LA POSTA DEI LETTORI / Perchè non ripristinare la svolta a sinistra da Via Cella sulla Ravegnana?

LA POSTA DEI LETTORI / Perchè non ripristinare la svolta a sinistra da Via Cella sulla Ravegnana?
L'immissione da Via Cella sulla Ravegnana precedente alle modifiche del luglio 2018

Per anni si è discusso su come risolvere il problema del traffico, durante le ore di punta, all'innesto della via Cella sulla via Ravegnana a Madonna dell'Albero. Alla fine si è deciso di spostare il problema all'incrocio (con semaforo) tra via Dismano e la SS16 impedendo la svolta a sinistra sulla Via Ravegnana per chi percorreva la via Cella da Madonna direzione Ravenna.

Tale scelta ha allegerito di parecchio il traffico in quell'incrocio ma ne ha creato un altro all'incrocio semaforico. Infatti, nelle ore di punta, attraversare quell'incrocio (tra Via Dismano e SS16) è una lotteria, per di più l'immissione di auto dalla via Stradello (per chi arriva da Madonna dell'Albero) sulla via Dismano è sempre fatto all'arrembaggio e non sempre consono con le attuali norme del codice della strada generando più di un pericolo.
Ora, dal momento che la via Ravegnana è chiusa in entrambi le direzioni (sia per chi arriva da Forlì che per chi arriva da Ravenna) e quindi non c'è traffico perchè non ripristinare la svolta a sinistra per chi arriva dalla via Cella sulla via Ravegnana? Almeno fino a quando non verrà riaperta in via definitiva tale strada. Mi par di aver sentito dire che la Ravegnana sarà riaperta a Longana quest'estate e addirittura in autunno al ponte Assi. Riconsentedo l'immissione sull'Adriatica da Madonna dell'Albero risolveremmo più di un problema sul Dismano, almeno per qualche mese. Qualcuno in barba al divieto lo sta gia facendo. Che cosa ne pensate?

Marco Rubboli

03/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Sarebbe ragionevole, ma...
03/04/2019 - Emanuele
Sig.Rubboli fra le tante cose buone o meno buone che fanno , questa non l' ho mai proprio capita ,adesso con i lavori al ponte assi ,io vi abito appresso, mi fanno passare da li' per rientrare a casa ,il giro dell'oca, ma va' bene si puo' sopportare ,ma pensando a chi viene dal mare e passa da li' per Bologn o Forli' secondo me e' una vera oscenita' non potere girare a sinistra,questa rimane solo la mia opinione ma nelle discussioni pacifiche si puo' tentare di migliorare in questo caso i tratti stradali ? Grazie.
03/04/2019 - romeo
Il divieto di svolta è stato attuato per le lunghe code che in alcuni momenti si creavano in via Cella, direzione Ravenna, per tutto il tratto che interessa il centro del paese a sud della SS16 fino a via Ravegnana compreso il sottopasso SS16. Ripristinare la svolta a Sx. rideterminerebbe in peggio questa situazione con l'aggiunta di tutte le auto che non potendo percorrere la Ravegnana percorrono attualmente la via Cella. E' solo un opinione, non entro nel merito di cosa sia meglio, sono altri che devono fare valutazioni appropriate di priorità.
03/04/2019 - Munez
Tanto la gente svolta lo stesso, anche col divieto
03/04/2019 - Cinzia
divieto di svolta a sinistra deve rimanere , per i furbetti che lo ignorano , tanto prima o poi li beccano.
03/04/2019 - mario
Ma almeno funzionasse quella benedetta telecamera che hanno messo attaccata al palo !!! ma a che cosa serve ??? Allora, si, Mario che li beccherebbero !!!
03/04/2019 - bilancia
Scusatemi se dico una baggianata.- a me quell'incrocio ha fruttato bene...avevo la mia punto con una botta davanti a sinistra.- passando di li, una "furba" mi ha tagliato la strada (proveniente da Madonna) e cosi, a ragione mi sono sistemato la macchina a gratis,,,Grazie,,,mi è andata bene ???
03/04/2019 - armando
Deviando il traffico verso Ravenna hanno intensificato l'inquinamento in città e visto tutti i blocchi non mi sembrava il caso.Bastava mettere un panettone al centro che fungeva da mini rotatoria e il problema era risolto!
03/04/2019 - Andrea
...assolutamente d'accordo con lei Sig. Rubboli!
03/04/2019 - Stef
Divieto di svolta a sx ok ma le alternative se si deve andare verso Forli o Ferrara quali sono. Il signor Armando è sofdisfatto perché in virtù di questo disagio se non altro s è fatto la punto nuova. Quanto siamo opportunisti. Che bello, l importante è metterlo sempre in quel posto di chi ti sta vicino.
03/04/2019 - Mario
la telecamera funziona, a presto arriveranno i verbali
03/04/2019 - mauro
c'era una volta una strada che dalla classicana permetteva di svoltare a destra per immettersi verso madonna dell'albero evitava code e permetteva in caso di incidente anche il passaggio dei mezzi di soccorso- c'era una volta un ponte meno stretto -c'era una volta forse più buonsenso
03/04/2019 - leo
Va bene il test temporaneo della viabilità però ora bisogna fare qualcosa di definitivo, io ridimensionerei il distributore e la piadinaia e farei un piccola rotonda.
03/04/2019 - Mario
Non posso pensare che i nostri responsabili alla viabilità non riescano a congeniare qualcosa di meglio . Sono convinta che questa soluzione sia stata adottata perché è la più economica. In questo modo l’incrocio di via 56 Martiri con il Dismano diventa una roulette russa ,poi tanto la fila la fai lì .
03/04/2019 - Marzia
La penso come il sig.Andrea. " Deviando il traffico verso Ravenna hanno intensificato l'inquinamento in città e visto tutti i blocchi non mi sembrava il caso" Obbligarci a fare un semaforo pericoloso e la fila sul dismano, per non fare la fila sul ponte Cella, accontenta solo qualcuno. Perché non dimentichiamoci che la maggior parte degli abitanti di Madonna dell'albero, non voleva il divieto di svolta a sinistra. La petizione è stata firmata da poche persone.
04/04/2019 - Tiziana
Perfettamente d’accordo con Marco Rubboli. Le code sul ponte Cella avvenivano a causa del traffico che giungeva da Forlì, ora che la Ravegnana è interrotta a Longana sarebbe quasi ininfluente, anzi, molto traffico dalla Ravegnana si è spostato sulla Cella e sarebbe opportuna la svolta a destra. Tanto più che quando chiuderanno il ponte assi la svolta a sinistra sarà per forza ripristinata.
05/04/2019 - Luciano
Oltre a quelli che ignorano il divieto di svolta a sinistra ci sono pure i furbetti che per girarsi nella Ravegnana,per andare verso la ss16, svoltano nel distributore del metano,che rimane a poche decine di metri dall'incrocio, rischiando di provocare incidenti e di investire chi è fermo per fare rifornimento,perchè non hanno neppure l'avvertenza di usare attenzione,nel fare questa manovra,moderando la velocità.
06/04/2019 - pibo
Per il Ponte Assi, quello che mi fa più pensare, sono i tempi della fine lavori indicati sulla segnaletica verticale.... Possibile che ci voglia fino a novembre?
08/04/2019 - ROBERTINO DI TELERAVENNA
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.