È positivo e in isolamento, ma viaggia tra l’Emilia Romagna e il Lazio

Più informazioni su

Come riporta un articolo di Repubblica, un 53enne originario del Bangladesh, in isolamento fiduciario perché risultato positivo al Covid, ha comunque preso un treno per l’Emilia Romagna e poi avrebbe soggiornato presso alcuni amici a Milano Marittima, dove sembra che fosse atteso per un lavoro. A Milano Marittima sarebbe rimasto per qualche giorno a casa di questi amici e poi è tornato a Roma: è qui che gli agenti della Polizia Ferroviaria lo hanno notato tossire, facendo scattare le procedure in stazione: confermato che aveva la febbre, sono stati avvisati i soccorsi e il 53enne portato al policlinico Umberto I, dove è risultato positivo al Covid. È stato appurato che il 53enne era giunto a Fiumicino il 23 giugno scorso, sottoposto al test, risultato positivo e posto quindi in isolamento fiduciario. Al momento sono in corso le indagini per tracciare tutti gli spostamenti dell’uomo.

Nota dell’Ausl riminese, ribadita anche dal Sindaco Gnassi:Per il caso del cittadino ricoverato a Roma nessun collegamento con Rimini”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Diana

    POveri italiani..!!! Il bello e’ che certuni..a noi tutti noti..ancora li giustificano. Poveretti dicono!! Nel mentre fanno la spia /delatori, perche’ il vicino di casa (italiano) non rispetta le regole!!

  2. Scritto da Giovanni lo scettico

    Questo “isolamento fiduciario” è meraviglioso, fantastico, incredibile. Chi lo ha inventato leggeva ancora Topolino?

  3. Scritto da Alessandro

    E a questo cosa bisognerebbe fargli…… almeno lavorare forzatamente senza stipendio fino a quando non si é pagato le cure sue e degli eventuali contagiati e poi rispedirlo in Bangladesh sempre a sue spese e vietargli il ritorno in Europa non solo in Italia.

  4. Scritto da armando

    Pazzesco !!! ed ora ?? si rintracciano tutti quelli che in treno hanno viaggiato con lui??? cosa si merita questo ?? In isolamento, ma lontano da tutto e da tutti.- Perche’ non usiamo le piattaforme al largo, in disuso, e li mettiamo la’ ????

  5. Scritto da jack

    Ci vuole l’isolamento, ma in galera !

  6. Scritto da Rusty

    E il pirletto di Vicenza? Lui le regole le ha rispettate?

  7. Scritto da Cloride

    @jack: L’isolamento in galera? Anche quelli del 41 bis erano in isolamento. Qualche genio li ha liberati:-)))-)) Che ridere !!! uno vale uno!!