Il professor Alireza Askari Chaverdi a Ravenna presenta la straordinaria civiltà dell’Iran

Alireza Askari Chaverdi, professore associato di Archeologia all’Università di Shiraz (Iran), una delle figure di maggior autorevolezza e dinamismo nel panorama della ricerca archeologica iraniana, ha tenuto ieri pomeriggio al Dipartimento di Beni Culturali, la lectio magistralis ‘Una prospettiva archeologica delle antiche società del Fars e del Golfo Persico tra il III secolo a.C. e il II secolo d.C. (L’interregno).

“La presenza di uno studioso di così alto profilo – ha sottolineato Pierfrancesco Callieri, professore di Archeologia dell’Iran preislamico al Dipartimento di Beni Culturali che l’ha invitato a Ravenna come Visiting professor – è una opportunità culturale e scientifica di grande respiro non solo per il Campus ma anche per la città. Sono diverse infatti le occasioni in programma in cui il professor Askari Chaverdi presenterà le sue ricerche riguardanti la straordinaria civiltà dell’Iran: dall’interazione uomo-ambiente nella regione del Fars, culla della civiltà persiana, nel lungo periodo tra la fine dell’impero achemenide e l’inizio di quello sasanide, alla storia socio-economica e culturale della regione costiera del Golfo persico, alle testimonianze archeologiche relative alle pratiche dell’antica religione zoroastriana”.

La conferenza a cui hanno preso parte Luigi Canetti, direttore del Dipartimento di beni Culturali, Elena Fabbri, presidente del Campus di Ravenna, Lanfranco Gualtieri, presidente di Fondazione Flaminia e Luca Cipriani, direttore della Scuola Superiore di studi sulla Città e il Territorio, rientra nell’ambito del programma Isa Lecture 2019.