Cervia. Sovrannumero di gabbiani reali. La Lega chiede un piano di prevenzione

Più informazioni su

I consiglieri comunali della Lega a Cervia hanno presentato un’ interpellanza, con richiesta di risposta scritta, in merito al problema del sovrannumero di gabbiani reali.

“Negli ultimi anni si è registrato un costante incremento demografico lungo tutta la costa adriatica di alcune popolazioni di gabbiani, in particolare del “Gabbiano Reale” (Laurus Michaellis); tale incremento, ha prodotto una colonizzazione dei centri abitati con la conseguente nidificazione su tetti e terrazzi. Nel periodo estivo la problematica si amplifica notevolmente, il periodo di cova ne aumenta la chiassosità e l’aggressività, inducendoli ad attaccare persino l’uomo; essi sono al vertice della catena alimentare, mangiano pesci, ratti, animali morti e scarti dell’alimentazione umana nonché piccoli mammiferi – spiegano i cinque leghisti – . Da qualche decennio hanno imparato a trovare cibo nelle discariche urbane e prelevano i rifiuti anche dai cassonetti dell’immondizia. Codesti volatili si nutrono anche di uccelli che possono catturare in volo, come ad esempio piccioni, storni e rondoni; in particolare i gabbiani reali soventemente prelevano uova nonché pulcini dai nidi arrecando così grossi danni alla fauna locale e soprattutto a quella della nostra salina. Un tempo era consuetudine da parte dei nostri salinari, allo scopo di limitarne la proliferazione, forarne o romperne le uova, ora tutto questo non avviene più. Comuni adiacenti al nostro, quali Cesenatico sull’esempio di Rimini, hanno già adottato iniziative per il controllo demografico di questa specie infestante”.

” In relazione a quanto scritto chiediamo se esista oppure sia previsto un piano di controllo specifico per questa problematica? In caso di risposta negativa riteniamo sia utile attivare urgentemente gli Organi competenti per studiare un apposito piano di prevenzione” concludono Dino Cellini, Enea Puntiroli,. Stefano Versari, Daniela Monti e Gianluca Salomoni.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    Negli scorsi anni in salina centinaia di covate sono state distrutte tramite rimozione delle uova. Il piano sperimentale non è poi stato approvato dalla regione. I gabbiani reali sono uccelli “di successo” in questo nostro monodo antropizzato: si cibano dei nostri scarti e si avvantaggiano della nostra incuria nella gestione del territorio e dei rifiuti. Li si scaccia da spiagge e saline e loro colonizzano i tetti delle nostre case e i capannoni delle zone artigianali e industriali dove nessuno sa, può o riesce ad intervenire in alcun modo. La soluzione non è nelle parole, nè nei fatti del momento, ma richiede sì risoerse ma anche dedizione e cura del territorio, parole queste che hanno perso nel tempo ogni significato. E i risultati del nostro impoverito e degradato ambiente si vedono ogni giorno di più. PS. ai consiglieri della Lega e di tutti i partiti: di questi temi si parla anche a livello locale (Cervia, Cesenatico, lidi ferraresi, etc.) da anni: non potete documentarvi un attimo prima di scrivere, sembra ogni volta che un extraterrestre atterri sulla terra …