Quantcast

In difesa delle nutrie del Parco Teodorico. Una trentina di ravennati: “salviamole, sterilizzandole, sono le mascotte del parco” foto

Più informazioni su

Sono circa una trentina i frequentatori del Parco Teodorico a Ravenna che si sono mossi in difesa delle nutrie e che da tempo lottano affinchè non vengano uccise, ma sterilizzate o trasferite. “E’ una piccola famiglia di nutrie, formata dai due genitori e da 7 cuccioli (alcuni albini), diventata ormai la mascotte del parco” dichiarano.

“Già in passato abbiamo contattato gli uffici comunali per comunicare la nostra disponibilità a sterilizzare, a nostre spese, le nutrie del parco, ma non abbiamo avuto alcuna risposta dal comune – spiega la portavoce del gruppo Bjanku Rozete -. Riteniamo che questa nostra libera iniziativa, sostenuta anche dalla associazione LAV di Bologna, meriti di essere ascoltata e non ignorata da parte dell’amministrazione comunale.

Oramai tanti frequentatori del parco si sono affezionati, gli animali sono quasi addomesticati, e sono amati dai bambini. Non capiamo il perchè di questo accanimento” prosegue la portavoce del gruppo, spiegando che “la L. 157/1992 all’art. 2 comma 2, in combinato disposto con l’art. 19 comma 2, prevede anche per la nutria l’utilizzo prioritario di metodi ecologici (sterilizzazione), di fatto applicabili al caso del parco Teodorico. La preferenza alla sterilizzazione può considerarsi già acquisita dal diffuso sapere scientifico, tanto più già reso esecutivo in molte realtà territoriali ove sia sorto un gruppo di volontari. Inoltre, sempre il sapere scientifico spinge con favore la realizzazione della sterilizzazione, in quanto con l’abbattimento, le capacità riproduttive del Myocastor coypus aumentano esponenzialmente, e di conseguenza la soppressione non si appresta ad essere un modo efficace ed efficiente di contenimento”. Il gruppo di cittadini “pro nutrie” ritiene infatti che la sterilizzazione eviterebbe l’aumento del numero degli esemplari nei prossimi anni, poichè la famiglia già insediata impedirebbe l’arrivo di altre nutrie, difendendo il proprio territorio.

“Speriamo che l’amministrazione comunale ci risponda e tenga in considerazione la nostra proposta di sterilizzarle, ripeto “a costo zero” per le tasche dello Stato. Speriamo davvero di salvarle” conclude.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mauro56

    Anche se sterilizzate sono dannose per ilnostro ambiente!!!!!!

  2. Scritto da marco74

    A parte il fatto che al parco di Teodorico come in altre moltissime parti della città le nutrie ci sono da molti anni e solo una persona totalmente estranea potrebbe dire il contrario. Comunque proporrei di regalare una nutria a coloro che la nutria l’amano tanto. Magari potrebbero tenersela in casa!! Nutriamo l’amore per la nutria offrendogli una nutria.
    Quasi vent’anni fa la Nutria che era nel canale della Rocca era soprannominata Rocco!!! Quindi Evitiamo di cadere dal pero e dire che le nutrie sono solo al parco di Teodorico!!! oppure smettiamo di regalare soldi pubblici a certi amici di alcune categorie pagando la nutria a Kg.

  3. Scritto da Piemme

    Portatele nel vostro giardino e se non avete il giardino mettetele nel vostro balcone, al parco ci sono bambini, adulti se per caso qualcuno viene aggredito e riceve un morso pagate voi i danni?

  4. Scritto da Danilo

    Povera Italia!

  5. Scritto da S. N.

    Meglio un peluche, fa meno danni, oppure (senza offesa) potresti portale a casa tua.
    E’ ormai consolidato che questi roditori non autoctoni danneggiano argini di fiumi, canali e laghi.

  6. Scritto da MC

    Cosa mi tocca leggere…
    Noi essere umani meritiamo di estinguerci.
    Le nutrie magari portatevele a casa vostra (dopo averle fatte sterilizzare).

