San Lorenzo di Lugo. Trova un “pezzo di dito” in un involtino. L’analisi del Dna farà chiarezza

Brutta sorpresa per un consumatore di San Lorenzo di Lugo che, nei giorni scorsi in un involtino comprato in un supermercato di Imola, ha trovato un residuo compatibile con un pezzo di dito.

L’uomo ha subito avvertito i carabinieri che hanno avviato le verifiche del caso.  La procura di Ravenna ha già disposto l’analisi del Dna per capire se effettivamente, come dall’aspetto sembra, il residuo in questione sia proprio un frammento di falange umana o se invece sia altro. La notizia è riportata da Ansa.it .

Intanto, secondo quanto riferito dalla stampa locale, un controllo dei carabinieri ha escluso che nel supermercato imolese vi fossero altre confezioni di involtini alterate. Dalle verifiche finora svolte, è emerso che l’involtino in questione è stato confezionato in una azienda in Spagna, là dove è presumibilmente accaduto che il frammento sia finito nell’impasto del cibo poi distribuito agli ignari clienti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gabriee Ghinassi

    Niente da preoccuparsi, era solo un tentativo maldestro di “finger food”.

  2. Scritto da Claudio

    Chissà se era abbastanza conDito…

  3. Scritto da b

    e se fosse un errore di macinazione del contenuto totale???

  4. Scritto da Emanuele

    Mmmm. Boooooono.

  5. Scritto da C.

    Notizia data anche in diretta nazionale su Radio 105 poco fa.