LA POSTA DEI LETTORI / L'angolo delle sigarette all'ospedale non si può vedere

LA POSTA DEI LETTORI / L'angolo delle sigarette all'ospedale non si può vedere

Nei giorni scorsi ho avuto la necessità di dare assistenza ad un amico ricoverato presso l'ospedale di Ravenna. Ogni volta che utilizzavo la scala di accesso al reparto, mi investiva un forte odore di fumo di sigaretta. Preso dalla curiosità, decisi di percorrerla tutta e quello che scoprii e che mi inorridì, è ciò che si vede dalle immagini. 

Dipendenti ospedalieri che si davano il cambio per andare a fumare; la scala stessa completamente deteriorata; nessuno che effettui controlli e ponga rimedio a tutto ciò? 

Un lettore

04/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Chi fuma non " ci arriva", altrimenti non fumerebbe........ se è vietato buttare le cicche che si cominci a sanzionare. Con l'arrivo del caldo chi le butta dalle auto in corsa contribuirà ad aumentare il rischio incendi, quindi......
04/04/2019 - elio62
Mi auguro che dopo questa grave segnalazione si prendano seri provvedimenti. Di quale reparto si tratta?
04/04/2019 - maria teresa
Caro lettore, io sono inorridito invece dal suo messaggio. Evito ulteriori commenti..
04/04/2019 - MC
.....bravo MC....li eviti...
04/04/2019 - maria teresa
@MC....la prego, da domattina passi Lei a raccogliere, se è talmente inorridito delle parole, non oso immaginare se le vede !!!
04/04/2019 - bilancia
@MC non comprendo quale sia il messaggio del lettore che la fa inorridire, oltre ad essere indecoroso ridurre in quel modo uno spazio pubblico (mozziconi gettati a terra dopo averli spenti contro il muro e sacchetti del pattume legati dove ci si dovrebbero appoggiare le mani) resta il fatto che il fumo dovrebbe essere vietato in tutta l'area ospedaliera, è antigienico che un infermiere o dottore entri od esca dopo aver fumato in un reparto dove ci sono persone che non stanno bene o soffrono di gravi patologie.
04/04/2019 - Hypersthene
Beh, però c'è un utilissimo sacco nero di plastica per depositare mozziconi roventi
04/04/2019 - Maurizio Ricci
Si chiama ignoranza e pura maleducazione!!! E pure io ho visto che ce anche un grande posacenere li ma la gente fa prima a buttarla x terra la sigaretta!!!!
04/04/2019 - Bc
Caro lettore Lei colpevolizza personale dipendente ospedaliero, ma io sono convinto che i colpevoli siano da ricercare principalmente nelle persone che si trovano all'intero dell'ospedale a fare assistenza ad un malato e che si prendono 5 minuti di libertà senza andare fuori dall'ospedale a fumarsi una sigaretta. E non dimentichiamo che ci sono anche i degenti che lo fanno.
04/04/2019 - Clod75
Mc, bravo, eviti commenti, perché quella è una vera zona di degrado, che non dovrebbe esistere in nessun luogo, tantomeno in un nosocomio, che dovrebbe essere impeccabile ovunque. È semplicemente simbolo di maleducazione, incuria, inciviltà. Aggiungo che la zona fumatori della rampa del vecchio soccorso è poco meno peggio.
04/04/2019 - Duemme
Di fumatori EDUCATI ne conosco veramente pochissimi, normalmente sono menefreghisti e arroganti.
04/04/2019 - agi62
Ormai è proprio vero che le cose sensate non si vuole nemmeno che vengano dette. Questo signore ha scritto, giustamente, di un degrado. Chi fuma può anche essere accorto e buttare i mozziconi dove è corretto buttarli. Vi racconto come va in altri paesi? NELL'AREA OSPEDALIERA NON SI FUMA. Se sei un medico e fumi ti licenziano. Se sei un medico e fumi devi andare nella tua pausa di 20 minuti, lontano dall'ospedale un terzo di miglio, ugualmente se ti fai vedere sarai licenziato poiché nuoci all'immagine dell'ospedale. Regole signori.
