“Artisti uniti per la Romagna”: opere all’asta per raccogliere fondi per l’emergenza coronavirus

Anche l’artista ravennate, Rosetta Berardi, partecipa all’asta di beneficenza organizzata da “Artisti Uniti per la Romagna” che vede artisti e tatuatori della Romagna uniti per creare un asta di beneficenza per raccogliere fondi per l’emergenza coronavirus. Il meccanismo è semplice: gli artisti mettono a disposizione una o più opere, ne pubblicano la foto sulla pagina fb dedicata e i potenziali acquirenti fanno un’offerta. Chi lancia l’offerta maggiore si aggiudica l’opera e per pagarla devolve la cifra con un bonifico alla raccolta fondi promossa dalla Regione “Insieme si può”. Gli artisti non guadagnano nulla da questa operazione, tutto il ricavato viene donato direttamente agli ospedali.

Con la ricevuta di pagamento si potrà poi ritirare l’opera che ci si è aggiudicata direttamente dall’artista appena le condizioni torneranno a rendere possibile uscire di casa, quindi alla fine dell’emergenza. Gli artisti precisano che nessuna opera o scambio di materiale avverrà durante l’emergenza Covid-19 nè a mezzo corriere nè tra persone.

Per ogni informazione aggiuntiva e per vedere le opere all’asta visitare la pagina facebook Artisti uniti per la Romagna

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mirta

    vorrei donare un mio quadro per l’iniziativa di “Artisti uniti per la Romagna” è possibile?