Furti in calo. Confcommercio Ravenna si complimenta con le forze dell'ordine

Furti in calo. Confcommercio Ravenna si complimenta con le forze dell'ordine
Il direttore di Confcommercio Ravenna Giorgio Guberti

Con una lettera, inviata al questore di Ravenna Eugenio Russo e al prefetto Enrico Caterino, il presidente e il direttore di Confcommercio Ravenna Mauro Mambelli e Giorgio Guberti si sono complimentati per i “brillanti risultati conseguiti nel corso dell’ultimo anno e resi noti nel corso del 167° Anniversario della Fondazione della pPolizia di Stato”.

"Il potenziamento dell’attività di controllo del territorio - si legge nella lettera - che ha portato ad una consistente riduzione dei furti e delle rapine e ad un calo dei reati di natura predatoria, è il segnale inequivocabile del grande impegno e della costante dedizione da parte delle donne e degli uomini della questura di Ravenna e delle forze dell’ordine tutte che quotidianamente combattono fenomeni delinquenziali e che assicurano alla giustizia i responsabili dei reati, grazie ad un puntuale, qualificato e professionale coordinamento del nostro prefetto. Senza dimenticare anche le meritorie iniziative rivolte ai giovani finalizzate al contrasto dello spaccio di stupefacenti, nei pressi degli istituti scolastici del territorio, che ha impegnato le donne e gli uomini della questura in 26 servizi in pochi mesi: un grande impegno, certamente, ma anche la dimostrazione di una grande volontà a prevenire situazioni di degrado giovanile."

"Volevamo inoltre manifestare l’apprezzamento per alcuni passaggi della relazione del prefetto ed in particolare su uno, che consideriamo emblematico, che così recita: A voi cittadini di Ravenna, anche se oggi materialmente non siete tutti qui presenti vorrei dare un ultimo consiglio: abbiate fiducia nelle Istituzioni, siate orgogliosi delle donne e degli uomini della Polizia di Stato che con abnegazione, sacrificio, onestà e spirito di servizio lavorano incessantemente per garantire la sicurezza di questo splendido territorio. Grazie per il senso di civiltà e per l’operosità che dimostrate di avere che rendono più agevole il difficile lavoro delle Forze dell’Ordine tutte. Grazie di cuore per l’impegno profuso - concludono da Confcommercio - pregandola di estendere la nostra grande soddisfazione per i brillanti risultati ottenuti alle donne e agli uomini della questura”.

12/04/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Be e con i due furti fotocopia a 50 metri dalla questura come la mettiamo???
12/04/2019 - Accio
Scusate..ma questi dove vivono ??? sicuramente in un altro pianeta, oppure il quel buco nero che hanno scoperto giorni fa ??? furti in calo ??? ma dove ??? banche, negozi..tutti i giorni ce n'è uno !!! non parliamo poi dei privati....per me sono dei marziani (senza offesa per i marziani !!!!!)
12/04/2019 - bilancia
Bhè, forse qui a Godo i gestori del bar che ha aperto solo 15 giorni fa non sono molto d'accordo coi dati statistici profusi dalla Confcommecio: stanotte sono entrati i ladri nel bar, a soli 15 giorni dall'apertuta !
12/04/2019 - Tristano Onofri
Dai, non è vero. Ditemi che è un fake. " che ha portato ad una consistente riduzione dei furti e delle rapine e ad un calo dei reati di natura predatoria" .
12/04/2019 - nico
ma scusate, fra poco ci sono le europee cosa volete che raccontino la verità?
12/04/2019 - lorenzo
Ai ladri è stato dato il reddito di cittadinanza e non impazziscono più ad andare a rubare ANCHE loro.
12/04/2019 - Morris
Quando ho letto non ci credevo. Sembra un problema risolto. Ho letto i commenti e anche io la penso come voi. Furti in calo alla confcommercio.... solo lì
12/04/2019 - Christian
Beh dai...se la Confcommercio voleva perdere un po’ di associati...con questo Direttore ce la può fare
12/04/2019 - Manu
Il secondo passo sarà quello di convincerci che Babbo Natale esiste...
12/04/2019 - Andrea
Non li avete mai avuti in casa vostra e non immaginate neppure quanta rabbia hanno i derubati, sapendo che poi questi ladri sono liberi sempre!!!!
12/04/2019 - maria
Semplicemente imbarazzante....
12/04/2019 - Hypersthene
Esterrefatta da questo articolo...la dignità,la coerenza, la verità sono valori ormai persi. Ognuno racconta quello che vuole senza provare vergogna x quello che dice o scrive!! E così ci prendono anche x stupidi!!..che vergogna
12/04/2019 - Simo
Un senso di sicurezza così palpabile.... Domani smonto l'allarme di casa!!!
13/04/2019 - Ponzio
Dopo questa poi, mi torna in mente una battuta fatta da Cetto la qualunque "Bah!! cose da pazzi"!!!!
13/04/2019 - PIETRO
Brave le forze dell ordine però qualcuno non fa più denunce perché molti ritengomo inutile la denuncia e per forza che calano
13/04/2019 - Mario
Fake news. semplicemente.
13/04/2019 - Angelo
Ma lo sono o lo fanno ? Dove vivono? Non è che i furti sono in calo, è che la gente non vede il motivo di farlo...tanto escono subito ...ancora prima di aver redatto il verbale.... siamo sotto elezioni è iniziata l'era delle balle
13/04/2019 - Maura
I furti sono calati così tanto che i cittadini sono stati costretti ad aderire a gruppi di controllo del vicinato e a organizzare ronde notturne.
13/04/2019 - Giovanni lo scettico
Nessuno mette in discussione l'operato e l'abnegazione di tutte le forze dell'ordine,ma la dichiarazione dei vertici di Confcommercio è una presa per i fondelli verso i cittadini.
14/04/2019 - Ivo
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.