Torna a Ravenna il festival su ambiente, rifiuti ed energia con oltre 50 eventi in programma

Inizia oggi, mercoledì 8 maggio, la manifestazione “Fare i conti con l’ambiente” in programma a Ravenna. Il 2019 rappresenta la dodicesima edizione, per una delle manifestazioni “green” più originali del panorama italiano, con un format che miscela informazione, ricerca, contenuti scientifici, cultura e formazione. L'evento vanta il contributo del Comune di Ravenna e dell’Assessorato all’Ambiente fin dalla prima edizione.

"Manifestazioni come quelle dei “Friday for future”, ad esempio - commentano gli organizzatori - hanno portato tantissimi giovani nelle piazze di tutto il mondo e hanno dato un contributo importante nel dibattito pubblico rispetto al rapporto tra i nostri stili di vita e gli impatti sul pianeta. È compito di istituzioni, imprese, cittadini e mondo scientifico costruire occasioni di discussione, approfondimento, studio e in questo fare i conti con l'ambiente da diversi anni da un contributo fondamentale alla nostra comunità diffusa: professori, docenti, amministratori, operatori del settore, cittadine e cittadini. Lavoriamo per costruire una cultura diffusa che sappia prevenire, contrastare, anticipare questioni inerente al nostro vivere che diventano fondamentali per lasciare un mondo migliore di quello che abbiamo trovato."

"#Ravenna2019 (questo l’hashtag ufficiale per seguire sui social in tempo reale l’evento) conferma il proprio carattere “open” con oltre 50 momenti di incontro gratuiti distribuiti su tre giorni (8-10 maggio): al centro gli approfondimenti - spiegano - e la condivisione della conoscenza sulle nuove tecnologie e sui processi industriali, coniugando cultura e solidarietà ed offrendo eventi d’arte e spettacolo. Approfondimenti tematici sviluppati in collaborazione con reti esterne (associazioni, enti ed aziende), con il contributo del mondo delle università, dei ricercatori, dell’impresa, dei mass-media e del no-profit dedicati sia al mondo tecnico amministrativo sia ai cittadini."

Si parte con le 7 conferenze dedicate a cambiamenti climatici, gestione del territorio, acqua ed inquinanti, decomissioning, giornalismo ambientale, economia circolare e startup. Si prosegue con i 16 workshop, che spaziano sui temi più diversi in ambito “green”: green economy, riqualificazione energetica, inquinamento da plastica, filiere del riutilizzo, sostenibilità ambientale nelle costruzioni, green public procurement (appalti verdi), fanghi di depurazione ed acque reflue, digital transformation, blue growth, certificazione ambientale dei distretti produttivi, rifiuti inerti (e relativi Stati Generali), reati ambientali, etc…
E poi ancora Labmeeting (ossia momenti formativi gratuiti, nel solco della tradizione “open content” di “Fare i conti con l’Ambiente”).

"La manifestazione, che interessa tutto il centro storico pedonale di Ravenna - spiegano gli organizzatori - è davvero un evento a “kilometri zero”: quest’anno “Fare i conti con l’ambiente” sarà anche “plastic free” con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente. L’evento ospiterà anche la dodicesima edizione di Emergenze Creative, rassegna annuale d’arte contemporanea su tematiche ambientali, che si esplicherà ancora tramite gli strumenti della “public art” in chiave performativa, invitando quindi i cittadini a partecipare attivamente all’intervento artistico, diventando da semplici fruitori a importanti ed indispensabili protagonisti. Centrale resta inoltre il carattere formativo dell’evento di Ravenna, che ospiterà infatti ben 4 scuole di Alta Formazione: la settima edizione del Corso Residenziale di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati; la Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti (5^ Ed.); la Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici (terzo anno); la Scuola sui Servizi Pubblici Locali (secondo anno)".

“Rimane sempre alto il bisogno e la necessità di riflessione a livello nazionale sulle tematiche tecniche e di scenario del comparto rifiuti, acqua ed energia - affermano Giovanni Montresori e Mario Sunseri, Direttori della Manifestazione - La forza è nella caratterizzazione di evento organizzato dal basso da una comunità di professionisti, aziende, enti, giornalisti e gente comune che crede nella necessità di condivisione e confronto”

Tutte le iniziative sono gratuite, con la sola esclusione degli eventi ospitati (scuole). La manifestazione sarà preceduta il 6 e 7 maggio dalla Scuola delle Energie della Regione Emilia Romagna (a cura di ITS).

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
...per la gret(in)a trattenendo il respiro si inquina ancora meno (!) ma qualcuno si è accorto dei rifiuti (scorie) presenti in sedi pseudo-istituzionali? :| poi le guardie ecologiche arrivan a infierire con...la giunta (/questa è per pochi, a buon intenditor...)
30/04/2019 - D.M.
Ma prima, spiegateci perché Ravenna non fa la raccolta differenziata.....peggio di tantissimi comuni, grandi e piccini, del nord e del sud!
01/05/2019 - Franca
Scusi Sig.ra Franca, come sarebbe che non si fa raccolta differenziata? Lei non usa i diversi cassonetti per mettere carta, vetro e plastica? Io vado direttamente all'isola ecologica. Oppure intende quella porta a porta? Questa c'è già nel forese e ne ho sentite delle belle sui tempi di raccolta...
08/05/2019 - C.
La qualitá dell'ambiente é legata alla quantitá della popolazione, al nostro comportamento, alle nostre scelte di vita e di politica.
08/05/2019 - Ravèna
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.