Ravenna e la provincia protagoniste del Buy Emilia Romagna: 4 eductour con operatori internazionali

Ravenna e la provincia protagoniste del Buy Emilia Romagna: 4 eductour con operatori internazionali

L’8 e il 9 aprile, 42 rappresentanti dei mercati internazionali parteciperanno a quattro educational tour alla scoperta dell’offerta turistica del territorio di Ravenna. Un tour sarà dedicato esclusivamente agli operatori provenienti dall’Arabia Saudita. L’iniziativa fa parte della ventiquattresima Borsa del Turismo regionale (7-11 aprile) promossa da Confcommercio Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna in collaborazione con APT Servizi Emilia Romagna

La città e la provincia di Ravenna, la sua ricca offerta turistica e culturale e il suo territorio saranno al centro, l’8 e il 9 aprile, di quattro educational tour con 49 rappresentanti dei mercati internazionali.

L’iniziativa fa parte dei 12 educational tour giornalieri, nelle Destinazioni Turistiche “Bologna-Modena”, “Emilia” e “Romagna”, previsti dall’edizione 2019 di Buy Emilia Romagna (7-11 aprile) promosso da Confcommercio Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna in collaborazione con APT Servizi Emilia Romagna. La Borsa del Turismo Regionale, giunta alla sua ventiquattresima edizione, vuole favorire l’incontro tra l’offerta turistica emiliano romagnola e i tour operator internazionali.  Presenti quest’anno 75 buyer in rappresentanza di 20 Paesi, con un’importante presenza di tour operator provenienti dall’Arabia Saudita: ben 7, più che raddoppiati rispetto all’edizione 2018 e guidati da Emirates Airlines (in cooperazione con la Cox and Kings Global Services Management - CKGSM).

Dalla prima edizione ad oggi hanno preso parte al Buy Emilia Romagna oltre 3.000 buyer internazionali e più di 2.500 operatori turistici regionali che hanno reso possibile oltre 50.000 incontri d’affari. In questi anni sono stati organizzati, con i buyer presenti nelle diverse edizioni, oltre 250 educational tour che hanno fatto conoscere tutte le eccellenze turistiche emiliano romagnole.
 
La Romagna e la Riviera: sport, eventi e wellness

L’eductour di lunedì 8 vuole mostrare il territorio della costa Adriatica e le sue attività turistiche, con particolare attenzione al tema dello sport e del wellness, incentrato sui servizi ricettivi a vocazione sport e benessere, sugli eventi e le personalità di spicco di questa area, così come sulle sue eccellenze enogastronomiche.

A questo eductour prenderanno parte 9 rappresentanti dei mercati internazionali di Finlandia (1), Spagna (1), Repubblica Ceca (1), Stati Uniti (1), Russia (1), Austria (1), Germania (1), Svezia (1) e Polonia (1)
I Tour operator arriveranno nel territorio ravennate nel pomeriggio, quando visiteranno il Golf Club di Cervia, prima di una passeggiata in centro a Milano Marittima tra viali glamour e decorazione urbana. A seguire è prevista la visita di alcune strutture ricettive e un tour panoramico del porto canale, del Lungomare di Cervia e della sua grande spiaggia. Gran finale con la cena presso un ristorante tipico marinaro sito nel Borgo Marina di Cervia.

Ravenna, città dell’UNESCO

Il 9 aprile i rappresentanti dei mercati esteri si muoveranno alla scoperta dei siti culturali e naturali patrimonio UNESCO della città di Ravenna, senza trascurare la scoperta dei prodotti enogastronomici dell’area.

A questo eductour prenderanno parte 12 rappresentanti dei mercati internazionali di: Spagna (4), Ucraina (2), Russia (2), Inghilterra (1), Ungheria (1), Svezia (1) e Germania (1). Il tour partirà la mattina del 9 aprile e prevede una prima tappa a Classe con la visita alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, al nuovo Museo Classis e all’Antico Porto di Classe. Successivamente, i tour operator si sposteranno a Ravenna per una visita del centro storico e dei siti Unesco della città prima del pranzo a base di prodotti tipici in un ristorante del centro storico. Il tour proseguirà nel pomeriggio verso Ferrara.