05/04/2019 - Sabrina
CONDIVIDO CON MC!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
05/04/2019 - ELISA
bandire il fumo da ogni posto possibile; immaginiamo un ospedale: le autorità sanitarie dovrebbe vietare la cosa. La segnalazione del lettore è l'occasione. Uno scandalo il monopolio di sigarette. Inaccettabile, a mio avviso dovrebbe essere illegale, che si fumi in luoghi in cui il fumo, cmq, anche se all'aperto, si propaga. Chi vuole fumare si arrangi pure, o in compagnia di quelli che condividono il vizio mortale, o molto lontano da chiunque non voglio legittimamente respirarne l'aria ammorbata. Foto più che eloquenti, si provveda subito.
05/04/2019 - uomoqualunque
Uno che si fa il mazzo per prestare cure ai nostri amici/familiare con turni spesso molto pesanti oppure uno che ha accompagnato amico/familiare in pronto soccorso non è libero di prendersi 5 minuti ogni tanto per rilassarsi e fumare una sigaretta in pace? Provateci voi a passare una nottata in pronto soccorso mentre un vostro caro sta attendendo da ore che un medico passi ad occuparsene, poi sputate pure le vostre sentenze. Lamentatavi eventualmente di chi non passa a pulire, la gente che è in ospedale/pronto soccorso non è lì per divertimento..
06/04/2019 - MC
Ma per favore signor MC, se vuole fumare fuori lo faccia, la legge lo permette. Quello che la legge (e la buona educazione) non permette è gettare i mozziconi a terra! Quando va a comprare il suo prossimo pacchetto di "bionde", dia un'occhiata sul bancone del tabaccaio, troverà a prezzo irrisorio dei bellissimi portacicche tascabili dove mettere la cicca (anche accesa senza bisogno di strisciarla sul muro) quando non è presente il posacenere. Ho tanti amici che li usano, perché anche se ci sono persone pagate per pulire, l'educazione insegna che si deve rispettare l'ambiente ed anche il lavoro delle persone. Non si dimentichi poi che il personale per le pulizie all'ospedale e chi dovrà ripulire il muro, lo paga tutta la comunità. Cosa facciamo mettiamo uno a piantonare ogni zona fumo o forse è il caso di iniziare ad usare l'ingegno e il buon senso?
08/04/2019 - Luca T
Luca T: non ho presente il punto esatto di cui parla l'autore della lettera, cmq io personalmente dopo aver fumato usufruisco dei posacenere. Se in quel punto non ci sono, evidentemente per l'ospedale non è un problema se la gente butta le cicche a terra.
08/04/2019 - MC
Mi scusi, ma se non ha presente il luogo, se lei usa sempre il posacenere, allora cosa stiamo qui a discutere cosa? Non le sembra corretto pretendere dagli altri il suo stesso comportamento? L'ospedale sicuramente potrebbe mettere un posacenere, ma l'educazione ed il senso civico dovrebbero suggerire a tutti di non buttare a terra! In città scarseggiano le toilette, cosa ne direbbe se in caso di bisogno la gente venisse a fare pipì sul suo cancello? Dai su...
08/04/2019 - Luca T
@MC: evidentemente il fumo annebbia........anche il buonsenso.........
08/04/2019 - elio62
bisognerebbe fare campagna e informazione già dalla scuola media, per evitare il vizio del fumo. E' nocivo per tutti, non ci sono scusanti. Dopo è dura, perché quando sei diventato tabagista poi non smetti, e danneggi anche ti è vicino. E' notorio che chi fuma non si pone il problema degli altri. Terapia d'urto? aumentare di dieci volte il prezzo del pacchetto. Il giorno dopo o si è sulla strada del risanamento del debito pubblico, o i 9 decimi han smesso. In ogni caso un successone. Cmq che le autorità ospedaliere intervengano. Di chi è la competenza? direzione sanitaria?
10/04/2019 - uomoqualunque
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.