LA POSTA DEI LETTORI / Situazione ormai cronica al Cmp

LA POSTA DEI LETTORI / Situazione ormai cronica al Cmp
Immagini fornite dal lettore

Vi riporto una situazione ormai cronica al Cmp. Macchinette non funzionanti, fogli di avvisi volanti, scritti male e in piccolo, mancanza di distributore biglietti per la precedenza al Punto informazioni, raccoglitore feci in bella mostra, e poi troppa ambiguità fra chi esce, dopo aver subito un prelievo e, chi entra con in mano raccoglitore urina o altro.

Lettera firmata

10/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Taglia taglia taglia ed ecco il risultato.
10/04/2019 - Fabio
Anche da queste cose si capisce il poco rispetto verso i cittadini... Ore interminabili di fila per un servizio (pagato) fondamentale e disagi a non finire!
10/04/2019 - Andrea
Ambiguità (sigh) fra chi esce e chi entra con le urine. Ma state farneticando? Dov’è il problema ?
10/04/2019 - Ruvido
Il problema più grosso secondo me, sono i parcheggi scarsi. Da quando il cmp è diventato garage a cielo aperto delle vetture Usl, non si trova il parcheggio in quanto abbiamo disponibile solo 1/3 del parcheggio disponibile. Comunque il terreno c'e' per allargare il parcheggio e solo questione di voglia e soldi. Poi all'ingresso pedonale sul bosco baronio esiste una area verde dove tutti parcheggiano ma piena di buche profonde, basterebbe un po' di ghiaia e terra e si risolverebbe metà dei problemi. Spero che qualche dirigente Usl mi ascolti. Grazie Luchy58
10/04/2019 - Luciano
Poi per non parlare dei locali degli uffici..una temperatura dai 25 ai 28 gradi per tutta la giornata. Uno spreco incredibile ed un disagio per i lavoratori..mahhh
10/04/2019 - Catia
Tutti gli immigrati lo considererebbero indegno nel loro Paese, noi Italiani no.
11/04/2019 - E_S_
Quella è la meno. A mia figlia incinta per un esame delle feci sono arrivati gli esiti di una badante ucraina!!!!!!!!
11/04/2019 - Angelo
Il sistema sociale si sta adeguando alla media sociale dei malati richiedenti le prestazioni
11/04/2019 - maria
Mah, certe polemiche fatte giusto per dire qualcosa più che altro sono irritanti....Per fare le analisi del sangue, senza prenotazione, occorre meno di un'ora, dall'ingresso all'uscita con regolamentare bambagia sul gomito; e questo vale sia che si entri alle 7,00 nella calca sia che si vada alle 8,00 con il "gruppone" dei frettolosi già terminato. La promiscuità tra chi entra e chi esce è una stupidaggine che non merita commenti; di punti da migliorare ce ne sono senz'altro (parcheggi evidentemente insufficienti, congestione di certi servizi molto affollati......) ma prima di sputare sul sistema sanitario nazionale, in particolare in regioni come l'Emilia Romagna, inviterei tanti sedentari criticoni a farsi un giro, magari nel "Paese degli immigrati" citato da E_S o anche nei civilissimi Stati Uniti d'America
11/04/2019 - Maurizio Ricci
Gentile Ricci, mi aspetto un suo commento anche sul "tagliamo i posti letto per darvi un servizio migliore". Se lo ricorda, vero?
11/04/2019 - Giovanni lo scettico
Ben detto Maurizio Ricci
11/04/2019 - Lure
Caro Ricci, se qualche anno fa lei ha iniziato a non vedere sventolati ai 4 venti i risultati (privati glielo ricordo) dei suoi esami del CUP e li ha ritirati senza che chiunque li maneggiasse se li potesse leggere e' perche' il sottoscritto ha protestato, scritto ed ottenuto dalla DIrezione Sanitaria che i risultati fossero pinzati per garantire anche la sua privatezza. Faccia lei qualcosa per migliorare la situazione del nostro Paese anziche' scrivere capitoli riguardanti sistemi esteri che non hanno paragone con il nostro. Se vuole le tengo un comizio davanti ad un bicchiere sulla sanita' anglosassone avendoci vissuto, ma il bicchiere lo paga lei.
12/04/2019 - E_S_
Un problema da me riscontrato più di una volta è questo: se devo accedere al CMP per prestazione diversa da prelievi, in orario tra le 8 e le 10 ca., le file sono estenuanti ed improponibili. Viceversa, se accedo dopo le 10,30 i tempi di attesa diventano abbastanza congrui. Può essere utile per chi ha magari la mattina libera, per altri che invece non possono perdersi una mezza giornata di lavoro può essere scomodo. Avremo senz'altro un eccellente S.S.N., non vedo nulla di male nell'esprimere ogni tanto osservazioni critiche: poter (eventualmente) migliorare non è mica un peccato! (Capisco anche che il non parlare - sempre e comunque - bene del PD possa urtare la sensibilità di qualcuno, me ne farò una ragione...). ^_^
12/04/2019 - Lucio
@ sig Ricci, grazie per farci vedere come tutto vada alla grande. Detto questo, concordo che la polemica sulla promiscuità sia risibile, ma non si può negare che le cose siano peggiorate.Neanche la strumentazione per riscuoterei ticket funziona !!! Poi perché guardare sempre ai paesi peggiori? Mica ci si lamenta per peggiorare. ..e non a molti paesi vicini in cui le cose vanno meglio. Saluti da una non sedentaria che ha viaggiato molto e lavorato all estero, dove ci sono , si problemi, ma che in fondo forniscono prestazioni superiori.
12/04/2019 - Anna M
Negli stati uniti il sistema medico e' ottimo per chi puo permetterselo inesistente per chi non se lo puo permettere . in Italia e' pessimo per tutti questo anche perche il governo fornisce cure mediche gratuite a chiunque si trovi nel territiorio nazionale, le medicine in Italia costano molto meno perche il governo ne paga una parte, questi benefici secondo me dovrebbero solo appartenere a chi paga le tasse e/ o ha una cittadinanza. il mio non e' razzismo ma il buonismo in Italia deve finire. se fossimo piu selettivi in queste cose i nostri vecchi avrebbero un servizio migliore e lasciatemelo dire i nostri vecchi se lo meritano.
13/04/2019 - Angelo2
Già la sanità regala e regala anche a chi non ne ha diritto.C'è chi si fa gli esami usando i dati di qualche amico/a consenziente...tanto quando si fa il prelievo (o visite o altro) chiedono solo nome cognome e data di nascita ma NESSUN documento che comprovi l'identità di chi hanno innanzi.
13/04/2019 - maria teresa
@E_S_: veramente, il "paese degli immigrati" lo ha tirato fuori lei, non io (v. commento del 11/4) . @Angelo2: non capisco la sua critica: non va bene lo Stato assistenziale? O non va bene solo per chi non è "abbastanza bianco"? Le pare che il sistema sia migliore in America dove (cito solo l'ultimo esempio a me noto) ad un mio amico là residente per lavoro hanno chiesto settemila dollari per sistemare la caviglia slogata del figlio?
13/04/2019 - Maurizio Ricci
Quanti di questi signori che frequentano il posto lamentandosi,sono degli evasori?Senza evasori ci sarebbero piuì soldi e forse piu' disponibilita' di attrezzature e personale.
14/04/2019 - felice
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.