Senso unico alternato su Ponte Assi. La petizione approda in Consiglio comunale

La petizione on line lanciata da Alvaro Ancisi e condivisa da 385 cittadini, che chiede al sindaco di sperimentare il senso unico alternato di transito sul ponte Assi di via Ravegnana durante i suoi attuali lavori di restauro, è oggetto della discussione che si avrà in consiglio comunale martedì 9 aprile per iniziativa dei gruppi di opposizione Lista per Ravenna, Lega Nord, Forza Italia, Ravenna in Comune e CambieRà.

Al termine della discussione, i consiglieri comunali saranno chiamati a votare un ordine del giorno, presentato dagli stessi gruppi proponenti.

"Il divieto di transito sul ponte Assi in direzione Madonna dell’Albero/tangenziale sud - riassumono i consiglieri nell'odg -, blocca tutto il traffico in uscita da Ravenna sulla via Ravegnana, provoca intasamenti, lunghe code e conseguenti miasmi atmosferici in tutta la circonvallazione di questa parte della città, come anche a Ponte Nuovo, e particolarmente sulle varie rotonde di svincolo. Di qui la richiesta che il consiglio comunale dia mandato al sindaco e alla sua giunta di sperimentare l’introduzione del senso unico alternato, disciplinato normalmente, a beneficio anche dei pedoni e dei ciclisti, da un impianto semaforico provvisorio, ed eventualmente da agenti della polizia comunale in qualche determinato orario di punta, ad esempio nel primo mattino con le entrate a scuola o al lavoro".

"Definito il numero dei giorni, ad esempio una settimana, utile per raccogliere i dati necessari - continuano nell'illustrazione dell'odg -, l’esito della sperimentazione verrebbe comunicato e posto in discussione in un’assemblea pubblica da svolgersi presso il Consiglio di Ravenna Sud, territorialmente competente. Dopodiché, fatto un bilancio dei pro e dei contro, col metodo più trasparente e democratico, l’Amministrazione deciderebbe se mantenere l’attuale dispositivo di senso unico, oppure disporre quello alternato, come preferirebbe l’opposizione".

Relatore della proposta, quale primo firmatario, sarà Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna, il quale preannuncia che, in connessione con l’argomento, chiederà al sindaco di adoperarsi per una più sollecita esecuzione dei lavori, avviati il 4 marzo scorso. "A parte svariati giorni di sosta e di andamento lento, lamentati dai cittadini residenti sul posto - dichiara Ancisi -, i lavori sono ripresi con buona intensità, rispettando sostanzialmente, come da contratto, il cronoprogramma. Otto mesi sembrano però troppo lunghi, considerando la natura dell’opera e soprattutto i disagi prodotti alla mobilità e all’economia della cittadinanza, tenendo conto oltretutto che negli ultimi tre mesi, a decorrere da settembre, il ponte sarebbe chiuso totalmente al transito. Non pare fuori luogo, considerando largamente prevalente l’interesse pubblico, chiedere che i lavori siano accelerati il più possibile, tramite turni straordinari di lavoro, riconoscendo all’impresa appaltatrice i maggiori costi della manodopera".

06/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Positiva questa notizia, ma con i tempi biblici che ci sono a Ravenna, il tutto si risolvera in una bolla di sapone, considerando che al temine delle scuole il Ponte assi chiudera definitivamente per 2 - 3 mesi.- ormai il danno è stato fatto....non ci si poteva pensare da subito ?????
06/04/2019 - armando
Speriamo almeno nel senso alternato, per ridurre i disagi e le lunghissime code create in via Galilei. Poi direi anche io di allungare i tempi di lavoro. Passo verso le 17 ed hanno già chiuso il cantiere. Adesso che fa buio alle 20, si potrebbe lavorare un po di più, accorciando i tempi ...
06/04/2019 - Massimo
Grazie per l'impegno sempre costante contro l'amministrazione arrogante , credo che chi ha deciso il blocco abbia paura di riconoscere l'enorme errore e x " orgoglio " ( chiamiamolo così ) non ha voluto tornare sulla decisione scellerata !!! Anche oggi sento ambulanze correre ... quanti Km e tempo in più ... avete provato a passare sulla Galilei verso sera ??? Eccelsi amministratori scendete dallo scranno e e portatevi sul campo !!! Antonio Zanzi
06/04/2019 - Antonio Zanzi
E non è neppure detto, Armando, che vogliano farne ora almeno la sperimentazione. Sarà utile che i cittadini vedano e sentano la discussione di martedì per capire come si ragiona. Cordialmente.
06/04/2019 - Alvaro Ancisi
Delle volte mi chiedo se ne vale la pena di darsi da fare per il bene comune, parti da un problema e ti accorgi che per altri il problema è la sua risoluzione, o altrimenti ti accorgi, dai commenti che ad alcuni va bene così non notando l'aumento del traffico. Forse sono più dispiaciuto che arrabbiato perché portare pazienza su delle questioni che avrebbero altre soluzioni è indice di remissione approvo di più chi cerca mezzi di trasporto alternativi inoltro stimo chi si fa sempre portavoce dei cittadini anche se non sono la maggioranza.
06/04/2019 - Massimo Crivellari
Perchè dite " senso unico alternato" , rischiate che mettano la circolazione a senso unico ma gestito da un semaforo.
06/04/2019 - Clod75
Dopo l’approdo In consiglio comunale in quali altri porti è previsto questo lungo peregrinare?
07/04/2019 - Marco
Il tutto rientra nella capacità dell’Assessorato che si trova soldi a disposizione ha avviato molti cantieri di manutenzione ordinaria n dove non servono particolari capacità organizzative, mentre quando di tratta di attività straordinaria appare tutta la sua incapacità . Ravegnana Piscina Asfaltatura di Via Trieste Ponte Assi. Poveri noi se penso al palazzetto .. Ovvero tutta apparenza ed incapacità totale.. Valerio
07/04/2019 - Valerio
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.