Ex studenti universitari ravennati organizzano una grande reunion dopo 20 anni

L’idea iniziale era quella di creare un piccolo gruppo chiuso su Facebook, formato solo da una quindicina di ex studenti che dopo essersi frequentati assiduamente durante gli anni universitari a Ravenna, pur restando in contatto, si erano un po’ persi di vista.  Poi, il passa parola ha preso il sopravvento e in pochi giorni il numero degli iscritti è aumentato tanto da superare i 360 partecipanti e a metà marzo potrebbe scattare una grande reunion.

La creatrice del gruppo Facebook “Ravenna Ex-Students” è Gianna Pallotta, ex studentessa di Conservazione dei Beni culturali, oggi ad Assisi dove lavora nel settore turistico assieme al marito.

“Qualche settimana fa, in occasione di una visita a Ravenna, ho rivisto alcuni amici e parlando degli anni universitari ci siamo resi conto che, a piccoli gruppi, molti di noi continuano ancora a sentirsi – spiega Gianna -.  Allora ci siamo detti: perché non provare a vederci ancora per stare qualche ora insieme?”
La data del grande incontro è stata fissata per il 14 marzo, ad Assisi. “In molti mi chiedono perché Assisi e non Ravenna – prosegue Gianna -. Capisco che possa sembrare strano, ma i motivi sono due: in primis perché Assisi è in una posizione centrale e quindi comoda per chi viene proviene sia dal sud che da nord d’Italia. Secondo aspetto perché l’albergo gestito da me e mio marito si trova ad Assisi e quindi potremmo appoggiarci qui per logistica e ospitalità”.

“L’idea iniziale era una semplice rimpatriata tra un gruppetto di amici e non ci aspettavamo minimamente che il gruppo potesse ampliarsi così velocemente – prosegue Gianna -. Ora è un gruppo molto partecipato, in tanti stanno postando foto degli anni universitari a Ravenna, e riemergono tanti ricordi: persone, luoghi, situazioni di 20 anni fa. È bello e divertente leggere i commenti alle fotografie, sembra quasi che il tempo si sia fermato…. persone che magari non si sentivano da decine di anni, si ritrovano a scherzare e a rivangare vecchi ricordi”.

Gianna non esclude che si possa organizzare una  seconda reunion a Ravenna, magari d’estate, ma per il momento sta pianificando un programma di massima per il 14 e 15 marzo: per il sabato sera una grande cena mentre per la domenica un bucolico pic-nic all’aperto.

“Come immagino per molti, il periodo universitario è stato uno dei più belli e divertenti della mia vita. A Ravenna ho trascorso anni indimenticabili e ho condiviso tante esperienze con le ragazze e i ragazzi che frequentavo – racconta – . Eravamo come una grande famiglia”.

A Ravenna l’Alma Mater era arrivata solo da pochi anni. La Fondazione Flaminia è nata alla fine del 1989,  non c’era ancora un progetto di Campus diffuso. Lezioni di Conservazione dei Beni culturali si facevano in una grande aula a Palazzo Corradini, aula oggi trasformata in biblioteca, o al Seminario arcivescovile. Le lezioni di Archeologia alla Sala Bovini in Via San Vitale, ma non vi erano i laboratori che oggi caratterizzano la sede. Gli Ex Asili di Via Sant Agata erano la sede di Scienze Ambientali e si studiava tutti in Emeroteca. “La Ravenna della fine degli anni ’90 offriva poco agli universitari, i locali frequentati dagli studenti si contavano sulle dita delle mani e forse proprio per questo ci frequentavamo un po’ tutti e ci si conosceva almeno di vista. E infatti ci piacerebbe mantenere il gruppo chiuso, e accettare solo gli ex studenti che erano a Ravenna tra la metà degli anni 90 e la metà del 2000, solo le persone che hanno condiviso con noi quel periodo della propria vita” conclude Gianna.