Incontro sulla legalità nella scuola media di Piangipane con Dina Costa e Andrea Bilotto

Nella serata di ieri, giovedì 21 marzo 2019, presso l’Aula Magna della Scuola media “Casadio” di Piangipane, facente parte dell’Istituto Comprensivo “Valgimigli” di Mezzano, ha avuto luogo un partecipato incontro con i genitori e i docenti degli alunni della locale scuola media, con relatori l’avv. Dina Costa e il dott. Andrea Bilotto.


Accolti dal dirigente scolastico Giancarlo Frassineti, insieme al coordinatore della scuola media di Piangipane Marco Montalto e alla referente del progetto Stefania Montanari, Andrea Bilotto, psicologo-psicoterapeuta cervese, specializzato in psicoterapia sistemica integrata, da diversi anni impegnato sull’analisi del bullismo e del cyberbullismo, con numerose pubblicazioni sul tema, con interventi e incontri in più di 160 scuole in tutta Italia, Presidente dell'Associazione Italiana di prevenzione al Cyberbullismo e al Sexting (AICS), partendo da una più generale disanima degli odierni costumi pervasi dalla diffusa immersione nel mondo dei Social, con tutti i rischi connessi per adulti e studenti, ha delineato i contorni del fenomeno del Cyberbullismo, forma di bullismo particolare e in espansione, individuando nella prevenzione e nella responsabilizzazione del gruppo il principale contrasto al fenomeno, non limitando l’attenzione al bullo e alla vittima, ma conseguendo l’apporto attivo, non passivo, degli altri componenti del gruppo, capace di isolare e interdire l’azione del bullo.

Dina Costa, ravennate, titolare dell’omonimo Studio Legale Costa dal 1996, con una solida esperienza in numerose discipline giuridiche, in particolare, del diritto civile in tutte le sue declinazioni, ha analizzato il Diritto sul reato di Cyberbullismo, le gravi responsabilità, anche penali, di adolescenti (se ultraquattordicenni) e dei genitori dei minori, partendo dal fondamento della nostra Costituzione per giungere alla L. 71 del 29 maggio 2017, “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, esplicitandone le responsabilità dei minori, degli adulti ed i compiti affidati alle Scuole, individuando nell’educazione al rispetto delle regole l’elemento primo per fronteggiare il fenomeno. La serata si è conclusa con un dibattito/confronto con i genitori e i docenti presenti.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.