Quantcast

“Faenza_Estate 2021” vuole tirare fuori i cittadini dalle case. Raffica di eventi per il (quasi) post-pandemia: teatro, cinema, ceramica, danza e gastronomia

Concerti, proiezioni, mostre, performance che s’intrecciano in gran parte dal tramonto del sole per fare uscire le persone di casa, dopo avere spento tv e computer, a respirare l’aria dello stare insieme agli altri, fisicamente ma alla dovuta distanza. E’ nata così “Faenza_Estate 2021”, il cartellone unico degli eventi che la città della ceramica artistica porge a chi vuole trascorrere qualche ora – verrebbe da dire – “alla vecchia maniera”, con la musica suonata da un palco o dall’angolo di un cortile, il film sul grande schermo, l’arte anche da toccare (eventualmente, e con cautela): il Settore Cultura del Comune ha coordinato l’offerta che proveniva da molteplici parti, sia per tradizione, sia nella novità e recuperando quanto più possibile di ciò che non è stato possibile fare d’inverno, rendendo concreta la disposizione del Consiglio Comunale.

Sono numerosi gli appuntamenti in piazze, corsi, ed altri luoghi importanti di Faenza in cui i cittadini potranno fruire di spettacoli ed eventi; tra i vari, il Teatro Angelo Masini con la programmazione sul palco di Piazza Pietro Nenni, dove si terranno anche i concerti della Scuola comunale di Musica “Giuseppe Sarti”e le proiezioni cinematografiche del CineClub “Il Raggio Verde” ora che l’Arena Borghesi è in fase di riqualificazione. Sono da ricordare, tra le tante, la “Rassegna Dante Alighieri” alla Biblioteca comunale Manfrediana e nel complesso ex Salesiani a cura di Indipendent Poetry, gli appuntamenti organizzati dal Consorzio “Faenza C’entro”, gli incontri dedicati alla Vena del Gesso Romagnola al parco “Malmerendi” del Museo di Scienze Naturali, le letture per bambini e ragazzi organizzate dalla Biblioteca, gli spettacoli all’aperto alla Casa del Teatro, la musica “In Tempo”, le serate enogastronomiche presso la Torre di Oriolo.

Per presentare il ricchissimo cartellone di “Faenza_Estate 2021” il sindaco Massimo Isola, che da oltre 11 anni detiene la delega alla Cultura, l’assessora al turismo Rossella Fabbri, Benedetta Diamanti (dirigente comunale del Settore cultura, turismo e promozione economica) e Sergio Scipi (presidente del Consorzio di esercenti “Faenza C’entro”) hanno scelto la metà mattinata all’ombra di Palazzo Manfredi in Piazza Nenni, ai faentini più nota come “Molinella”.

Faenza_Estate 2021

“E’ grazie anche all’impegno degli operatori culturali faentini che hanno trasferito in estate le loro proposte che l’offerta si è praticamente triplicata rispetto al 2020 e si è spalmata da maggio a ottobre – ha affermato il primo cittadino -. L’Amministrazione Comunale ha coordinato questo cartellone unico e ha portato il suo sostegno al mondo della cultura, che cerca di uscire dalla grande sofferenza causata dall’emergenza sanitaria, con un contributo complessivo di circa 120mila euro, suddiviso in vari bandi, destinato all’associazionismo culturale diffuso. E’ chiaro che i ‘confini’ imposti dalla pandemia non si tolgono in un momento, però con ‘Faenza_Estate 2021’ cerchiamo anche di ricostruire un tessuto sociale. Oggi è un progetto unico: non so se ci sarà in futuro”.
“Quest’anno abbiamo allestito il palco di Piazza Nenni già a maggio – ha detto Benedetta Diamanti – e contiamo di utilizzarlo fino a ottobre inoltrato, se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, mettendolo a disposizione di quanti vorranno utilizzarlo. Ricordo che ancora in inverno emanammo il bando ‘Ripartiamo con la cultura’ mettendo a disposizione finanziamenti per chi avrebbe portato buoni progetti: eravamo ancora in ‘zona rossa’ e poteva apparire un azzardo, ma questa progettazione va fatta per tempo; ora ci siamo”.

“Come operatori commerciali siamo soddisfatti per le scelte del Comune – ha commentato Sergio Scipi -, perché è confermata l’attenzione al centro storico. Noi ci inseriamo con le nostre iniziative serali, di aperture, concerti ed esibizioni, nei corsi principali, già partite con successo. In luglio prenderanno il via i ‘Martedì d’Estate’ con l’anticipazione del 29 giugno in Corso Europa”.
“Con ‘Faenza-Estate 2021’ la città vuole offrire a chi la abita e agli ospiti il ‘benessere dell’anima’ con la sua ricchezza artistica e culturale – ha sottolineato l’assessora Rossella Fabbri -. E’ una grande opportunità per il turismo, che per i prossimi anni sarà di prossimità: ci vorrà tempo perché le persone tornino a viaggiare come nel 2019. Da Faenza lanciamo quindi un messaggio soprattutto a coloro che vengono a soggiornare nelle località della riviera, perché Faenza merita di essere visitata”.

Faenza_Estate2021, il Programma