Quantcast

Green Pass per le serate del martedì e del sabato al BBK di Punta Marina. I titolari: “Decisione apprezzata dai nostri clienti”

Più informazioni su

Al BBK di Punta Marina tutto è pronto per questa prima serata ad accesso “esclusivo”: si entrerà solo con Green Pass o con tampone negativo fatto entro le 48 ore precedenti. E se necessario, il tampone rapido sarà effettuato in loco. Così sarà per le sarete del martedì e del sabato, per le feste di compleanno e le feste di laurea.

“Tutto il personale è munito di Green pass o di tampone negativo con controllo ripetuto ogni 48 ore – assicurano dal locale di Punta Marina -. Visto l’aumento dei contagi degli ultimi giorni, sia tra i più giovani che nella fascia di età della nostra clientela abituale, abbiamo preso questa decisione per tutelare la salute dei nostri clienti, nonostante non fossimo obbligati poichè le nostre serata di svolgono all’aperto“.

“Questa sera avremo 300 persone, tutte prenotate. Sono state avvisate tutte, poichè per ogni tavolo abbiamo il contatto di un referente” spiegano dal BBK, assicurando che la maggior parte dei clienti contatti ha apprezzato la decisione. “Le disdette? Pochissime. Solo qualcuno ha scelto di non venire. Di contro, altri clienti hanno chiamato, dopo aver saputo la notizia, rassicurati da questa nostra decisione”.

“Questo è il futuro – proseguono – non ci sono alternative se vogliamo tornare alla normalità. Come imprenditori siamo convinti che sia una scelta che ci premierà. Bisogna sapersi adattare ai cambiamenti”.

La serata di oggi, in realtà non è la prima ad accesso “Green pass” per il BBK.  “Abbiamo iniziato da circa una settimana con le feste di laurea e ci ha fatto molto piacere vedere come proprio i ragazzi più giovani abbiamo appoggiato la nostra scelta. Il 95% degli invitati alla festa aveva il Green Pass, e il  restante 5% aveva fatto il tampone. Nessuno si è lamentato, anzi, le due laureate ci hanno fatto i complimenti perchè così anche loro si sono sentite più sicure”.

“Nessuno ha voglia di stare 20 giorni chiuso in casa per essere stato contagiato dal covid. Il prossimo agosto… è tra un anno – sottolineano scherzosamente -. Noi puntiamo a organizzare serate in cui le persone si divertano e stiano tranquille. E questa è, al momento l’unica soluzione. Quindi, incrociamo le dita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gr

    Chapeau!👍🤝

  2. Scritto da libero

    Cosi’ come per cani e fumatori..ci si potrebbe organizzare ed avere locali per vaccinati e locali per i non vaccinati. Questa sarebbe democrazia. O solo gli animali hanno diritto a locali, spiagge ed altri spazi appositi?

  3. Scritto da roberta

    Libero….credo che gli animali non possano essere paragonati a un virus….veda lei