Ravenna, capitale italiana del Risorgimento, con il raduno nazionale dei Cacciatori delle Alpi

Domenica 8 settembre si svolgerà a Ravenna il IX Raduno nazionale dei Cacciatori delle Alpi, corpo di volontari, provenienti anche dall’Emilia-Romagna, che fu affidato a Giuseppe Garibaldi e impiegato nella seconda guerra di Indipendenza del 1859.

Ad accogliere tutti i partecipanti sarà il vicesindaco Eugenio Fusignani che dichiara: “È con orgoglio che ospitiamo questo importante raduno che si svolge in occasione del 160° anniversario di costituzione di questo glorioso corpo, che si ispira ai sentimenti di amor di Patria, di fedeltà alle istituzioni e ai valori delle tradizioni militari e garibaldine risorgimentali, e del 170° della Trafila garibaldina”.

“E proprio Garibaldi fu il primo comandante dei Cacciatori delle alpi – continua Fusignani -. Se consideriamo, poi, che questo appuntamento si svolgerà l’8 settembre, una data importante per la storia del nostro Paese, acquista un ulteriore importante significato. Inoltre, con questo raduno Ravenna si riconferma come una delle capitali italiane del Risorgimento”.

Tra le autorità dei Cacciatori delle Alpi ci sarà il presidente nazionale Ruggiero G. Mascolo, il presidente onorario Gian Carlo Torcelli e poi Filippo Raffi vice presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini e Cesare Galantini presidente regionale dell’A.N.V.R.G.

Il programma prevede alle 10.30 in piazza Anita Garibaldi, la cerimonia ufficiale per la deposizione della corona d’alloro al Monumento dei caduti; alle 11 il corteo sfilerà fino a piazza Giuseppe Garibaldi dove si svolgerà un secondo momento celebrativo con il saluto del presidente nazionale alle autorità a cui seguiranno gli ingressi nello schieramento dei Gonfaloni, del Medagliere Nazionale, dei Labari e brevi allocuzioni celebrative e commemorative.

Alle 12 ci sarà il trasferimento a Fornace Zarattini dove avverrà l’intitolazione della nuova via Brigata Cacciatori delle Alpi, una traversa di via Faentina. La giornata terminerà con un momento conviviale e nel pomeriggio la consegna degli attestati di partecipazione e delle cartoline ricordo.

Il IX Raduno nazionale dei Cacciatori delle Alpi, si svolge in occasione di alcuni importanti e storici eventi: 170° della Trafila Garibaldina, 160° anniversario di costituzione del glorioso Corpo dei Cacciatori delle Alpi, 153° anniversario della storica e vittoriosa Battaglia di Bezzecca, 107° anniversario della Medaglia d’Oro al Valor Militare concessa alla Bandiera del 52° Reggimento Fanteria “Alpi”, 100° anniversario di concessione della mitica “cravatta rossa” ai Reggimenti intitolati ai Cacciatori delle Alpi, 86° anniversario di concessione dello storico motto araldico “obbedisco”, 73° anniversario di costituzione della Repubblica Italiana, 3ª Festa della Bandiera del 52° Battaglione Fanteria d’Arresto “Alpi”.

L’associazione nazionale Cacciatori delle Alpi, costituitasi nel 2010, ha sede a Ravenna, decorata di Medaglia d’Oro al Valore MIlitare, e che diede i natali anche all’eroico Maggiore Luigi Zarattini, del 52° Reggimento Fanteria “Alpi” – Cacciatori delle Alpi, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare a Bezzecca. Dopo il congedo fondò con altri l’allora Guardia Civica di Ravenna, attuale Polizia locale.