Domenica 22 Gennaio 2017

Moderato Cantabile

Recensione dello spettacolo “Il borghese gentiluomo”, comédie-ballet interpretata da Emilio Solfrizzi per la regia di Armando Pugliese, prodotta da ErreTiTeatro30, in scena all'Alighieri fino al 19 gennaio

La consueta, finissima crudeltà satirica della penna di Molière attraversa anche questa sua tarda comédie-ballet, e si manifesta apertamente fin dal titolo: una dichiarazione d'intenti comica, un ossimoro che non lascia spazio ad equivoci.

Addio a Gabriel Cacho Millet, il più grande esperto di Dino Campana

Venerdì 30 Dicembre 2016
Gabriel Cacho Millet

Si è spento a 77 anni il letterato, giornalista e drammaturgo argentino, cittadino onorario di Marradi, la città dell'amato Dino Campana. Al "poeta della diaspora", Gabriel Cacho Millet aveva consacrato la sua vita professionale, scrivendo opere diventate imprescindibili

Una voce mordiba e gentile al telefono, appena cadenzata dalle sibilanti dello spagnolo. Chiamavo Gabriel Cacho Millet per invitarlo ad uno spettacolo itinerante su Dino Campana prodotto da Ravenna Festival. Era il 2014, si festeggiavano i 100 anni dalla pubblicazione dei Canti Orfici, capolavoro indiscusso della poesia italiana del Novecento.

Canto noia a squarciagola. Intervista a Lanfranco Moder Vicari

Venerdì 23 Dicembre 2016
Lanfranco Moder Vicari in un fotogramma del video "Tra i denti"

È da poco uscito il suo nuovo album "Otto dicembre", per Glory Hole Records, che ha attirato l'attenzione della stampa nazionale. Ne abbiamo parlato con Lanfranco Vicari, in arte Moder, ex Il Lato Oscuro Della Costa, oggi animatore e direttore artistico del Cisim di Lido Adriano

Il rap è sempre stato per me un mondo chiuso, quasi iniziatico. Gruppi di ragazzetti con cappucci e i pantaloni cascanti, che parlano fitto, rabbiosamente, con vocali aperte quando dovrebbero essere chiuse, e viceversa. Due o più freestyler sul palco a sputarsi rime addosso per dimostrare di essere più bravi degli altri, su basi ritmate e ossessive che spesso non hanno nulla di piacevole, che non lasciano il respiro.

 

Ciò che spaventa è fotogenico. Intervista al fotografo Adriano Zanni

Venerdì 16 Dicembre 2016
Una fotografia di "Cosa Resta"

Una breve chiacchierata con il fotografo ravennate Adriano Zanni, che presenterà oggi alle 18, al Fargo di via Girolamo Rossi, il suo nuovo volume "Cosa Resta. Racconti d'osservazione", edito da Reclam

Forse avete visto le sue foto sul Post.it, senza sapere che si trattava di un vostro concittadino. O forse, come me, lo seguite su Facebook, dove Adriano pubblica ogni giorno sul suo profilo i suoi bianchi e neri spietati e desolanti.

Dire il dolore del mondo. Recensione di “Luș”, il concerto spettacolo del Teatro delle Albe

Sabato 3 Dicembre 2016
Una scena di "Luș" (foto Luca Del Pia)

Qualche riflessione attorno a “Luș”, poemetto in romagnolo scritto da Nevio Spadoni per il teatro, che vede in scena Ermanna Montanari, Luigi Ceccarelli e Daniele Roccato per la regia di Marco Martinelli, in scena all'Alighieri di Ravenna fino al 4 dicembre

Bêlda è in bilico. Si sporge a cercare la luce, si lascia sfiorare il volto da un raggio timido, ma è come se le sue gambe pesassero troppo, ancorate nelle tenebre. La sua voce sale, si alza nella speranza di un chiarore, ma il suo corpo è avvinto dalla lunga catena dei mali, legato per sempre alla terra. “Cosa è mai capace di fare, la terra?”, si chiede, insmida, la nostra Bêlda.

Una Moira al contrario. L'artista ravennate Lucia Nanni sulla mostra “Lacrime”

Mercoledì 23 Novembre 2016
La mostra "Lacrime" al Museo Nazionale di Ravenna

Il resoconto di un incontro con l'artista ravennate Lucia Nanni, in arte Bubilda, e sulla sua mostra “Lacrime”, conclusa da qualche giorno e celebrata da un omonimo volume uscito per Angelo Longo Editore

Le tre Moire. Tra le figure più oscure e affascinanti della mitologia greca, queste tre anti-grazie, figlie di Necessità, siedono nell'Ade, filando i nostri destini. Una fa scorrere il filo della vita, l'altra lo avvolge sul fuso e l'ultima decide quando tagliarlo. È una decisione inappellabile, un decreto definitivo, che misura una volta per sempre quanto mondo ci spetta di vivere.

