Il Giro d’Italia passa per Ravenna. Tutte le info utili su modifiche al traffico e chiusura scuole

Il Giro d’Italia passa per Ravenna. Tutte le info utili su modifiche al traffico e chiusura scuole
Foto dal sito ufficiale della gara

La decima tappa partirà alle 13.45 da piazza Del Popolo

La partenza da Ravenna della decima tappa della 102ª edizione del Giro d’Italia, martedì 21 maggio, comporterà alcune modifiche a viabilità e apertura delle scuole, per garantire il corretto svolgimento della gara e la sicurezza, sia per i ciclisti che per i cittadini.

Ricordiamo qui di seguito le informazioni principali divulgate dal Comune, da tenere a mente girando per Ravenna domani, martedì 21 maggio.

VIABILITÀ

Verrà temporaneamente istituita una nuova disciplina della circolazione in strade del Comune di Ravenna. Il percorso di trasferimento fino alla partenza ufficiale - il chilometro zero sarà posizionato a Borgo Montone - è il seguente: piazza del Popolo con partenza alle 13.30 circa, via Diaz, via di Roma, via Cesarea, via Romea, rotonda Grecia, via Po, viale Gramsci, rotonda Irlanda, viale E. Berlinguer, via M. Pascoli, viale V. Randi, rotonda Lussemburgo, viale V. Randi, rotonda Austria, via A. Einstein, via Fiume Montone Abbandonato e via Godo.

Di seguito le informazioni sulle principali modifiche che saranno apportate alla viabilità.

- Divieto di transito per tutti i veicoli dalle 8 del 20 maggio alle 20 del 21 maggio in piazza del Popolo, piazza G. Garibaldi, piazza L. Einaudi, via A. Diaz. Conseguentemente a ciò verrà adottato il divieto di transito per tutti i veicoli (eccetto quelli dei residenti e il traffico locale) in via A. Zecca e vicolo degli Ariani.

- Divieto di transito per tutti i veicoli dalle 8 alle 15 del 21 maggio in viale Farini, via di Roma (nel tratto compreso fra via B. Alighieri e via Cesarea), via Cesarea (nel tratto compreso fra via di Roma e circ.ne Canale Molinetto), via G. Carducci, via San Giovanni Bosco, via A. Monghini, piazza G. Mameli, via B. Alighieri (limitatamente al parcheggio posto al civico 15), viale S. Baldini e piazzale G. B. Rossi.

- Divieto di transito per tutti i veicoli dalle 10.30 alle 15 del 21 maggio relativamente al percorso di gara, come prevede l'ordinanza che sarà emessa dalla Prefettura: via Cesarea, via Romea, rotonda Grecia, via Po, viale Gramsci, rotonda Irlanda, viale E. Berlinguer, via M. Pascoli, viale V. Randi, rotonda Lussemburgo, viale V. Randi, rotonda Austria, via A. Einstein, via Fiume Montone Abbandonato e via Godo (le Forze di Polizia hanno facoltà di riaprire il traffico anche antecedentemente, previa verifica della percorribilità delle strade e dopo il passaggio della moto del Fine Gara).

Segnaletica temporanea in loco indicherà anche alcuni divieti di fermata e sosta, anche con rimozione forzata, in alcune piazze e vie interessate dagli allestimenti delle strutture logistiche del Giro d’Italia.

Anche i percorsi e le fermate dei mezzi pubblici subiranno modifiche che potranno essere consultate sul sito di Start Romagna. Sarà garantito il collegamento stazione-ospedale.

 

SCUOLE

Verranno chiuse, con un'ordinanza del Comune, alcune scuole e servizi educativi per la prima infanzia: questo l'elenco:

Scuole secondarie di secondo grado e della formazione professionale (CFP):

istituto professionale statale Olivetti – Callegari in via Umago 18
istituto tecnico commerciale statale Ginanni in via Carducci 11
istituto tecnico geometri statale Morigia – Perdisa in via Marconi 6 e in via dell’Agricoltura 5;
istituto tecnico industriale statale Baldini in via Marconi 2
liceo artistico Nervi – in via Tombesi dall’Ova, 14 e in via Alighieri 8
liceo classico Alighieri in piazza Garibaldi 2 e in via Bixio, 25
liceo scientifico Oriani in via Battisti, 2 e in via Marconi 2
scuola arti e mestieri Pescarini in via Monti 32;
Engim in via Punta Stilo 59.


