Associazione Disordine. La sfilata dei personaggi storici dipinti in bicicletta di Ravenna fa scuola

Associazione Disordine. La sfilata dei personaggi storici dipinti in bicicletta di Ravenna fa scuola
I personaggi storici dipinti in bicicletta di Ravenna

Sabato 18 maggio 2019 alle ore 17 in via Cesare Battisti, 22, angolo giardini di Serravalle, anche Cesena inaugura la sua sfilata di personaggi storici in bicicletta. Il progetto, promosso dalla scrittrice, arredatrice di interni Sandra Canduzzi, è stato accolto con impegno dal Comune di Cesena tanto da rendere possibile l’installazione permanente di quattordici personaggi dipinti su pannelli di Obs in pieno centro storico.
Fonte primaria di ispirazione la teoria di personaggi storici in bicicletta dell’Associazione Dis-ORDINE dipinta a Ravenna nel 2016 sui pannelli del cantiere del mercato coperto in via IV novembre. In fase di stampa un libretto che documenta tutta l’esperienza.


"Le idee e il lavoro degli artisti del Dis-ORDINE, invitati all’inaugurazione di questo progetto gemello, si diffondono in altri centri storici" - commentano dall'Associazione - Questo è solo l'ultimo esempio, in ordine di tempo, dell'attenzione e del successo che le opere realizzate dalla nostra associazione ottengono in Italia e all'estero: un raro esempio di street art provvisoria, ora itinerante per le vie del vie del centro quasi a segnalare la necessità di affrettare la sistemazione di alcuni ‘cantieri permanenti’ della città, colto con largo consenso dai lettori del Wall Street International Magazine, dai viaggiatori di File Urbano di RAI Radio 3 e anche, con sorpresa, dall’obiettivo inarrestabile di Massimo Sestini per la copertina del libro Totò Metà-Fisico di Antonello Buffardi De Curtis e Gianluca Tenti ed. Gruppo Editoriale".

"Il lavoro dell’Associazione Dis-ORDINE riscuote larghi consensi ovunque si manifesti - sottolineano dall'Associazione -. I punti di forza sono il coinvolgimento di diverse generazioni e di tutta la città, dalle carceri alle suore di clausura attraverso le scuole, realtà sociali, studi di artisti italiani e di nazionalità diverse. Innumerevoli le collaborazioni con privati, Enti e Istituzioni. Gran parte di questi lavori, che onorano la nostra città, si realizzano in luoghi di "fortuna" in quanto l’Associazione è ancora priva di una sede adeguata in cui si possano esprimere al meglio le giovani generazioni di artisti che, nonostante la precarietà del percorso, si avventurano lungo il sentiero dell’arte". 

17/05/2019


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.