Pechino, Turingia. Il "Faust" di Goethe secondo l'Opera di Pechino

Sabato 19 Novembre 2016
Un momento di "Faust"

Recensione di “Faust”, lo spettacolo della China National Peking Opera Company prodotto da ERT, in scena all'Alighieri fino a domenica, che traspone il capolavoro di Goethe nel linguaggio del Jingju, teatro tradizionale cinese

In un passaggio dello smisurato Spirito delle leggi, quello spirito fine di Montesquieu si lascia andare ad un'osservazione prosaica, quasi triviale nella sua semplicità: le tradizioni popolari sono tanto meno comprensibili quanto più esse sono distanti da noi nel tempo e nello spazio. 

L'utopia delle costituzioni. Intervista al giornalista Graziano Graziani

Mercoledì 16 Novembre 2016
Graziano Graziani

Una chiacchierata col giornalista, critico e scrittore romano Graziano Graziani, in questi giorni a Ravenna per un laboratorio atipico con gli studenti del Liceo Scientifico “Oriani”, ospitato all'interno della non-scuola del Teatro delle Albe

Graziano mi accompagna dentro il suo appartamento ravennate temporaneo, in vicolo Padenna. Sorseggia una tisana e parla con calma. Le sue parole fluiscono incessanti: non inciampano nelle doppie del suo accento romano, ma anzi risultano chiare e profonde.

Ognuno si salva da solo. Intervista con Laura Gambi sul suo nuovo romanzo “Allora io vado”

Lunedì 14 Novembre 2016
Laura Gambi

Un'intervista con la scrittrice e drammaturga ravennate per parlare della sua nuova fatica letteraria, "Allora io vado", romanzo uscito poche settimane fa per i tipi di Pendagron

Laura Gambi ha ormai alle spalle diversi lavori, molti libri e drammaturgie di spettacoli come Amore e anarchia e Il volo, che hanno avuto un buon riscontro di critica e pubblico e che hanno affrontato tournée nazionali. Eppure, c'è qualcosa nella sua voce che tradisce ancora l'emozione mentre parliamo del suo libro.

“Le cicatrici tra i miei denti”. Intervista a Gianluca Costantini

Venerdì 11 Novembre 2016
Una tavola del nuovo libro di Costantini

Un'intervista col prolifico disegnatore ravennate, che ha appena pubblicato un nuovo libro per la casa editrice NDA intitolato "Le cicatrici tra i miei denti", allo stesso tempo antologia poetica e album di ritratti

Quando arrivo lo studio di Costantini è ancora sottosopra per una la lunga nottata di disegno: Gianluca ha partecipato ad una maratona d'illustrazione per raccontare le elezioni americane. Si è svegliato da poco. Sul suo tavolo si susseguono i visi ormai noti dei due sfidanti, formati da tratti a volte dolci come il sorriso di Hillary, a volte nervosi come i capelli di Trump. 

Elena Bucci, "per la bellezza della vita di tutti". Un'intervista al Premio Duse 2016

Mercoledì 9 Novembre 2016
Elena Bucci durante la premiazione a Milano

Una chiacchierata con Elena Bucci, attrice di Russi, per festeggiare assieme a lei la conquista del Premio Duse 2016, l'ambito Oscar del teatro italiano

Raggiungo al telefono Elena Bucci. Ha appena vinto il Premio Duse, il più importante riconoscimento italiano per un'attrice, che le è stato consegnato lunedì scorso, al Piccolo Teatro di Milano.

Perché ha "ragione" don Giovanni Cavalcoli di Radio Maria

Martedì 8 Novembre 2016
"La nona ora" di Maurizio Cattelan

Una lunga riflessione atea sul significato che nascondono le parole sull'origine divina del terremoto dette a Radio Maria dal ravennate don Cavalcoli e le reazioni scandalizzate dei credenti

«Dal punto di vista teologico, questi disastri sono una conseguenza del peccato originale. Si possono considerare veramente come castigo del peccato originale. Anche se la parola non piace, ma io la dico lo stesso. È una parola biblica, non c'è nessun problema.»

