Quantcast

Il candidato sindaco di Viva Ravenna, Filippo Donati sul centro storico: “Manca l’ordinaria manutenzione”

Più informazioni su

Si aggancia ad un post sui social del sindaco di Ravenna Michele de Pascale – pronto a correre per il secondo mandato alle amministrative in autunno – sulla bellezza del centro storico cittadino, il candidato sindaco per la lista civica di centrodestra Viva Ravenna – sostenuta da Fratelli d’Italia e Lega -, Filippo Donati. Che lancia la sua piccata replica.

Sono le prime battute di una campagna elettorale, che si preannuncia calda, non solo per le temperature bollenti di questi giorni.

“Troppe volte e per troppi anni sono rimasto silente ed avvilito davanti al decadimento del centro della nostra città, ma oggi l’impegno che ho assunto pubblicamente mi impone di farmi portavoce del lamento disperato del centro storico, di chi lo abita e di chi ci lavora”, commenta Donati, che di professione fa l’albergatore e su turismo, commercio e centro storico c’è da immaginare che giocherà una parte significativa del proprio impegno politico.

Donati chiama in causa “le politiche di decentramento delle attività commerciali” che “hanno generato una schizofrenica proliferazione dei centri commerciali”, riferendosi sia al raddoppio dell’Esp, che ai nuovi centri commerciali in fase di completamento o costruzione davanti al Pala de Andrè, a Fornace Zarattini e a quello che sorgerà nella zona dell’Hotel Mattei.

“Nel nostro centro città manca l’ordinaria manutenzione”, aggiunge Donati, riferendosi a strade, servizi igienici, panchine, aree verdi curate e parcheggi gratuiti. E si fa portabandiera di un’alternativa per la città in grado di salvarla “dal cemento e dal decadimento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Viola

    Ma dove vive? Ravenna e il suo centro storico sono un piccolo gioiello, chi dice il contrario e parla di decadimento urbano evidentemente non è mai andato oltre i suoi confini e non sa distinguere una città viva e decisamente da un po’ di anni molto mitteleuropea,sia culturalmente che socialmente. I suoi dehors, la nuova darsena,le nuove piazze, i suoi musei, la sua grande varietà culturale la rendono unica e non certo decadente.Se invece,si riferisce agli esercizi commerciali di una parte del centro storico chiusi,secondo me, questo NON dipende più di tanto dall’ amministrazione, ma molto dai privati che dovrebbero avere più coraggio ( come tanti stanno facendo in via Diaz) ed investire in nuove attività CONSONE ai tempi che viviamo. E vorrei aggiungere, visto che si parla anche di alberghi…ma questi albergatori che davanti alle loro attività non mettono un fiore, un po’di verde, un po’ di arredo piacevole agli occhi pensano di fare il ” bene” della città e dei cittadini che la vivono?

  2. Scritto da Lucio

    Sic et simpliciter.