Mattia Conti presenta il suo romanzo "Di sangue e di ghiaccio" nell'ambito di ScrittuRa Festival

Mattia Conti presenta il suo romanzo "Di sangue e di ghiaccio" nell'ambito di ScrittuRa Festival
Mattia Conti

Domani, giovedì 16 maggio, alle 17 presso la Libreria Dante di Longo in Via Diaz a Ravenna, Mattia Conti presenta il suo romanzo "Di sangue e di ghiaccio" nell'ambito di "ScrittuRa Festival". Presenta Jacopo Gardelli. 

"Di sangue e di ghiaccio" è una storia d’amore e di follia, un’avventura nella società dei “diversi”. Ed è il romanzo d’esordio di Mattia Conti, vincitore del Premio Campiello Giovani 2011.

Quando Ranocchia viene ripescato dall’acqua gelida del fiume, più morto che vivo, ciò che il paese sospettava da tempo diventa certezza: è impazzito. Già non è mai stato molto brillante, con quel suo fare svagato e il fisico gracile, inabile al lavoro nei campi. Da quando poi se n’è andato di casa per calcare le assi del palcoscenico sotto l’egida di quell’altro cialtrone di Baldo Bandini, capocomico e vagabondo. Inevitabile che la sua mente, già debole, cedesse. Ma ciò che nessuno sa è che Ranocchia ha un piano: farsi internare al manicomio di Lecco per cercare Bianca, la “maestrina”, la ragazza che gli ha insegnato a leggere, amare e soffrire, finita là dentro pochi mesi prima. Peccato che Bianca, a quanto pare, non si trovi più lì. E che l’istituto di cura sia un luogo molto più pericoloso di quanto Ranocchia sospettasse.

Un’incalzante avventura all’incrocio tra il mondo affascinante dei teatranti e quello cupo dei folli, un linguaggio plastico e vivo al servizio di una storia dalle atmosfere gotiche. Un giovane autore di grande maturità stilistica e una storia che avvince per trama e atmosfera del piccolo mondo quotidiano della Lecco di fine Ottocento.

MATTIA CONTI è nato a Molteno, in provincia di Lecco, nel 1989. Nel 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie Il moto delle onde (OTMA Edizioni) e nel 2011 ha vinto il Premio Campiello Giovani con Pelle di legno. Nel 2013 ha ottenuto il Premio Prada Journal con il racconto Gli occhi di Malarico (pubblicato nella collana digitale Zoom Feltrinelli) e, con il cortometraggio Zona 01, il premio Senzaparole indetto da Moviemax. Dopo aver lavorato per tre anni a MagnoliaTv, coniuga la sua passione per scrittura e audiovisivo presso la casa di produzione televisiva Dry Media.

15/05/2019

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.