono che ci sia bisogno di un cambiamento, noi diciamo: siamo con voi. Perché non abbiamo alternative e non abbiamo un pianeta B. #ArticoloUno è dalla vostra parte. Il futuro è solo #ECOLOGICO”.

15/03/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Ho seri dubbi che i giovani siano davvero "sostenibili"... Gli studenti universitari di alcune città romagnole preferiscono di gran lunga la comodità dell'auto al trasporto pubblico, anche quando ben presente. Mi auguro davvero che questa giornata sia, per i più giovani, non solo una giornata di sboccia -- perdonate il cinismo.
15/03/2019 - Emanuele
Bravissimi tutti..è ora di farsi sentire sempre più forte e spesso.. nella speranza, che a forza di insistere qualcuno dei potenti ci possa ascoltare....il tempo stringe e il pianeta TERRA innanzi tutto deve essere rispettato al massimo e spetta a tutti e a tutte le generazioni che ci saranno in futuro.
15/03/2019 - grace
Siamo alle solite, facile dare la colpa ai giovani, la nostra la mia generazione dovrebbe almeno avere il coraggio di chiedere scusa non solo per l'ambiente !!!!
15/03/2019 - Francesco
caro Emanuele se i meno giovani fosse molto sostenibili e le nuove generazioni fuori strada potremmo dire quello che dici tu, purtroppo mi sembra piu il contrario... almeno oggi cerchiamo di vivere e pensare sostenibile!!!!! l'ottimismo è sostenibile le manfrine e i musi lunghi NO... Se abbiamo un futuro passa attraverso i nostri giovani, io sono sempre con loro!!!
15/03/2019 - ste
Rispettare il Pianeta è mooolto più difficile, scomodo e noioso di quello che sembra a questi ragazzi, comunque molto belli da vedere. Bisogna cambiare radicate abitudini alimentari, di trasporto, di consumi, di comportamenti... Bisogna persino cambiare ambizioni, sogni, il concetto filosofico e culturale della parola "ricchezza". Molto più facile a dirsi che a farsi. Intanto cominciamo a dirlo, però bisogna sbrigarsi anche a farlo.
15/03/2019 - Marco O.
SEMPLICEMENTE FANTASTICI !!!!!!!!!!!!
15/03/2019 - Andrea
Inviterei gli studenti a studiare termodinamica: l'entropia aumenta sempre ed è un processo irreversibile. Quindi prima di manifestare, studiate bene e poi capite l'inutilità di quello che avete fatto oggi
15/03/2019 - Gianluca
Bravi speravo proprio in una presa di coscienza di voi giovani.Dopo avervi aiutato a nascere per decenni ora vorrei aiutarvi nel recuperare il disastro che le generazioni precedenti hanno creato.Speriamo non sia già troppo tardi
15/03/2019 - Giorgio
Purtroppo Emanuele ha ragione..mi auguro che questi giovani mantengano questo entusiasmo e acquistino concretezza quando saranno nelle stanze dei bottoni. Da subito direi che possano analizzare i loro comportamenti e aiutare le famiglie a correggersi...il messaggio di oggi è senz'altro positivo.
15/03/2019 - mg
Ho solo riportato una evidenza e auspicato che si possa cambiare, perdonando il mio cinismo. Largo ai giovani e ai ben pensanti.
15/03/2019 - Emanuele
X GIANLUCA, magari se riuscissimo a comportarci meglio ritarderemmo di qualche secolo il punto di equilibrio !!!
15/03/2019 - PAOLO79A
anche la mia generazione era così.poi gli anni sono passati e siamo diventati così.con passare degl anni la vecchiaia,rovina l uomo.un pensiero, la vita si allunga e il mondo va sempre peggio.le due cose ,coincidano??
15/03/2019 - batti
Francesco a chiedere scusa forse dovrebbero essere i potenti degli ultimi 50 anni non certo noi poveri mortali di questa e delle passate generazioni. Più che fare raccolta differenziata e tenere il riscaldamento sui 19 gradi che altro dovremmo fare?!
16/03/2019 - Ale
Bravi, bravissimi e anche belli questi giovani, che, purtroppo, in molti ne hanno approfittato per fare "sboccia" e per lasciare cartacce ovunque per la Citta'.- vorrei sapere quanti di loro, oggi, avendo la possibilita', hanno inforcato la bici o un bel paio di scarpette per raggiungere la scuola o altri luoghi di appuntamenti con amici !!! bravi, comunque, è giusto farvi sentire !!!
16/03/2019 - armando
perchè nessuno parla dei miliardi di bombe che nelle infinite guerre hanno di certo sconvolto anche il clima? spero che questi bravi ragazzi prendano coscienza anche di questo fattore non certo per il clima meno importante- e chi ha innescato il tutto forse lo ha fatto per non fare riflettere su questa causa
16/03/2019 - leo
Gianluca hai perfettamente ragione! Ai manifestanti piacerà stare al caldo in inverno a fresco in estate avere energia elettrica acqua potabile cibi freschi...ecc
16/03/2019 - Artemio
Sig.Gianluca, ci spieghi cos'é l'entropia, ci convinca che quello che ha scritto sta in piedi, oppure abbia pietà per la sua tastiera e si vada a fare un rubamazzo con gli amici.
16/03/2019 - Termodinamico
Chissà se i figli in piazza venerdì hanno confrontato gli argomenti con i genitori in piazza sabato. Sarebbe Interessante ascoltare cosa eventualmente si siano detti. Questa è la Ravenna dei contrasti inconciliabili. Troppi.
16/03/2019 - E_S_
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.