Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Rocchi e Conte (Cervia ti Amo): “senza salute non c’è ripresa”

Più informazioni su

In questi giorni abbiamo assistito ad un rapido incremento del numero di casi positivi al Covid-19 nella nostra regione, così come nel nostro territorio.

La crescita dei contagi desta preoccupazione e proprio per questo, nonostante da ieri, 2 marzo, anche Cervia rientri nella zona arancione scuro estesa alla stragrande maggioranza dei comuni della Romagna, pensiamo sia necessario intensificare i controlli, in particolar modo nei weekend.

La salute è e deve essere una priorità per tutti i nostri cittadini: è nostro dovere fare tutto il possibile per tutelarla.

Per questo pensiamo sia fondamentale che la campagna vaccinale, al centro del dibattito nazionale e locale, venga portata avanti seguendo criteri anagrafici e ponendo maggiore attenzione alle fasce fragili della popolazione. A nostro avviso ogni scostamento da questa impostazione e ogni influenza economica ci allontana dall’obiettivo comune di difesa del diritto universalistico della salute, poiché senza salute non può esserci ripresa. Non esistono imprese e cittadini di serie A e di serie B.

Ad oggi, molti cittadini appartenenti alle categorie più fragili come le persone con forme di disabilità e gli anziani tra i 70 e gli 85 anni non sono ancora riuscite ad accedere al vaccino. Allo stesso tempo assistiamo ad una campagna vaccinale locale a nostro avviso troppo lenta: questo provoca congestione organizzativa e disagi per la popolazione, che si ritrova a doversi spostare dal comune per potersi vaccinare dopo lunghi periodi di attesa.

Ci auspichiamo un reperimento maggiore di dosi, un migliore dispiego di risorse e una conseguente accelerazione della campagna vaccinale, in modo da garantire la tutela della salute delle fasce più deboli della società. Nessuno deve essere lasciato indietro.

Cordiali saluti,

Cervia ti Amo.
Coordinatore Giovanni Rocchi,
Capogruppo Alain Conte

Più informazioni su