Daini. Legambiente: "si tengano a bada i fucili. Prima i numeri degli esemplari"

Daini. Legambiente: "si tengano a bada i fucili. Prima i numeri degli esemplari"
Daini - Immagine di repertorio

Sulla questione abbattimento daini Pineta di Classe, Legambiente Ravenna interviene sulle provocazioni del PRI. Secondo l'associazione è "troppo presto per invocare piani di abbattimento". 
"Ricomincia la vicenda dei daini nella Pineta di Classe. Una vicenda che solo qualche anno fa ha vergognosamente generato comportamenti al limite del buon senso sia da parte della provincia che da parte dei cacciatori concedendo un abbattimento ingiustificato di 67 esemplari" dichiara Legambiente.

"Un accanimento nei confronti di esemplari che non hanno colpe di insistere su questo territorio e che si trovano alla mercè di un divertimento malsano e spesso privo di un’effettiva utilità ecologica, ma che stagionalmente fa comodo alla politica – commenta Legambiente -. “Prima di istigare alla pulizia dei fucili, si valutino interventi finalizzati al contenimento dello spostamento dei daini alle estremità della pineta con opportuni dissuasori, oltre a considerare possibili modalità eradicanti alternative all’abbattimento, ma solo dopo aver effettivamente valutato imparzialmente l’entità della popolazione presente” .

Proprio su quest’ultimo punto Legambiente ne rammenta la possibilità come indicato dalla Legge 157/1992 art. 19 “Controllo della fauna selvatica” che definisce la necessità di valutare preventivamente eventuali operazioni alternative all’abbattimento.
L’associazione si appella poi ad un’oculata valutazione degli effettivi danni procurati dagli animali senza spingersi agli allarmismi: “Non devono essere gli allarmismi ingiustificati, ne tantomeno gli eventuali interessi elettorali a delineare il destino di questi animali, tra l’altro già soggetti ad attività di bracconaggio, ma piuttosto il buon senso tipico di una società intellettualmente sviluppata” – sottolinea Legambiente.

Infine, rispondendo al PRI: “sparare bendati contro dei daini è sicuramente molto più becero che prendere posizioni ambientaliste in loro difesa, con valore critico e ponderato ” - conclude.

16/05/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Fra un po' anche i vecchi e malati saranno fucilati perché danno fastidio! Possibile che non si trovi ancora una soluzione per questi animali, facile volerli eliminare!
16/05/2019 - maria
ratti scarafaggi zanzare formiche ecc sono meno animali dei daini visto che legambiente e affini non se ne preoccupano?
16/05/2019 - artemio
In Ungheria ho mangiato la carne di daino, assomiglia al capriolo, un po più stopposa. :P
16/05/2019 - Remo
In tutto il mondo esiste la caccia di selezione. Perché qui non si può fare? Sono successi già tanti incidenti per colpa dei daini sulla Adriatica. Dobbiamo, come sempre succede in Italia, aspettare l'incidente grave per intervenire?? ps: non sono un cacciatore!
16/05/2019 - pablo
Gentile Maria, il suo paragone non è solo sbagliato. E' anche stupido.
16/05/2019 - Giovanni lo scettico
Anche quello di Artemio.
16/05/2019 - Alessandro
anche quello di giovanni lo scettico
16/05/2019 - batti
Il fatto è che questi animali in pineta non ci sono andati con le proprie zampe, ovvero qualche idiota ce li ha portati e in un luogo privo di predatori si riproducono indisturbati. Quanti sono? Non lo so e nemmeno riesco a ipotizzare quali danni causino oltre al possibile pericolo stradale. Ritengo giusto limitarne la proliferazione, sia che lo dicano i repubblicani che pinco pallo. Ovviamente la maniera più efficace e sicura è quella di sparare.
16/05/2019 - nautilus
Troppi film di Walt Disney hanno fatto danni.
16/05/2019 - Giovanni lo scettico
Alessandro potrebbe spiegare perche'? Quando sono in soprannumero gasiamo mosche e zanzare e avveleniamo topi e blatte, perche'alcuni si e alcuni no? se si applica lo stesso principio?
16/05/2019 - artemio
pensare diassoldare un veterinario anestetizzarli (esistono dei sparasiringhe) e trasportarli in montagna.non si evitano molte polemiche
16/05/2019 - batti
Sono ambientalista amo la fauna e detesto la caccia e condivido il commento di nautilus. Ma questa storia si ripete solo quando si tratta di daini e mi chiedo che cosa abbiano di diverso questi animali che si possono tranquillamente allevate come i cinghiali, le capre, i conigli ecc.. Ora che Legambiente ha fatto vedere che esiste e serve a qualcosa, mi chiedo dov'era quando sono state prosciugate le valli ??!
16/05/2019 - Ravèna
Quanta poca cultura e quanta poca conoscenza.... tanti teorizzatori a favore delle armi....e arroganti anche con le parole..... Che sconforto questa umanità piena di rabbia e aggressività che troverebbe facile risoluzione con tali sentimenti....
17/05/2019 - Isa
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.