Al teatro Rasi va in scena Le Moschettiere, fiaba contemporanea contro la violenza sulle donne

Al teatro Rasi va in scena Le Moschettiere, fiaba contemporanea contro la violenza sulle donne

Il ricavato sarà destinato alla realizzazione dei seminari formativi dei centri antiviolenza della provincia di Ravenna

Cosa succederebbe se i quattro moschettieri creati da Dumas, per un prodigio, fossero catapultati nel 2019 e si trovassero faccia a faccia con tre prostitute, loro malgrado, “in servizio” sull’Adriatica? È questa la domanda che apre la “scatola magica” de Le Moschettiere, l’ultimo lavoro scritto e messo in scena dalla regista Evelina Drianovska con gli allievi del suo laboratorio teatrale “Imparare a non recitare”. Lo spettacolo andrà in scena questa sera, 13 maggio, alle 20.30. 

L’intero ricavato sarà destinato alla realizzazione dei seminari formativi dei centri antiviolenza della provincia di Ravenna. L’imprevedibile incontro fra i 7 personaggi darà “il La” ad equivoci e situazioni esilaranti, ma anche ad immancabili riflessioni sul nostro tempo e le sue storture. Sono tante, infatti, le storie di quotidiana violenza contro le donne che questo inedito “settetto” si troverà ad incrociare, fino a giungere ad una risoluta decisione, al grido di “Tutti per uno, uno per tutti!”.

“Si tratta di una frase che ha resistito ai secoli, estremamente significativa per i tempi che stiamo vivendo, pieni di paura e chiusura agli altri, in cui l’egoismo ha soppiantato la solidarietà fra gli individui – spiega la regista -. Questa storia mostra come solo combattendo uniti, dalla stessa parte, si possono cambiare davvero le cose”. Lo spettacolo vede inserimenti di musica e canto dal vivo e la video-arte di Alice Davidi.

Il progetto è realizzato con il patrocinio del Comune di Ravenna e l’adesione di Linea Rosa Ravenna/Cervia e Russi, Demetra donne in aiuto Lugo e Comuni dell’Unione, SOS Donna Faenza e Comuni dell’Unione faentina. Con il sostegno di Tribeca Lounge e Acquatech Romagna. L’intero ricavato sarà destinato alla realizzazione di seminari formativi organizzati dai tre centri antiviolenza.

Dove e Quando: il 13 maggio 2019, ore 20.30, al Teatro Rasi di Ravenna, via di Roma, 39.
Biglietti: costo 10 euro. Biglietti in prevendita presso Linea Rosa, Via Mazzini 57/a, Ravenna; Associazione Sos Donna, Via Laderchi 3, Faenza; Demetra - Donne in Aiuto c/o Casa del Volontariato, Corso Garibaldi 116, Lugo.

Per informazioni: ass.cianove@libero.it; tel. 347 7207068.

Evelina Drianovska
Attrice e regista nata a Sofia (Bulgaria), dove si è laureata presso la National Academy of Theatre and Film Art “Krastyo Sarafov”. Ha seguito master class di perfezionamento con il Premio Nobel Dario Fo e Franca Rame, e molti altri artisti fra i quali: Pupi Avati, Alessandro Haber, Michele Placido. Ha scritto e portato in scena numerosi lavori teatrali, come “Monologo di un’attrice dell’Est”, “Eh Vanij, bisogna vivere”, “Mio Padre”, “Un posto di lavoro per Romeo” apprezzato da Dario Fo per la sua originalità. Nell’ambito del Festival delle Culture ha prodotto spettacoli come “Le bisbetiche indomate”, “Casanova e le casalinghe allegre”, “Il treno della vita”. È attrice per il teatro e la televisione. È autrice di numerosi racconti usciti per Claudio Nanni editore. Vive a Ravenna dal 1990.

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Sono pericolose anche le violenze psicologiche, i plagi verso giovani donne maggiorenni e indifendibili perché maggiorenni
13/05/2019 - maria
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.