Le Rubriche di RavennaNotizie - Porto di Ravenna

Il presidente di TCR Mingozzi insoddisfatto del piano infrastrutture e trasporti del Governo

Il presidente del Terminal Container Ravenna, Giannantonio Mingozzi, in merito al Piano delle infrastrutture e dei trasporti presentato ieri dal Governo, considera insufficiente l’indicazione delle priorità che relega Ravenna ancora nelle retrovie delle progettazioni di fattibilità. “Nonostante l’impegno di Regione e Comune nel rivalutare l’importanza e l’urgenza che assume la realizzazione di una  possibile alternativa alla Romea, ormai del tutto insufficiente a reggere traffico commerciale, turistico e industriale nell’insieme, il piano delle priorità presentato dal Governo per il traffico su gomma, per Ravenna ancora fondamentale, ci vede nel capitolo delle riqualificazioni e delle progettazioni come da più di 20 anni a questa parte.”

“Voglio dire – aggiunge Mingozzi – che se non vi sono prospettive certe sul tratto della Orte-Ravenna nè sulla bretella che ci collega alla Ferrara Mare e alla 309 verso Venezia, il traffico su gomma che serve in primis il nostro porto rischia di subire nel medio e lungo periodo notevoli difficoltà, anche se consideriamo la maggiore sensibilità dimostrata verso il ferro e le nuove infrastrutture ferroviarie previste per Ravenna; mi auguro che la Regione, il Presidente e l’assessore Corsini, continuino a rappresentare con forza queste necessità affinchè dal capitolo delle riprogettazioni le nostre esigenze trovino una dimensione di priorità consona alle sollecitazioni di tutto il sistema economico ravennate”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da leo

    ed allora come ai tempi dei veri e bravi sindaci repubblicani che andavano a roma
    a svegliare le coscienze a chi era in parlamento perchè votato dalla sua gente di ravenna – ci piacerebbe vedervi protestare proprio a roma magari col sindaco comunista
    e questo all epoca poteva sembrare una eresia –

  2. Scritto da (San) Michele

    Ma non era contentissimo del progetto di stoccaggio CO2 previsto a Ravenna?

  3. Scritto da katia

    E’ il prezzo da pagare quando si presenta a queste opportunità senza niente e non appoggiare proposte fatte dai bravi cittadini!!
    un altro Cappotto per Ravenna!!

  4. Scritto da RUM

    ha ragione (San) Michele, cosi quando apriamo i rubinetti nei giardini al posto del simpatico gas Metano che accompagnava un volta l’acqua avremmo il CO2, ahahahaha.

    Certo! Mingozzi è una persona seria ed intelligente , si è accorto presto della presa del C … e del rispetto che il governo e le istituzioni hanno per i politici di Ravenna!!
    Purtroppo questa è stata l’ultima occasione per Ravenna!!

  5. Scritto da berta

    La vergogna su tutti noi!! Ravenna rimarrà a vita l’unica isolata e malmenata!