“We need money!” di Fanny & Alexander. Siamo uomini o azionisti?

Lunedì 24 Ottobre 2016
La locandina dello spettacolo

Recensione dello spettacolo-crowdfunding della compagnia ravennate Fanny & Alexander andato in scena il 21 e il 22 ottobre all'Almagià

La locandina dello spettacolo è eloquente: un'automobile si sfracella contro lo spietato muro di un crash test. In verità, dentro l'abitacolo non sembra esserci uno dei soliti, simpaticissimi manichini, ma una donna in carne ed ossa.

Spaesato. Intervista a Michele Papetti, artista di Marina di Ravenna, per la personale "Al macero"

Venerdì 14 Ottobre 2016
Michele Papetti

Un'intervista a Michele Papetti alla vigilia dell'apertura della prima mostra personale, realizzata con la collaborazione della Libreria Dante di Longo e prodotta da Spalato Wyale, che inaugurerà domani alle 18 in piazzetta degli Ariani

Riservato, ma non misantropo; timido, ma generoso; umile, ma appassionato. Michele Papetti accoglie in sé molte delle virtù che ho ritrovato in altri artisti che ho conosciuto, a cui aggiunge un tocco di eclettismo e simpatia che ho sempre trovato irresistibili.

Raccontare significa indagare. Intervista a Stefano Mordini

Venerdì 15 Luglio 2016
Stefano Mordini

Intervista col regista marradese, classe 1968, ravennate d'adozione e nomade di spirito, per parlare del suo ultimo film, "Pericle il nero", in concorso a Cannes per la sezione "Un Certain Regard"

Mordini mi aspetta seduto sul tavolino del bar, nel punto più trafficato di Ravenna, davanti a Piazza Baracca, quasi avesse nostalgia del traffico romano col quale convive da quasi dieci anni. Mi sorride, ma sembra un po' stanco, si accende una sigaretta. Tra qualche ora partirà di nuovo.

Ciao MAR! È stato bello, ma poteva essere meglio. Intervista a Claudio Spadoni

Giovedì 7 Luglio 2016
Claudio Spadoni con Vittorio Sgarbi

Un dialogo con Claudio Spadoni, storico dell'arte, anima del MAR di Ravenna dal 2002, per fare il bilancio di una lunga stagione artistica e riflettere sul futuro del nostro polo museale ed espositivo

Incontriamo Claudio Spadoni in tarda mattinata al MAR. C'è uno strano fermento: camion, operai, sculture di Dalì compaiono ieratiche proprio davanti all'atrio. È il vernissage al contrario, sono le opere della mostra La seduzione dell'antico che se ne tornano a casa loro.

“Come un bottone tutto d'oro”. Ravenna secondo il poeta Nevio Spadoni

Giovedì 30 Giugno 2016
Nevio Spadoni nel suo studio

Du ciacri col poeta romagnolo Nevio Spadoni sulla sua ultima fatica, “Ravèna”, ritratto-guida di una città in brevi bozzetti poetici, fresco di stampa per i tipi de L'arcolaio

 

I versi di Nevio Spadoni non mentono, almeno per quanto riguarda casa sua. “A me u m'è toch 'na ca ch'l'è znina d'pösta | a e malapèna u s'i sta in du”, scrive nel suo ultimo libro il poeta di San Pietro in Vincoli. Davvero si tratta di “una casa piccola del tutto, che a malapena ci si sta in due”, lunga e stretta come un viso smunto, quasi un'antitesi ironica del florido Spadoni.

 

Le ragioni del no. Intervista a Gianfranco Pasquino

Domenica 26 Giugno 2016
Un momento dell'incontro di venerdì sera, da sinistra Gianfranco Pasquino, Andrea Mignozzi e Maria Paola Patuelli

Una chiacchierata con Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienze Politiche dell'Università di Bologna, per sapere meglio che cosa c'è in ballo col referendum costituzionale di ottobre e per capire le ragioni del “no”

Il Parco John Lennon di Mezzano è frequentato più da bugs che da beatles. Libellule, zanzare e altri esseri con le antenne per cui mi mancano le parole ci svolazzano intorno, ma a lui non sembrano affatto dare fastidio, anzi. Il professor Gianfranco Pasquino siede serafico sotto il chiosco, le lenti fotocromatiche dei suoi occhiali celano il suo sguardo. Risponde alle domande con un aplomb e una pacatezza che potrebbero essere orientali, se non fosse per il signorile accento piemontese.