Via Emilia: UNESCO, borghi storici ed enogastronomia

La provincia di Ravenna sarà protagonista anche di un secondo eductour, questa volta nella giornata di martedì 9 aprile, incentrato sulle città storiche, le arti, i mestieri e le produzioni enogastronomiche della Romagna. I 14 rappresentanti dei mercati internazionali di Francia (1) Russia (3), Danimarca (1), Germania (1), Repubblica Ceca (1), Ungheria (4), Olanda (1) e Stati Uniti (2) visiteranno il centro di Faenza prima di trasferirsi a Bagnacavallo, per una passeggiata nel centro storico, e a Castel Bolognese dove visiteranno una cantina ed effettueranno una degustazione dei vini tipici della zona prima di concludere il tour con una cena a base di prodotti del territorio.

Un’esperienza unica per i Tour operator dell’Arabia Saudita

Il territorio ravennate, infine, sarà anche il punto di partenza per l’educational tour di martedì 9 aprile riservato agli operatori dell’Arabia Saudita, espressione di un mercato in crescita, ad alto potenziale e forte capacità di spesa, interessati allo shopping di alta qualità e all’offerta di intrattenimento/divertimento che la Riviera sa garantire. La prima tappa del percorso alla scoperta delle strutture ricettive di lusso presenti sulla Riviera Romagnola sarà infatti il Palace Hotel di Milano Marittima a cui seguirà una visita all’Adriatic Golf Club di Cervia. Il tour proseguirà poi verso il territorio cesenate.
 
Buy Emilia Romagna: il turismo regionale è pronto a confrontarsi con il mondo

Buy Emilia Romagna alla sua 24^ edizione si conferma vetrina internazionale del turismo emiliano romagnolo. Lo testimoniano non solo i 75 buyer provenienti da 20 Paesi ma, in particolare, i ben 7 operatori provenienti dall’Arabia Saudita, oltre il doppio rispetto alle presenze dell’edizione 2018. Guidati dal colosso Emirates attraverso il collegamento Dubai-Bologna, i Tour Operator sauditi arriveranno nel capoluogo emiliano per aprire importanti flussi turistici verso l’Emilia Romagna non solo dalla penisola arabica ma anche dai mercati dell’Estremo Oriente. Una rete di operatori interessati alla Motor Valley, allo shopping di alta qualità e all’offerta di intrattenimento e divertimento, ed espressione di un mercato ad alto potenziale e forte capacità di spesa.

Si mantiene alta, poi, l’attenzione per il territorio regionale da parte di tour operator provenienti da tutto il continente europeo (56 TO): dall’Unione Europea (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Ungheria), dalla Russia, dall’Ucraina e dalla Turchia. A questi si aggiungono i mercati di medio-lungo raggio: Stati Uniti (8 TO) in crescita, anche in considerazione del nuovo collegamento fra Bologna e Philadelphia con America Airlines, e India (4 TO).

Centro di gravità di Buy Emilia Romagna è, naturalmente, la città di Bologna: il capoluogo regionale sarà sede del workshop, programmato per mercoledì 10 a palazzo De’ Toschi, prestigiosa sede storica della Banca di Bologna, durante il quale 70 seller qualificati provenienti da tutto il territorio regionale presenteranno ai 75 tour operator mondiali le loro proposte di soggiorno. A conclusione del workshop di mercoledì 10 aprile, infine, sarà il momento di “Bologna experience”, un ventaglio di proposte per i buyer fra shopping trainer, city sigthseeing e hotel inspections.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.buyemiliaromagna.it.
 
 

07/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
ancora una volta tutti a Cervia chissa' xche'
07/04/2019 - maria
Ma l'Italiano i nostri politici non lo sanno più sono tanto ignoranti che non sanno di rivolgersi al popolo italiano come pure una buona parte di giornalisti mi domando del perché di tanta esterofilia come pure nei negozi oggi si vende tanto sale oppure outlet che strana nazione è la nostra io da piccolo ho conosciuto delle persone partigiane che hanno dato la vita per questa nazione sono sicuro che se sapessero come siamo andati a finire si rivolterebbero nella tomba
07/04/2019 - Baldani
@Baldani...sono con Lei.- almeno se si vuole fare i "fighi" scrivendo in Inglese (IO L'ABOLIREI visto la figuraccia che stanno facendo con la Brexit !!!!) che mettessero fra parentesi, la traduzione in Italiano !!!) Io giro il mondo, ma all'estero, le uniche parole che vedo, in Italiano , sono....Pizza - Pizzeria - Si mangia Italiano...Niente di piu !!!
08/04/2019 - bilancia
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.