Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Italia Viva: “minacce sui social a Matteo Renzi per affossamento Ddl Zan. Ora si riparta dal testo di Scalfarotto”

Più informazioni su

Si è scatenata in queste ore una violenza verbale inaudita sui social nei confronti di Italia Viva e dei suoi sostenitori, un vero e proprio linciaggio mediato sfociato addirittura in minacce di morte a Matteo Renzi e ad altri eletti al quale va tutta la nostra solidarietà e quella di Italia Viva Emilia-Romagna.

Una valanga di insulti che potrebbe trovare riscontro nella totale incapacità che risiede in chi non ha la minima idea di cosa significhi parlare di numeri parlamentari a voto segreto.

Quando però questo arriva da esponenti di partito diventa difficile non collegarla ad una incompetenza parlamentare ed é inconcepibile il volere una legge contro l’odio quando si è in prima linea a scatenare un linciaggio che temiamo avrà conseguenze sul lungo periodo.

Il cercare un capro espiatorio non assolve dalle proprie responsabilità’ e quello che è successo al Senato con il ddl Zan dovrebbe far riflettere e fare un minimo di autocritica.

Più volte, da mesi, Italia Viva ha detto che i numeri al Senato non c’erano ed ha chiesto il voto palese senza essere ascoltata.

Così come vi è una negazione irrazionale nel non ammettere che i numeri post voto al Senato dimostrano senza alcun dubbio che i franchi tiratori sono all’interno del PD e del M5, con un Gruppo Misto non gestibile dal quale sono arrivate notevoli defezioni

Purtroppo l’affossamento del Ddl Zan è arrivato come naturale conseguenza dell’avere scelto i like al lavoro in Parlamento, senza alcun rispetto per le tante persone che hanno visto calpestati i propri diritti.

Le leggi vengono votate in Parlamento non sui social o nei salotti televisivi.

Quello che si può fare ora è stoppare la campagna d’odio e fake e mettersi al lavoro per ripartire dal testo di Ivan Scalfarotto
Necessario anche lavorare sull’educazione e la cultura e battiamoci per il matrimonio egualitario, perché questi sono i diritti veri

Non si può giocare con i diritti delle persone, ricordiamolo come noi di Italia Viva abbiamo sempre fatto

Stefano Mazzetti e Giorgia Bellucci, coordinatori regionali Italia Viva Emilia-Romagna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanna Montanari

    Italia viva e il suo capo dovrebbero vergognarsi da tempo per aver affossato il governo Conte, per l’Arabia saudita e per la loro arroganza!

  2. Scritto da batti

    le minacce di morte anche se sono dettate da rabbia e da persone che non lo farebbero mai,non vanno mai fatte, a nessuno di conseguenza neppure a un personaggio di tale squalidità. l odio politico è presente ovunque,esempio, l urlo in parlamento fatto dagli AMICI DI ITALIA VIVA, renzi non è un politico, è un oltraggio alla politica, quella politica vista come servizio pubblico. un altra cosa mi chiedo, ma cosa vi passava per la testa quando siete andati a votare alle primarie de pd per quest elemento

  3. Scritto da mirko

    Renzi fa parte del passato, il suo ruolo politico è finito da tanto, troppo tempo. Quando in ballo ci sono battaglie civili così importanti bisogna esserci!!!

  4. Scritto da batti

    mirko, allora abbiamo un passato che ci perseguita, un passato avvelenato. renzi sta alla politica come lo smog all ambiente

  5. Scritto da Giovanni lo scettico

    Scusate, Italia Viva è un partito berlusconiano?

  6. Scritto da Piemme

    Hai ragione Batti non so veramente cosa mi sia passato per la testa quando ho dato la mia preferenza per Matteo Renzi, mi sto ancora mangiando le mani, ed è per questo che da allora non credo più a chi promette di stravolgere il mondo se vengono eletti(perché è impossibile)

  7. Scritto da Ettore

    Cari coordinatori (de che?), chi semina vento raccoglie tempesta.- Maledetta la volta che ho votato Renzi alle primarie del PD.

  8. Scritto da bat

    sig. masetti e bellucci le minacce sono sempre condannabili, ma le critiche vanno recepite, nel vostro caso possono essere sgradevoli ma non certo per colpa di chi le scrive ma sicuramente da vostri comportamenti. perche un attacco da un avversario lo giustifichi ma le pugnalate alle spalle da chi hai votato fanno molissimo