L'ottava edizione della Festa della Repubblica al Cisim. Domande e interstizi

Venerdì 3 Giugno 2016
Da sinistra Lamri, Donati, Molinari, Gambi, Bakkali, Agnoli, Di Gioia, Moder

Il CISIM di Lido Adriano ha ospitato anche quest'anno la tradizionale Festa della Repubblica, un momento per festeggiare la chiusura della stagione e soprattutto un'occasione per porsi alcune domande sul futuro di questo spazio; un resoconto parziale della seconda giornata

Sebbene un accigliato cirrocumulo abbia gravato per quasi tutto il pomeriggio sul prato del CISIM, spingendo più di un occhio ad alzarsi timoroso verso il cielo, la seconda giornata della Festa della Repubblica a Lido Adriano si è conclusa pacificamente, senza una goccia. 

“Amleto a Gerusalemme” di Vacis e Paolini. Il dubbio degli orfani

Mercoledì 11 Maggio 2016
Amleto a Gerusalemme

Recensione di “Amleto a Gerusalemme”, regia di Gabriele Vacis, con Marco Paolini e un gruppo di attori del Palestinian National Theater, in scena al Teatro Alighieri fino al 13 maggio

Ricordo che durante i Parlamenti d'Aprile dell'anno scorso, Gabriele Vacis se ne uscì con una frase che, sulle prime, fece ammutolire la platea. “Diciamoci la verità, la guerra è bella, ci affascina”, disse. Fu una frase che turbò più di uno spettatore. Ma non si trattava di una semplice provocazione, né di un vezzo artistico d'antan, in odore futurista.

“Divino Andino” di Francesco Antonelli. Diario di un viaggio eno-sentimentale

Domenica 1 Maggio 2016
Francesco Antonelli

Intervista col diretto interessato su “Divino Andino”, prima fatica letteraria di Antonelli, oste e viaggiatore ravennate. In uscita per i tipi di Polaris, il libro sarà presentato in anteprima il prossimo 3 maggio, alle 18:30 al Baldovino

Tra le mie categorie preferite in questa grande commedia umana, devo annoverare senz'altro gli osti. Persone paciose o burbere, loquaci o laconiche: poco importa. Puoi vedere un oste anche tutte le sere e pensare di conoscerlo perfettamente, ma l'autorità che viene dal bancone, almeno per me, ammanta queste figure di mistero e di rispetto molto più di quanto non succeda con l'altare o la cattedra.

“Caffettiera Blu” di Caryl Churchill secondo Bluemotion

Sabato 23 Aprile 2016
Locandina dell'intero progetto dei Bluemotion dedicato a Caryl Churchill

Recensione dello spettacolo “Caffettiera Blu”, regia di Giorgina Pi dei Bluemotion, formazione romana legata all'Angelo Mai; l'atto unico è parte di un progetto dedicato alla drammaturga inglese Caryl Churchill, chiamato “Non normale, non rassicurante”

Il pubblico viene fatto accomodare direttamente in scena. I posti sono sistemati a quadrato, attorno a un tavolo illuminato e collocato all'esatto centro, sotto gli occhi di tutti. I protagonisti di “Caffettiera Blu” sono invece mimetizzati tra gli spettatori e di volta in volta emergeranno dal buio, chiamati sotto le luci a giocare la loro parte. La platea rimane vuota, nera, alle nostre spalle. 

Malnati e Manzelli: ecco cosa è stato rinvenuto in Piazza Kennedy (per ora)

Mercoledì 6 Aprile 2016
La chiesa di Sant'Agnese rinvenuta in Piazza Kennedy

Nell'incontro di questa mattina in Municipio, il dottor Luigi Malnati, Soprintendente archeologico per l'Emilia Romagna e Valentina Manzelli, della Soprintendenza di Ravenna, hanno illustrato alla stampa i risultati scientifici ottenuti durante gli scavi archeologici in Piazza Kennedy

 

Ad aprire l'incontro è stato l'assessore ai lavori pubblici Roberto Fagnani. Dopo aver spiegato le ragioni dell'incontro – offrire ai cittadini una panoramica dei risultati dei rilievi archeologici svolti finora – Fagnani ha assicurato la riapertura parziale di Piazza Kennedy già dal mese di giugno. L'unica porzione della piazza in cui si continuerà a scavare in modo approfondito, infatti, sarà quella interessata dal rinvenimento dell'abside della chiesa di Sant'Agnese.

