Morìa di pesci alla chiusa sul canale di bonifica Destra Reno ad Alfonsine

GUARDA IL VIDEO

Sul canale di bonifica Destra Reno è in atto un'impressionante morìa di pesce. Il video, inviato da un nostro lettore, parla chiaro.
Le immagini mostrano la situazione all'altezza della chiusa in Via Canal Fusignano, a nord di Taglio Corelli, nel pomeriggio di ieri, mercoledì 10 aprile.

"Come si può ben vedere vi sono carassi, alborelle e pesci gatti boccheggianti, in attesa di morire e di essere divorati dai gabbiani" ci spiega Leo R., con voce preoccupata e amareggiata.
"Che cosa ha causato tutto ciò?  - si chiede Leo. "Temo che qualcuno abbia riversato in acqua sostanze nocive".
Secondo quanto riferitoci, la segnalazione sarebbe stata fatta alche agli uffici di Arpae. Solo opportuni campionamenti, che auspichiamo vengano effettuati in tempi brevi, potranno chiarire l'origine del fenomeno.  

11/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Arpa, se ci sei, batti un colpo!
11/04/2019 - neviobaldini
Forse le poche piogge e la conseguente mancanza di ossigenazione dell'acqua può contribuire ad aggravare il fenomeno. Di certo concimazioni e diserbanti usati in agricoltura non fanno del bene ai poveri pesci che aimè non possono volar via......
11/04/2019 - elio62
Imbarazzante. Continuiamo a fregarcene altamente del mondo, del prossimo e dei nostri figli. Stiamo già morendo tutti i giorni per questo atteggiamento. Continuiamo a pensare solo a noi stessi pensando di fare i furbi. Meritiamo di estinguerci, o no?
11/04/2019 - Mandria
Per l'ARPA, come sempre, andrà tutto bene, se l'aria è pulita quando bruciano le discariche cosa volete che siano pochi pesci morti.
11/04/2019 - agi62
Quando non piove da parecchio tempo i concimi e i pesticidi si accumulano nei campi, poi al primo acquazzone fatto bene tutta questa roba si rovescia nei fossi, nei canali e infine nei fiumi. Ah, vi ricordo che a Ravenna beviamo l'acqua del Po casomai ve ne foste dimenticati.
11/04/2019 - Giovanni lo scettico
è colpa degli euro 3 o della insufficente raccolta differenziata? per l'arpa andrà tutto bene come sempre
11/04/2019 - Babbeo
@Giovanni lo scettico...."A ravenna beviamo l'acqua del Po"....ma perché devo leggere queste cazzate, che poi magari c'è anche qualche altro disagiato che ci crede
11/04/2019 - Silvia
Gentile Silvia, glielo ripeto: a Ravenna beviamo l'acqua del Po. Per essere precisi viene captata tramite il CER (Canale Emiliano Romagnolo) e portata al potabilizzatore della Standiana. Può informarsi presso il sito di Romagna Acque a questo indirizzo: http://www.romagnacque.it/fonti_idriche/ravenna
11/04/2019 - Giovanni lo scettico
Credulone chi crede di abbeverarsi, a Ravenna con Ridracoli.
11/04/2019 - Ermes
Canaletta (ANIC) + Ronco + Montone)
11/04/2019 - Ermes
@Silvia: Non sarai “disagiata” ma sicuramente disinformata. Il potabilizzatore della Standiana (che si trova alle porte di Ravenna) è alimentato con acqua del Po proveniente da una derivazione del Canale Emiliano-Romagnolo e le principali aree servite sono la Bassa Romagna, il territorio ravennate e la riviera adriatica, da Cervia a Cesenatico e anche oltre. (fonte Romagna Acque)
11/04/2019 - maria
strano, il 10 aprile di solito ad alfonsine va tutto bene!:-)))
11/04/2019 - italo
A Ravenna si beve l acqua del Reno, magari quella del Po....arriva dalla canaletta anic. Consultabile su Romagna Acque. Poi una volta chiesi per moria pesci ex cave Enel via bartolotte....penso che l Arpa si mise a ridere.....non controlla nessuno
11/04/2019 - Alan
Gentile Silvia, ora che l'aspetto tecnico è stato chiarito, mi conceda di suggerirle la lettura del libro che Monsignor Della Casa dedicò al suo amico Galeazzo Florimonte. Le farebbe molto bene.
12/04/2019 - Giovanni lo scettico
Ma che dite? E l'acqua freschissima delle "sorgenti urbane" dove la gente fa la fila? Peccato che il frigorifero abbia un consumo enorme. Tanto mica paga Hera.
12/04/2019 - Ravèna
Scusate ho sbagliato, ho scritto gente ma volevo scrivere paganelli..
12/04/2019 - Ravèna
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.