LA POSTA DEI LETTORI / Se avete una PEC controllatela spesso: le multe con autovelox arrivano lì!

LA POSTA DEI LETTORI / Se avete una PEC controllatela spesso: le multe con autovelox arrivano lì!

Desidero rendere pubblica, per chi legge questa rubrica, una novità di cui probabilmente alcuni sono informati, ma immagino molti come me, ignari. Mio padre, 84enne, si ritrova avendo del terreno agricolo che ancora si ostina a coltivare, la partita IVA aperta con conseguente obbligo della PEC.

Lui, naturalmente, non sa neppure cosa sia una PEC visto che, per il suo bene, sto gestendo tutta la burocrazia della cosa io, che sono la figlia. Ma io ho il mio di lavoro e sapendo oramai le comunicazioni di prassi che riceve in quella posta, la apro solo raramente, quando so che siamo a ridosso di scadenze o comunicazioni. Sappiate che ora, le multe con autovelox rilevate ad intestatari di PEC, vi arrivano lì senza alcun altra comunicazione postale.

Perciò, apritela spesso perchè altrimenti decorrono i tempi per il pagamento e ve la trovate maggiorata con cartella esattoriale. Il Comando della Municipale mi ha detto che la legge non ammette ignoranza e che la notizia della nuova forma per l'invio dei verbali è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Scusate se dopo colazione, ogni mattina, nè io nè mio padre leggiamo la Gazzetta Ufficiale. Questa volta, per puro caso l'abbiamo vista in tempo. Cordialmente, un'italiana ormai speranzosa di emigrare.

Katia

30/05/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Guardi Sig.ra che noi poveri umani comuni dobbiam essere sempre informati e ottemperare ai nostri doveri in modo puntuale, ma quando abbiamo bisogno noi dei servizi che paghiamo questa regola non vale. Sarò ripetitivo, ma strade che fanno schifo, ponti chiusi per mesi e mesi, controlli per furti e rapine che non sono abbastanza...devo continuare? Però eh! Ieri è cambiato il regolamento dei velox per cui la legge non ammette ignoranza! Ne avrei da raccontare come la sua vicenda per esperienza personale. Posso solo esprimerle la mia vicinanza. Saluti
30/05/2019 - sugarcult81
Ormai gli automobilisti sono diventati il bancomat dei Comuni.
30/05/2019 - Giovanni lo scettico
Consiglio di impostare la notifica di arrivo di una PEC nella propria mail normale, che, di solito, viene controllata più spesso della casella PEC. E' un'opzione che dovrebbe essere disponibile quasi sempre da parte dei provider di posta certificata.
30/05/2019 - AM
Grazie per l'informazione! Sono nella stessa situazione, cioè con pec e all'oscuro di tutto! Vado subito a controllare
30/05/2019 - Sole
Solo per dire che se l'Italia è così è per colpa degli italiani e non dei marziani....... Molti italiani che sono andati all'estero mi dicono che si vive meglio ma si comportano in modo diverso da qua.......... la burocrazia da noi esiste per contrastare il "furbo", più facciamo i furbetti più burocrazia inseriamo e più burocrazia inseriamo più facciamo i furbetti......... ma dov'è tutta questa furbizia?????? Mah....
31/05/2019 - elio62
se avete delle ""pecche"" aspettatevi qualcosa:-)))))
31/05/2019 - italo
si ma quando il comune mortale ha bisogno per una pratica o qualcosa (sia di pubblico che privato), si sente dire "certo, ma magari meglio via FAX piuttosto che alla PEC ci guardiam poco niente o rimane lì (benché abbia valore legale da quando NOI la spediamo e si riceve notifica di avvenuto invio al server posta del destinatario)
03/06/2019 - D.M.
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.


Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.