Ravenna, al Nuovo Villaggio del Fanciullo in scena lo spettacolo "Un cappuccetto rosso senegalese"

Ravenna, al Nuovo Villaggio del Fanciullo in scena lo spettacolo "Un cappuccetto rosso senegalese"

Domani, mercoledì 12 giugno a partire dalle 17, nella sede della Fondazione Nuovo Villaggio del Fanciullo in via del Pino 102-104 a Ponte Nuovo, la cittadinanza è invitata all’evento gratuito “Noi, per il Senegal” che vede protagonisti gli attori del Teatro delle Albe, Accademia Perduta, Romagna Teatri e Ker Theatre Mandiaye N’Diaye, che porteranno in scena il famoso spettacolo “Thioro: Un cappuccetto rosso senegalese”.

Il pomeriggio sarà ricco di contenuti che faranno sorridere ma anche pensare. Dopo lo spettacolo è infatti prevista una breve presentazione dei progetti internazionali che la Fondazione porta avanti da diversi anni.

Saranno presenti Mirella Orlandi, Responsabile Cooperazione Internazionale della Regione Emilia Romagna; Ouidad Bakkali, Assessore a pubblica istruzione e infanzia, istruzione superiore, formazione professionale, università, politiche europee, cooperazione internazionale, politiche e cultura di genere del comune di Ravenna; Fatou Boro Lo, presidente dell’Associazione Jappo; Ndiogou Diallo, presidente dell’Associazione dei Senegalesi di Ravenna (ASRA); oltre che i vertici della Fondazione. Ci sarà anche un ospite speciale, Insa Himbane, sindaco di Oukout, uno dei Villaggi in cui la Fondazione ha costruito alcuni distretti sanitari e una scuola.

La serata si concluderà con un buffet gratuito cucinato dalle donne senegalesi dell’associazione ASRA e con l’assaggio di bevande tipiche di quelle zone. Sarà inoltre esposta una mostra intitolata “Kumbo Kumbò” che ritrae momenti di vita molto suggestivi delle popolazioni dei Villaggi della Regione della Casamance. Le foto sono state scattate dal fotografo Sebastiano Fadelli.

L’evento è gratuito ed è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna e con il contributo della Regione Emilia Romagna.

 

...Commenta anche tu!

Vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie da Ravenna e provincia? Iscriviti alla Newsletter.