“Sputa tre volte” di Davide Reviati. La memoria del diverso

Venerdì 11 Marzo 2016
Davide Reviati nel suo studio

Qualche riflessione e un'intervista su “Sputa tre volte”, l'ultima opera del fumettista ravennate Davide Reviati, appena uscita per Coconino Press: un Bildungsroman ad ampio respiro, che supera ed arricchisce l'universo narrativo del fortunato "Morti di sonno"

 

Ci sono fumettisti che ti colpiscono con la precisione chirurgica del tratto, per quella capacità quasi fotografica di rappresentare la natura, come Taniguchi. Altri per l'onirismo immaginifico, come Moebius; altri ancora grazie al carisma di un personaggio che sembra di conoscere da una vita, come il Corto Maltese di Hugo Pratt; alcuni attirano il tuo sguardo grazie al virtuosismo grafico o per la grande eleganza estetica, come Manuele Fior.

Ivan Simonini: "De Pascale non faccia come Ostasio da Polenta e Ravenna riparta da Dante"

Venerdì 4 Marzo 2016
Ivan Simonini nel suo studio

Una lunga chiacchierata ad ampio raggio con Ivan Simonini, presidente delle Edizioni del Girasole, per fare il punto di dieci anni di politiche culturali e per parlare del futuro della cultura ravennate

 

Ivan Simonini ci riceve nel suo studio, in via Pasolini (Giuseppe). La sua scrivania è sommersa da libri, dizionari, fogli volanti, lenti di ingrandimento, scompaginata da quello che soltanto all'estraneo può sembrare disordine. Ivan, infatti, trova tutto al primo colpo.

"E' bal" di Nevio Spadoni secondo Magnani e Marzocchi. Una danza macabra

Lunedì 29 Febbraio 2016
La locandina dello spettacolo

Recensione dello spettacolo "E' bal", da un testo di Nevio Spadoni, di e con Roberto Magnani e Simone Marzocchi, prodotto da Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, andato in scena a Vulkano per la rassegna "Scena Contemporanea"

La prima volta che ho visto in scena E' bal è stato lo scorso luglio a Castiglione, per il festival Corposamente. Roberto e Simone recitavano all'aperto, sotto l'argine del Savio, illuminati da una bella luna piena. In platea – com'è naturale aspettarsi quando si ha a che fare con un testo in dialetto romagnolo – l'età media si aggirava attorno ai '60-'70 anni.

La Resistenza di Ravenna protagonista di una ricerca storica giapponese dell'università di Nagoya

Lunedì 29 Febbraio 2016
Da sinistra: Tamami Zanzi, Kyoko Higashiyama, Yukio Hiyama e Ogawa Mistuo

Intervista al prof. Yukio Hiyama e alla dott.sa Kyoko Higashiyama, dell'università di Chukyo a Nagoya; i due professori sono in Italia per condurre una ricerca sui monumenti alla memoria dei caduti delle guerre mondiali

Sono venuti dall'università di Chukyo, a Nagoya, la quarta città del Giappone per grandezza, fino a Ravenna per studiare la nostra storia e documentare, lapide dopo lapide, gli episodi più dolorosi della Resistenza ravennate.

Dopo undici anni Komikazen lascia Ravenna; Costantini: "In un'altra città non sarebbe successo"

Venerdì 26 Febbraio 2016
Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini

Dal 2005 è stato un punto di riferimento internazionale per la diffusione del fumetto di realtà, capace di attirare a Ravenna i grandi protagonisti del graphic journalism, ma da quest'anno il festival Komikazen è costretto a migrare altrove

“Il festival Komikazen non ci sarà più.” Il post sulla pagina Facebook di Gianluca Costantini è laconico, ma le sue parole misurate non possono coprire del tutto la grande delusione dell'organizzatore di uno dei festival di fumetto più importanti d'Italia.

"Operazione Atarax" di TeatrOnnivoro: aspettative e realtà

Venerdì 12 Febbraio 2016

Recensione dello spettacolo "Operazione Atarax", drammaturgia e regia di Matteo Cavezzali da un radiodramma di Friedrich Dürrenmatt, andato in scena il 10 e l'11 dicembre al Teatro Rasi per Scena Contemporanea

La locandina di "Operazione Atarax"

Ricapitoliamo. Operazione Atarax è stato preceduto da una sorta di prequel, alla maniera delle serie televisive, intitolato Memorial Atarax. Si trattava di una performance realizzata in occasione di Rasponi Open Space, lo scorso dicembre, sia per creare una sana aspettativa sullo spettacolo vero e proprio, sia per delineare il quadro narrativo e precisare la scansione degli eventi raccontati. 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it