Ravenna Festival. Riccardo Muti dirige la Nona Sinfonia di Beethoven per le Vie dell’Amicizia fotogallery

Più informazioni su

Dopo Atene, come di consueto le vie dell’Amicizia di Ravenna Festival – il ponte di fratellanza attraverso l’arte, la musica e la cultura che ogni anno propone il progetto – arrivano a Ravenna. Il concerto che si è tenuto con grande successo martedì 9 luglio al Teatro di Erode Attico sotto l’Acropoli viene replicato questa sera giovedì 11 luglio alle ore 21 al Pala De André.

Riccardo Muti eseguirà la Sinfonia n. 9 in re minore per soli coro e orchestra Op. 125 di Ludwig van Beethoven, un’opera carica di significato, inno dell’Unione Europea.

Muti dirigerà il soprano Maria Mudryak, il mezzosoprano Anastasia Boldyreva, il tenore Luciano Ganci, il basso Evgeny Stavinsky, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, la Athens State Orchestra Thessaloniki, la State Symphony Orchestra, la ERT National Symphony Orchestra, il Coro Costanzo Porta, l’ERT National Choir, il Choir of the Municipality of Athens (maestri del coro Antonio Greco, Stavros Beris – maestro di sala Davide Cavalli).

LE VIE DELL’AMICIZIA DEL RAVENNA FESTIVAL

Le vie dell’Amicizia sono vocazione al viaggio e viaggio come vocazione: nel segno dell’amicizia tra popoli, di un abbraccio che in un gesto stringe e riassume sentimento e cultura al di là di ogni confine e di ogni diversità, l’approdo di un festival che si muove “per l’alto mare aperto” non poteva che essere lì, nel cuore del Mediterraneo, laddove tutto ha inizio: Atene, la Grecia, il paese che custodisce i fondamenti della nostra civiltà, del pensiero, dell’arte, della democrazia. Presso quel popolo provato da anni difficili, e che con dignità sta riprendendo in mano il proprio destino, nel cuore dell’antica Acropoli, le voci e gli strumenti si uniranno, ancora una volta sotto il generoso gesto di Riccardo Muti, a intonare il monumentale affresco beethoveniano, vero e proprio inno all’Europa e alla fratellanza tra i popoli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ale76

    Senza nulla togliere alla grandezza del Maestro Muti e dell’, intera organizzazione del Ravenna Festival, a Ravenna purtroppo sembra che esista solo questo….