Tempi di attesa ai passaggi a livello. Panizza (Gruppo Misto): interrogazione al sindaco per ridurli

"Una crociata per ridurre i tempi d’attesa ai passaggi a livello", così definisce il consigliere comunale Emanuele Panizza la trafila iniziata il 21 marzo 2018, con la presentazione di un ordine del giorno, poi modificato e approvato il 15 maggio dal consiglio comunale. "Per tenere monitorata la questione ho provveduto a presentare un‘interrogazione il 17 luglio 2018 - spiega il consigliere del Gruppo Misto -, ponendo una serie di domande tra cui lo stato delle cose, quali azioni fosse possibile intraprendere e quale il costo per ogni singolo passaggio a livello per adottare il sistema di chiusura/apertura automatico".

"Domande alle quali - prosegue Panizza - non ho avuto risposta nel corso del consiglio del 9 ottobre 2018, quando è stata discussa l’interrogazione. Di conseguenza il 19 ottobre ho presentato un’ulteriore interrogazione a risposta scritta, alla quale ho ricevuto riscontro in data 18 gennaio 2019 e così cita: Omissis '... purtroppo i tempi di attesa dei passaggi a livello sono legati al rispetto delle condizioni di sicurezza definiti da RFI e non è possibile adottare azioni per ridurre tali tempistiche...' omissis".

"Come dichiarato nel corso del consiglio comunale avvenuto il 9 ottobre - aggiunge il consigliere -, io stesso ho interpellato un ex funzionario di RFI il quale mi disse che è possibile adottare il sistema di apertura/chiusura automatico su questi specifici passaggi a livello: via Basilica (Glorie), via Zuccherificio (Mezzano), via Canalazzo (Ravenna) anche quando il treno è in partenza da Ravenna nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza definite da RFI".

"Considerato che siamo al 14 marzo 2019 ed è trascorso quasi un anno - dice Panizza nell'interrogazione - chiedo che il sindaco interpelli urgentemente RFI e chieda un riscontro scritto sulla questione in essere che dia finalmente un’esauriente risposta ai vari quesiti posti, e ce ne dia pubblica evidenza".

15/03/2019

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.