LA POSTA DEI LETTORI / Madonna dell'Albero: residenti isolati per lavori al Ponte Assi e senza bus

LA POSTA DEI LETTORI / Madonna dell'Albero: residenti isolati per lavori al Ponte Assi e senza bus

Buongiorno, scrivo a nome di tante persone (per quanto possa contare), che da mesi stanno vivendo un forte disagio a causa dell'isolamento di Madonna dell'Albero alla città di Ravenna. Da marzo '19 sono stati modificati gli orari della linea 3 che collega appunto Madonna dell'Albero al centro, con grandi difficoltà per chi deve spostarsi obbligatoriamente con il mezzo pubblico per chi non possiede o non guida un'auto.

Inoltre non è possibile spostarsi in bicicletta tramite le strade che collegano Madonna dell'Albero al centro, in quanto via Ravegnana verso la città e Via 56 Martiri sono diventate strade che sembrano piste di gare automobilistiche (nonostante il limite di velocità ridotto) e altamente pericolose! Inoltre via Ravegnana non consente il ritorno in bicicletta verso Madonna dell'Albero, perché chiusa in quel senso.

Non solo sono state ridotte le corse della linea 3, obbligando le persone ad organizzarsi con una sola corsa oraria e che arriva comunque solo fino a piazza dei Caduti e non in stazione, ma a partire dal 8/06/19, sono stati anche modificati gli orari per cui chi comunque si era, in qualche modo, organizzato con l'unico mezzo che passa da Madonna dell'Albero - Via Turci Linea 156, non riesce più a prenderlo.

Ci siamo organizzati in questi mesi ad accompagnare persone che abitualmente, con l'abbonamento dell'autobus già acquistato da mesi, dovevano andare in stazione a prendere ogni settimana treni con intralcio di valigie ad orari impensabili; ci siamo anche organizzati ad accompagnare persone che dovevano andare al lavoro senza la disponibilità di una corsa in qualche modo "comoda", tenendo conto che ognuno ha orari ed esigenze differenti, il tutto con forte disagio e mille difficoltà per tutti coloro che fanno e che si adeguano a questa grave mancanza di mezzi.

Non so se questa mia rimostranza abbia qualche effetto e sicuramente occorrerà rivolgersi altrove per avere una risposta soddisfacente, ma una segnalazione era mio dovere farla, perché non si può rimanere isolati per 8 e chissà quanti mesi per mettere in sicurezza un ponte (per carità importantissimo ma non si poteva prevedere qualcos'altro in alternativa?), tagliando fuori una gran fetta di isolati urbani che ormai sono densamente popolati e non tutti autonomamente motorizzati.

Non oso pensare poi a partire dal mese di agosto '19, quando la via Ravegnana verrà chiusa in entrambi i sensi per i lavori al Ponte Assi come potremmo muoverci.

Ringrazio per l'attenzione. Cordiali saluti.

