MareLibera, raduno nazionale di Unione Italiana Vela Solidale per la prima volta a Marina di Ravenna

MareLibera, raduno nazionale di Unione Italiana Vela Solidale per la prima volta a Marina di Ravenna
Un'immagine della conferenza di questa mattina al Palazzo della Regione

Dal 9 al 12 maggio tanti eventi in programma all'insegna dello sport, con regate, spettacoli e convegni

Presentata questa mattina, martedì 2 aprile, al Palazzo della Regione la nona edizione di MareLibera, alla presenza dell’assessore al Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, del consigliere regionale Gianni Bessi, del presidente dell’Unione Italiana Vela Solidale, Ubaldo Lucci, dell’assessore al Turismo del Comune di Ravenna, Giacomo Costantini, del vicepresidente del Comitato Italiano Paralimpico, Davide Scazzieri e del presidente dell’associazione Marinando Ravenna, Sante Ghirardi.

"Una bellissima iniziativa - dichiara l'assessore Costantini - che testimonia la volontà della nostra città di essere una metà accessibile per tutti, anche per i turisti". "Principale pilastro della nostra regione - aggiunge l'assessore regionale Andrea Corsini - sono turismo e sport e questa iniziativa darà un contributo a rafforzare questo binomio".

In occasione del decimo anno di attività dell’associazione Marinando, da giovedì 9 a domenica 12 maggio si svolgerà per la prima volta a Marina di Ravenna la nona edizione di MareLibera, il raduno nazionale dell’Unione Italiana Vela Solidale. MareLibera 2019 sarà una kermesse di quattro giorni all’insegna dello sport, con regate, spettacoli, convegni e divertimento, dove il mare e la vela si uniranno per creare un’esperienza di vita capace di superare ogni disagio sociale; sarà altresì occasione di incontro tra le molteplici associazioni appartenenti all’UVS (Unione Vela Solidale) per condividere le esperienze di tutti coloro che navigano insieme, con lo scopo di testimoniare i valori della solidarietà tramite il mondo della marineria e, non ultima, la condivisione di esperienze di vita tra diversamente abili.

"La forza ricettiva del territorio ravennate - afferma il presidente di UVS Ubaldo Lucci - e la forza organizzativa dell’associazione Marinando porteranno sicuramente ad un grande risultato, io personalmente richiamerò a MareLibera tutte le nostre associazioni che provengono da 10 diverse regioni e parteciperanno con più di 400 utenti".


IL PROGRAMMA


Nelle giornate di venerdì 10 e sabato 11 maggio sarà presente lo scultore non vedente di fama internazionale Felice Tagliaferri le cui creazioni nascono a livello mentale per poi prendere forma attraverso l’uso sapiente delle mani guidate da incredibili capacità tattili.

Nella mattina di venerdì 10 maggio più di 500 bambini incontreranno le unità navali del porto e le associazioni aderenti all’ Unione Vela Solidale seguirà poi nel primo pomeriggio, il trofeo UVS, una competizione velica tra le associazioni UVS e locali alla quale parteciperanno anche gli atleti dell’Homerus Project ossia la vela per non vedenti. La giornata di sabato 11 maggio sarà dedicata al rapporto tra disabilità e sport e saranno presenti numerose attività sportive accessibili. Scazzieri: “noi come comitato paralimpico siamo molto felici di partecipare a MareLibera perché iniziative come questa permettono di diffondere la conoscenza dello sport accessibile nei territori”

Alle ore 15.00 è prevista la veleggiata di MareLibera in cui le imbarcazioni veleggeranno insieme in mare aperto. Domenica 12 maggio si concludere l'evento, alle 9.00, con la risalita del Candiano e visita al centro storico di Ravenna. "Ci aspettiamo qualche migliaio di persone e numerose associazioni locali e nazionali. Ci tengo inoltre a ringraziare le istituzioni, - commenta il presidente di Marinando Ravenna Sante Ghirardi - perché con il loro contributo ci stanno permettendo di realizzare questa manifestazione".

Marinando Ravenna è un'associazione di volontariato che nasce nel 2009 con l'obiettivo di educare, formare ed integrare i giovani attraverso molteplici attività legate alla marineria. Marinando opera in difesa e aiuto di soggetti affetti da varie disabilità e contro l’emarginazione giovanile.

L’Unione Italiana Vela Solidale riunisce le più importanti associazioni italiane che utilizzano la vela nell’area del disagio fisico, mentale e sociale con lo scopo di rappresentare e promuovere progetti di educazione, qualificazione e riabilitazione sociale, realizzati mediante l’utilizzo della vela.

 

 


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.