Scuole per l’infanzia, primarie e secondarie di primo grado statali e paritarie:

scuola infanzia, primaria e secondaria di 1° grado paritaria San Vincenzo de Paoli in via Negri 28
scuola dell’infanzia statale Gaudenzi in via Marconi 7;
scuola primaria e secondaria di 1° grado statale Randi in via Marzabotto 10;
scuola primaria statale Mesini in via Fiume Montone Abbandonato 428;
scuola primaria statale Mordani in via Mordani 5;
scuola primaria statale Pascoli in via Scuole Pubbliche 9;
scuola secondaria di 1° grado statale Novello in piazza Caduti per la Libertà 15;
scuola primaria statale Garibaldi in via Rubicone 46/48;
scuola primaria e secondaria di 1° grado statale Ricci Muratori in via Doberdò 25.


Scuole e nidi d’Infanzia comunali:

nido e scuola dell’infanzia comunale Garibaldi in via Baldini 2;
scuola dell’infanzia comunale Freccia Azzurra in via Aniene 52;
scuola dell’infanzia comunale Le Ali in via Cesarea 10/a.


Sarà consentita l’apertura degli altri nidi e delle altre scuole dell’infanzia della città – si consiglia però l’uscita dalle 16 - mentre è sconsigliata, per questioni di traffico, l’uscita intermedia quando l’evento sportivo sarà in pieno svolgimento.

Resterà aperto l’Istituto superiore di studi musicali Giuseppe Verdi in via di Roma 33, la cui attività sarà però sospesa nella fascia oraria antimeridiana mentre svolgerà regolare attività l’Accademia di belle arti.


La decima tappa partirà alle 13.45 da piazza Del Popolo, ma già dalla mattina si potrà vivere l’atmosfera “rosa” in centro storico. Ad esempio lungo viale Farini dove sarà allestito il villaggio commerciale, mentre in piazza del Popolo dalle 12,30 alle 13,40 i corridori potranno apporre il proprio autografo sul grande “foglio firma”. 
Dopo la partenza si potrà vederli sfilare fino al chilometro 0 a Borgo Montone (lo start effettivo) lungo le vie Diaz, di Roma, Cesarea, Romea, rotonda Grecia, viale Po e Gramsci, rotonda Irlanda, viale Berlinguer, via Pascoli, viale Randi, rotonda Austria, via Fiume Abbandonato.



