Quantcast

Il Consiglio comunale di Faenza approva l’OdG contro gli avvenimenti di Roma

Più informazioni su

Durante il Consiglio comunale di Faenza, giovedì 21 ottobre, è stato approvato a maggioranza l’ordine del giorno dal titolo ‘Condanna verso gli avvenimenti di Roma e scioglimento di Forza Nuova’, in relazione ai fatti avvenuti nella Capitale il 10 ottobre scorso che si conclusero con l’assalto nella sede centrale della sigla sindacale Cgil.

L’OdG impegna Sindaco e Giunta, e il Consiglio stesso a  a prendere posizione di netta condanna verso quanto avvenuto a Roma il 9 ottobre 2021, rimarcando la tradizione e le posizioni antifasciste della nostra amministrazione;  a condannare inoltre qualsiasi forma di violenza, disapprovandone l’utilizzo come modalità di affermazione delle proprie idee e principi; a chiedere al Governo che sia intrapreso il percorso di scioglimento di Forza Nuova e di tutti i movimenti politici di chiara ispirazione neofascista, così come previsto dalla XII disp. Finale della Costituzione italiana e dalla Legge Scelba; a continuare a incentivare le attività in essere di promozione di iniziative culturali, come prevede anche la legge regionale 3 marzo 2016, n. 3; a inviare questo ordine del giorno ai Presidenti di Camera e Senato e alla Presidenza del Consiglio.

Sulla questione, anche il’Comitato anti fascista per la democrazia e la libertà di Faenza ha preso una netta posizione: “A seguito dell’attacco squadrista di matrice neofascista alla sede romana della CGIL e della partecipata manifestazione nazionale organizzata dai Sindacati Confederali CGIL CISL UIL nazionali, il ‘Comitato antifascista per la democrazia e la libertà’ esprime piena solidarietà alla CGIL e a tutto il movimento sindacale e condanna fermamente la vile aggressione di chiaro stampo fascista. Questo evento è una ferita grave e profonda alla Democrazia ed al mondo del lavoro che va contrastata con la forza degli strumenti della Democrazia e della Costituzione e in questo contesto si afferma la necessità di procedere allo scioglimento di tutte le forze politiche che si rifanno esplicitamente al fascismo”.

Più informazioni su