Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Lo sfogo di un genitore contro la sosta selvaggia davanti a scuola a Faenza

Più informazioni su

Domani mattina (oggi per chi legge, n.d.r.) io e mia figlia arriveremo a scuola con cinque o dieci minuti di ritardo. Mia figlia frequenta l’istituto Don Milani a Faenza. Il motivo per cui entreremo in ritardo, domani mattina e forse anche per i giorni a seguire, fa capo a una situazione che a mio avviso è divenuta ormai insostenibile.

L’entrata principale della scuola è dotata di ampio parcheggio (quello in via Corbari 92), e nei dintorni c’è la possibilità di lasciare l’auto in modo urbano- siamo a Faenza! Una cittadina di circa settantamila abitanti, non certo un grande agglomerato asfissiato dai problemi dei grossi insediamenti metropolitani.

Certo, bisogna prendere in considerazione di farsi due passi a piedi (e non mi pare una cosa così grave). Ma il desiderio di poter entrare con le
macchine direttamente in classe è troppo forte! E dunque, anche se i parcheggi nelle vicinanze rimangono vuoti, marciapiedi e aree verdi intorno alla scuola vengono occupati in modo selvaggio e inurbano dalle auto. Si è costretti a camminare in mezzo alla strada con automobilisti distratti il
cui unico scopo è il parcheggio.

Questa mattina (ieri per chi legge, n.d.r.) c’era anche del ghiaccio sull’asfalto e io e mia figlia, una bambina di sette anni, stavamo per essere investiti (oltre al fatto che ci siamo respirati “lo schifo” visto l’ingorgo che c’era in via Corbari). Ho provato a dire in giro che questa è una situazione incivile, mi è stato risposto che bisognerebbe prendere in considerazione anche le esigenze altrui. Bene, a causa delle “esigenze” altrui (violare il codice della strada è un’esigenza?) domani mattina una bambina di sette anni dovrà entrare dieci minuti dopo a scuola. Oppure rischiare di essere investita da un SUV!

Andrea Tritella

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da agi62

    Caro sig. Andrea ha tutta la mia comprensione, la maleducazione/inciviltà di certi genitori è deprecabile, specialmente perché basterebbe per loro partire 5 minuti prima da casa per arrivare in orario e parcheggiare in zona consona ma se glielo fai notare ti mandano pure a quel paese, dando un insegnamento molto sbagliato ai propri figli.
    Un agente di polizia municipale farebbe affari d’oro con questi incivili.

  2. Scritto da Armando

    Signor, ha pienamente ragione.- Andare a piedi è scomodo e non fa figo !!! non si fa vedere il SUV nuovo !!!Non si fa vedere che la mia macchina ha il cambio automatico!!! Il tom.tom nuovo regalatomi per Natale !!! magari anche un piccolo video per vedere film mentre si guida…insomma tutte quelle cosine “figo” che denotano la differenza !!!! Vuol vedere, casa signora, se disgraziatamente entriamo in zona rossa, quanti di questi, pur di uscire, inforcano scarpette e fanno jogging!!! le strade saranno intasate!!! Ma i ragazzi hanno bisogno di muoversi: lasciateli distanti e che vadano a piedi !!! tutta salute !!!