  7. Scritto da agi62

    Le nutrie sono un disastro per il territorio ma la colpa non loro, la colpa è dell’essere umano che le ha importate poi lasciandole libere nei corsi d’acqua e nelle campagne, come è successo per le tartarughine americane, e tante altre specie estranee al nostro territorio.
    Questi simpatici animali sforacchiano dappertutto, lungo gli argini, le massicciate delle ferrovie, distruggono l’habitat di cova di tanti volatili.
    Comunque se vi piacciono tanto quelle del parco potete farle sterilizzare a vostre spese, troverete sicuramente un veterinario disponibile ma ricordatevi che sono buone ma se danno un morso a un bambino è molto rischioso.
    Purtroppo non vedo soluzioni semplici a questo disastro provocato dalla stupidità umana.

  8. Scritto da Sabrina

    La portavoce del gruppo Bjanku Rozete (che dal nome non sembra certo romagnola), forse non sa che alcuni decenni fa non vi era traccia di questa specie animale in Romagna. E forse non sa che questi animali scavano buche e sono pericolosi per i fossi e gli scoli delle acque reflue.
    Qua in Italia tutte le volte che qualcuno prende una iniziativa, ci deve sempre essere un bastian contrario che dice no e manifesta contro.
    Questo però è contro il buonsenso e contro la longevità del parco Teodorico.
    Si informassero prima di dire sempre NO!

  9. Scritto da Giovanni lo scettico

    Tempo fa una signora che aveva visto troppi film di Walt Disney scrisse “le nutrie sono animali dolci e affettuosi”. Immaginavo che col tempo sarebbe tornata.

  10. Scritto da Giulia

    Voi non state bene

  11. Scritto da Lorenzo

    E il pericolo leptospirosi non lo prendiamo in considerazione?

  12. Scritto da STEVAN E SMAGHE'

    Giusto! viva le nutrie! io proporrei di cessare ogni forma di deratizzazione, adoro le pantegane e anche questi simpatici topolotti hanno diritto di vivere serenamente al nostro fianco rispettati e coccolati… per agevolare la riproduzione cesserei immediatamente la raccolta dei rifiuti in città……

  13. Scritto da T.

    Stavo giusto aspettando chi avrebbe scritto questo messaggio di “no alla eliminazione delle nutrie” Se si ribellano ai vostri bambini e li mordono, perché capiterà!!!, poi voglio vedere cosa succede! Il comune le deve togliere (sterilizzare?? E chi paga???) da Ravenna città (come scritto da altri sono ovunque ci sia un canale). Un paese civile non può convivere con dei topi giganti e setolosi. Perché quello sono cari difensori delle nutrie.

  14. Scritto da Luca

    Le nutrie, per quanto belle e pacioccose, costituiscono problemi di varia natura nel Ns. territorio, ultimo ma non meno importante il rischio idrogeologico derivante dalle loro tane scavate nei pressi degli argini fluviali, ad esempio.

    Se giustamente sono tanto amate dai bambini, i protestanti possono ben portarsele a casa e tenerle a guisa di gattino o cagnetto, o quello che pare a loro. Ma a casa propria.

    Certi discorsi del genere si appellano ad un buonismo edulcorato, che non prende però in considerazione i risvolti concreti dei problemi sollevati, né propone coerenti soluzioni alternative. Tant’é.

  15. Scritto da Estherina

    Mi sembra che questo gruppo porti avanti motivazioni scientificamente sostenute e condivisibili…
    Invece leggere i commenti fa male, soprattutto perché temo siano davvero rappresentativi del nostro essere ravennati. Il Sindaco sarà costretto a cercare il consenso, anche se dubito che tanti commentatori siano suoi elettori

  16. Scritto da Marco

    Ma io dico che non ci siamo proprio…se neanche ancisi difende le nutrie un motivo ci sarà …
    Addomesticate, pacioccose…oh..a stasên scurend ad tupazj..a l’aviv capida?…
    Eliminarle, tutte e quanto prima, brisâ ster a fe dal pugnet…

  17. Scritto da MC

    Estherina… “sono diventate le mascotte del parco” è una motivazione “scientificamente sostenuta e condivisibile” ?

    Stiamo proprio messi male.

  18. Scritto da batti

    intanto la nutria la hanno importata , si metteva attorno al collo per fare i fighi, non so se quella sig., è romagnola forse il nome no ma ci sono tantissimi non romagnoli con nomi simili. e parlano pure loro quindi parola a tutti senza indagini e poi il centro della romagna dove si trova ?