20/05/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Prigionieri in casa !!! Questo è quanto disposto dalle autorità per i residenti di via Argine sx e dx Fiume montone !! Pensate che alla richiesta di informazioni ai vigili urbani, chi dovrebbe dare le dovute indicazioni, ha risposto che i residenti erano informati da tempo e che se non era gradito il GIRO D'ITALIA , avrebbero dovuto trasferirsi da altra parte per il giorno del passaggio. W IL GIRO !!!!!!
20/05/2019 - Mario
Prigioniero in casa? Dalle 10.30 alle 15.00? Una volta ogni vent'anni? Mario, fatti un cicchetto, vá.
20/05/2019 - Alessandro
Mario ma cosa dici. Ovvio quando c'è un evento in una città è cosi. Anzi dovresti essere orgoglioso che la tua città (io sono nato qua 59 anni fa) sia protagonista altrimenti ti consiglio di vivere in campaggna. Speravo fosse magari publicata una cartina.
20/05/2019 - Massimo
Zitto, almeno hanno avuto i soldi per asfaltare molte strade!
20/05/2019 - Alessandra
Non capisco la necessità di chiudere le scuole per un evento sportivo. E' già un danno economico enorme immobilizzare per un'intera giornata delle grandi città come Ravenna e Modena, più una ventina di paesi minori. L'unica cosa positiva è l'asfaltatura di molte strade (nel giro di una settimana) che erano in condizioni pietose da anni.
21/05/2019 - Tristano Onofri
Dai Mario il Giro d'Italia che passa a Ravenna è un evento da non perdere, non tutti possono viverlo e tu ne hai il privilegio.......goditelo invece di "subirlo".
21/05/2019 - Antonio
Credo che chiudere le scuole per il passaggio del giro d'Italia sia un messaggio non educativo per i ragazzi. Non trasformatela nel paese dei balocchi, va bene il turismo ma prima l'istruzione, il lavoro. Non potete mettere così in difficoltà chi deve lavorare e studiare
21/05/2019 - Bruce
Chiudete le scuole, le strade. La cittadinanza deve lavorare, spendere soldi per babysitter perché i bambini non possono andare a scuola. Vergogna!!! Vi preoccupate dei turisti , degli spettacoli ma non dei cittadini e soprattutto delle fasce più deboli e in difficoltà, quelli che non hanno nonni e parenti che possono accudire i figli quando i genitori sono al lavoro. Ci avete obbligati a chiedere ferie. Siete fuori da ogni realtà e manifestate poca serietà, Spero cada questa amministrazione
21/05/2019 - Gianna
Tra questa superpippa (che quantomeno provoca una riasfaltatura di alcune delle strade interessate), la mille miglia, le sfilate carnevalesche e le varie maratone, mezze maratone, corse podistiche, ciclistiche, nei sacchi e compagnia ormai si potrebbe anche esporre un calendario di quando le. varie strade sono percorribili....Per oggi era programmato un convegno all'Hotel Cube, che è stato rinviato a data da destinarsi causa chiusura della STRADA STATALE 253 (S. Vitale)....
21/05/2019 - Maurizio Ricci
... effettivamente sono 2 settimane che ci dicono delle chiusure del traffico. A piedi e i bici si può girare tranquillamente. L'affermazione prigionieri in casa mi sembra fuori luogo.
21/05/2019 - Alessandro
Massì, cosa volete che sia, onore e lustro ad una città vetusta... Mica siamo tutti studenti o pensionati, a Ravenna e dintorni. Ok la passerella ed il richiamo mediatico, ma potevano organizzarsi prima e, forse, un po'meglio per dare le informazioni del caso.
21/05/2019 - Lucio Campiani
Quando il Ravenna calcio gioca in casa durante la settimana chiudono il traffico nel tardo pomeriggio in tutta la zona dello stadio mai sentite lamentele
21/05/2019 - RITA
Gianna, speri che cada questa Amministrazione. Perché, una differente amministrazione cosa avrebbe fatto? avrebbe forse impedito all'organizzazione di fermarsi a Ravenna"?! ma perché siamo così........chiusi? Piaccia o no, è una manifestazione che coinvolge a livello nazionale. Subirla, scusate, ma non ce la vedo proprio. E men che meno la prigionia! Dai!!! Suvvia, è un giorno solo! è una festa, ieri ci sono state attrazioni in piazza Kennedy. La città è più animata. Perchè non apriamo un po' il nostro campo visivo,ampliamo il nostro orticello e usciamo dal torpore?
21/05/2019 - c.c.
Ecco quelli che dicono no Tutto. La prigione e un'altra cosa. Caro Maurizio sono come minimo sei mesi che il tracciato era noto . Informarsi!!!!!!.
21/05/2019 - Troglodita
La situazione in piazza è questa: transenne per la zona riservata ai corridori con spettatori assiepati per vedere gli spettacoli (balli e sciucaren). Naturalmente vede solo chi è in prima fila. Perchè non installare una tribuna in tubi innocenti e fare pagare anche solo 2 € per accomodarsi a sedere?
21/05/2019 - Antonio
Vedo che ce ne sono altri a pensarla come me! Che comunque vuoi o nn vuoi ha portato sicuramente del disagio x la gente che Deve andare a lavoro e hanno dei figli.ma quando lo precisato mi hanno mangiato tutti la faccia!!
21/05/2019 - Bc
Caro Alessandro ,credo tu ti sia fatto qualche cicchetto di troppo , neppure in bici si puo' circolare . La via fiume Montone è chiusa !!! unica strada x poter entrare ed uscire da casa ( in campagna). Comunque almeno in città le strade sono come quelle di campagna , senza auto parcheggiate a dx e a sx .
21/05/2019 - MARIO
dal mio punto di vista mi avete creato un disagio grosso, con la gestione figli e lavoro. si potevano chiudere le strade 30 minuti prima dal passaggio dei ciclisti e non ore. così fate odiare una disciplina sportiva.
21/05/2019 - giancarlo
Quanti lamentoni ! Le informazioni ci sono state, ma se non ci informiamo non le conosciamo! Prigionieri in casa....poi .mi sembra proprio un'affermazione ottusa.
21/05/2019 - Gabriella Danesi
Io abito a San Marco e per un appuntamento fissato alle 13, sono dovuta stare fuori di casa Delle 9.00 alle 14,30 perché altrimenti non mi avrebbero fatta passare, bloccare il centro in un giorno lavorativo è roba da matti!!!
21/05/2019 - LUCIA
Cara signora Gabriella Danesi, mi dispiace dirglielo ma è lei l'ottusa, i giorni precedenti a questo giro d'Italia ho contattatola municipale per chiedere informazioni, mi è stato risposto sgarbatamente senza dare risposta alle mie domande, le auguro a lei di aver l'unica via che porta a Ravenna chiusa per metà giornata.
21/05/2019 - Lucia
Mi sa che le persone contente che criticano gli scontenti ...non abitino nelle zone chiuse,Solitamente chi critica lo fa perchè il problema non lo riguarda in modo particolare.
22/05/2019 - maria teresa
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.