Michela Zoffoli

10/06/2019

 Commenti

Perchè non vedi il tuo commento? Leggi le policy
Perfettamente d'accordo con la Sig.ra Zoffoli. Vorrei inoltre portare l'attenzione sul problema della viabilità per i ciclisti i quali hanno solo 2 alternative, ovvero via 56 martiri e il dismano. Chiunque percorre quelle strade si rende facilmente conto di quanto un ciclista sia esposto a gravi rischi per la propria vita (non è un'esagerazione), con auto che vanno forte, molto più forte dei limiti e guidatori perennemente a zig zag mentre guidano distratti dal cellulare. O forse stanno al cellulare distratti dalla guida. La pista ciclabile è stata dimenticata? Non ci sono più notizie da un pezzo! Aspettiamo sempre il solito sacrificio umano prima di fare qualcosa?
10/06/2019 - IlMax
Concordo pienamente con la Sig.ra Michela, anch'io sono di Madonna dalla parte della chiesa ed effettivamente con gli orari invernali ero riuscita ad organizzarmi bene con la linea 156 ora con il cambio degli orari sono stati ridotti di parecchio verso Ravenna. Ho avuto la possibilità di notare (visto che a volte mi reco a Ravenna in bicicletta) che la linea 3 resta ferma al copolinea della Ravegnana anche 20 minuti; io credo che quel tempo possa essere impiegato tranquillamente per arrivare a Madonna utilizzando il percorso che effettua nelle prime 3 corse del mattino. Mi augoro che la mia goccia e la goccia di Michela in mezzo al mare serva qualcosa di utile.
10/06/2019 - Tosca
non credo esista tanto menefreghismo di chi riceve soldi e voti dai suoi concittadini come a ravenna- lavori infiniti ovunque ponte assi - i lavori al candiano- il mercato coperto etc e dove sono finiti nonostante le richieste e le indicazioni appaiono squallidi ed inutili - domenica di giugno piazza kennedy deserta assolata senza un panchina in ombra e dei poveri alberi striminziti a coronare la più brutta piazza in italia
10/06/2019 - leo
Concordo pienamente, anche noi abitiamo nella zona nuova, dal 2010, e, credetemi non ne possiamo già piu. I disagi sono tanti, i nostri ragazzi vanno in autobus, ma spesso avanti e indietro li portiamo noi, anche quando vogliono uscire la sera, è un grosso problema senza i mezzi, siamo veramente ESASPERATI, tanto da valutare per settembre di vendere casa e lasciare questo quartiere dormitorio, dove non c è nulla e, la pista ciclabile rimarrà un bel sogno nel cassetto.
10/06/2019 - Laura
A proposito.- Un signore di Madonna mi ha detto che la Classicana/Adriatica venendo dal Dismano non si puo attraversare in bicicletta..è vero ??? grazie
10/06/2019 - bilancia
Io ho compiuto 30 anni quest'anno e sono 30 anni che spero in una ciclabile per poter andare serenamente in città!!! Negli anni passati sembrava che abitare a Madonna fosse abitare in un posto sperduto nel mondo, ma ad oggi visto l'espandersi della Frazione non si può parlare ancora della ciclabile che non esiste e della linea 3 che fa la sua corsa solo fino al Classicano (tranne la mattina in orario scolastico) e con i lavori stradali al Ponte Assi ancor meno creando consistenti disagi.. ma dai è inaccettabile! Per di più, aggiungo che, se un povero cristiano volesse andare in zona Ponte Nuovo è da capo ancora!! Niente bus e niente ciclabile!! Poi ci vengono a dire di limitare l'uso della macchina! Come dovremmo fare??
10/06/2019 - ISABELLA
Pienamente d'accordo con Michela e con IlMax. Siamo completamente isolati a Madonna dell'Albero e la viabilità su via 56 Martiri è insostenibile da tempo ma ora lo è ancora di più. Ho scritto all'assessore Fagnani in data 27/12/2018 in merito a quanto detto nella lettera e nei commenti, la sua segretaria mi ha chiesto il numero per essere contattata...ma sto ancora aspettando una chiamata...
10/06/2019 - Vale R
Ringrazio per il vs appoggio non avevo dubbi in merito e mi sembra strano che nessuno si muova x urlare a tutti il ns disagio .. vi consiglio anche di guardare il gruppo wattshapp di "Quelli di Madonna" c'è qualcuno che consiglia Dismano e 56 Martiri in bicicletta, robe da matti!!
10/06/2019 - Michela Zoffoli
Ma perchè non risponde nessuno di quelli che governano la città ? Per caso si vergognano o non hanno soluzioni , nel qual caso dovrebbero lasciare il posto a chi può sistemare le cose.
10/06/2019 - Giancarlo
Amministrazione svegliati! O dobbiamo arrivare alla fine di FORLI???
10/06/2019 - Emanuele
Allora non sognavo quando chiedevo notizie sulla pista tanto blaterata da sindaco fabriziello e assessori al seguito ; la settimana scorsa ho letto una notizia bomba < la pista ciclabile a bordo rivale del fiume ne rafforzerebbe la solidità ... ma và la --- vieni quà > non so chi abbia detto questa buona notizia ma come sempre non è seguita da fatti . Anche oggi ho pedalato sul ponte Assi e non vedo volontà a seguire consigli ... credo che verrà fuori un ponte tipo la Madonna < balaustre anticarro-armato e niente spazio per pedoni e ciclisti > chiedevo una passerella pensile esterna e magari addrizzare la squadratura della struttura evitando quella S un po tanto pericolosa . Le richieste sono tante e varie ... forse per questo palazzo merlato tace , sta meditando . Antonio Zanzi
11/06/2019 - Antonio Zanzi
Tranquilli l'assessore o il sindaco appariranno nel momento in cui ci sarà (forse) qualcosa da inaugurare per strombazzare gli straordinari risultati ottenuti con impegno, perseveranza e determinazione della giunta , bla bla bla ..... sic !
14/06/2019 - PV61
Policy Commenti

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Ravennanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@ravennanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.