Riscrivere la Storia. All’Emeroteca si parla della rivoluzione d'ottobre con il collettivo Wu Ming

Riscrivere la Storia. All’Emeroteca si parla della rivoluzione d'ottobre con il collettivo Wu Ming
Wu Ming

Domani, sabato 13 aprile si terrà il secondo appuntamento di Riscrivere la Storia. Alle 11 al chiostro dell’emeroteca di Ravenna (alla biblioteca Classense in caso di pioggia) si parlerà della rivoluzione d’ottobre e di come la rivolta russa voluta da artisti e intellettuali finì con il portarli a morire. Se ne discuterà assieme ai componenti del collettivo di scrittori Wu Ming autori di “Proletkult” (Einaudi) in dialogo con Matteo Cavezzali. 

Proletkult

Mosca, 1927. È ciò che accade ad Aleksandr Bogdanov, scrittore di fantascienza, ma anche rivoluzionario, scienziato e filosofo. Mentre fervono i preparativi per celebrare il decennale della Rivoluzione d'Ottobre e si avvicina la resa dei conti tra Stalin e i suoi oppositori, l'autore del celebre Stella Rossa riceve la visita di un personaggio che sembra uscito direttamente dalle pagine del suo romanzo. È l'occasione per ripercorrere le tappe di un'esistenza vissuta sull'orlo del baratro, tra insurrezioni, esilio e guerre, inseguendo lo spettro di un vecchio compagno perduto lungo la strada. Una ricerca che scuoterà a fondo le convinzioni di una vita.

Wu Ming

Collettivo di scrittori provenienti dalla sezione di Bologna degli artisti facenti parte del Luther Blisset Project (1994-99), denominatosi Wu Ming (“senza nome” oppure “cinque nomi”). Il loro programma letterario è centrato su una narrativa radicale in grado di dare vita a storie complesse e articolate in cui lo scrittore analizza attraverso approcci diversificati i fatti descritti e il contesto storico-sociale in cui essi si svolgono.

12/04/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.