LA POSTA DEI LETTORI / Problemi sulla consegna delle raccomandate

Sono un ragazzo che abita a Ravenna e vive nella zona di Borgo Montone: scrivo questa lettera per esprimere il mio profondo rammarico in merito ai porta lettere. È già la quarta volta che succede un fatto increscioso e spiacevole: il porta lettere è passato dalla mia abitazione e senza suonare, nonostante fossi stato a casa e sopratutto nonostante il campanello fosse attaccato alla buchetta porta lettere, lui o lei cosa fa? Stampa l'avviso di giacenza e se ne va.

Io svolgo un lavoro che non mi permette di trovare il tempo di prendere su l'avviso e andare nell'ufficio postale. Oggi dopo l'ennesima volta che faccio le corse per andare in posta a ritirare la raccomandata, espongo il problema e l'operatrice dello sportello mi risponde che già tante persone arrivano da lei infuriate per lo stesso problema, suggerendo di scrivere sul sito dedicato alle Poste e raccontare tutto, che prima o poi qualcuno si accorgerà delle diverse lamentele e prenderà provvedimenti, ricordandomi che siamo in italia e che i tempi saranno eterni.

Io poi a lavoro, parlando con un mio collega, oggi scopro che anche a lui capita spesso e che una volta ha addirittura inseguito il porta lettere per chiedere spiegazioni a tale comportamento: il signore gli ha risposto che per loro è il metodo più rapido per finire di fare il giro del quartiere a consegnare la posta. Chiedo come si possa adottare tale comportamento, chiedo ai cittadini di Ravenna se anche a loro succede o se sono solo io e il mio collega ad essere sfortunati.

Giuseppe S.

05/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
è consuetudine comportarsi in questo modo. Nessuno consegna più raccomandate, ma soltanto avvisi. La motivazione va ricercata secondo me per prima cosa a chi gestisce e costringe i postini a zone vaste che non conoscono e successivamente non effettua nessun controllo sul sevizio effettuato.
05/04/2019 - PAOLO T.
A un paio di settimane fa mi ha lasciato due avvisi di giacenza dello stesso tipo lo stesso giorno,solo che uno era da ritirare in un ufficio postale, l'altro in un altro...che burlone! Ho passato tutto il sabato mattina per ritirarle...
05/04/2019 - Andrea
Confermo quanto scritto nell'articolo. Se il portalettere è lo stesso che serve via etna e via vulcano è solito fare queste cose e anche di peggio: addirittura sbaglia a imbucare le raccomandate...nonostante i numerosissimi reclami nessuno prende provvedimenti.
05/04/2019 - 10centesimi
Successo anche a me, ero a casa in malattia per un intervento chirurgico e passando davanti alla finestra vedo il postino che consegna. Metto la giacca, esco a vedere e mi ritrovo l'avviso di mancata consegna; ho "intercettato" il postino nel percorso di ritorno, che mi ha dato la mia raccomandata ma non ha fornito spiegazioni. Concordo con Paolo T, ma non ci sono comunque scuse, la raccomandata si paga cara e non fornire il servizio richiesto equivale a rubare...
05/04/2019 - Luca T
"VUAGLIO', SO' CAMBIATE LE COSE ALLE POSTE!!!!!!!"
05/04/2019 - BRUCE KETTA
Basterebbe che si iniziasse ad usare la PEC
05/04/2019 - MC
Stessa cosa è capitata a me in via arg. dx montone ( pur essendo in casa ) , lasciato avviso in buchetta prima che riuscissi a fermare la portalettere che è sfrecciata via con la panda delle PP.TT
05/04/2019 - ROBERTO
Anche a me è capitato che ero in casa e aspettavo un pacchetto. Non ha suonato il campanello, e ha lasciato lo scontrino per il ritiro...
05/04/2019 - Barbara Montanari
Avete ragione purtroppo oramai le poste sono diventate perlopiù delle banche/finanziarie a cui interessa solo vendere prodotti finanziari, della corrispondenza non gli interessa più nulla...
05/04/2019 - pigi
Mal comune mezzo gaudio? Potrei scriverci un romanzo sui disservizi in fase di consegna sia di Poste Italiane che del corriere Sda (affidatario della consegna pacchi di Poste Italiane). Mi taccio per decenza.
05/04/2019 - Andrea
La colpa è dei manager < tanta resa e poca spesa > , da tempo i postini ci chiedono di mettere le buchette fuori dai condomini per non perdere tempo ... ho la fortuna di non scrivere e tanto meno o quasi di ricevere posta ; tra non molto metteranno in servizio il < vieni a prenderla da solo > ... chi ha o crede di aver posta in arrivo , si reca negli uffici e chiede !!! Antonio Zanzi
06/04/2019 - Antonio Zanzi
Semplice, siamo noi a lavorare per le Poste e le Poste guadagnano. Usate la PEC
06/04/2019 - Bici
Uguale anche nella mia zona. Passo il sabato a ritirare raccomandate. Sempre peggio.
07/04/2019 - SoniaB
A tutti quei simpaticoni che accomandano l uso della pec vorrei ricordare che il privato cittadino non é tenuto ad averla, che il privato cittadino può esser poco pratico di computer, ci sono anche degli 80enni a cui non frega nulla di essere in rete, anche perche non è gratis, e che se si pagano circa 6 euro per una raccomandata è giusto e doveroso aspettarsi che questa venga recapitata come da contratto. A forza di lasciar correre su tutto ora vediamo gli eccellenti risultati
07/04/2019 - Anna M
Come dice la Signora Anna M, la pec non tutti ce l'hanno, non tutti possiedono un pc, non tutti la sanno gestire/usare. Poi io posso anche inviare i miei documenti con la Pec, ma se chi li spedisce a me continua ad usare le poste nonostante abbia comunicato il mio indirizzo di posta certificata, che ci posso fare? E il bancomat nuovo? La Carta di Credito? Quelli con la Pec mica li spedisci. Il punto comunque resta che se pago un servizio; non mi importa quali siano i problemi di chi lo gestisce; ho diritto di ricevere il servizio per cui ho pagato senza furbate da parte di chi si è messo i miei soldini in saccoccia.
08/04/2019 - Luca T
Anche a me succede la solita cosa, una volta ho incontrato il postino e glie ne ho dette di santa ragione e ora è piu preciso
09/04/2019 - Max
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.